🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Borse Europa a minimi due settimane su commenti 'hawkish' Fed, timori geopolitici

Pubblicato 05.04.2024, 13:21
Aggiornato 05.04.2024, 13:27
© Reuters. Il grafico dell'indice azionario tedesco Dax è raffigurato alla borsa valori di Francoforte, Germania, 18 marzo 2024. REUTERS/Staff
STOXX
-

(Reuters) - L'azionario europeo tocca i minimi di oltre due settimane in un panorama di nervosismo globale dopo i commenti 'hawkish' di alcuni membri della Federal Reserve e un aumento delle tensioni in Medio Oriente.

Alle 12,10, lo STOXX 600 perde l'1,2%, indirizzato verso la peggiore sessione da metà ottobre 2023.

Anche gli indici delle principali borse europee, come Germania, Francia, Italia e Spagna, scivolano di oltre l'1% ciascuno.

Spingendo il mercato alla cautela sulle aspettative per un imminente taglio dei tassi, il presidente della Fed di Minneapolis Neel Kashkari ha detto che, se l'inflazione continuerà a rallentare, potrebbe non essere necessaria una riduzione dei tassi di interesse entro la fine dell'anno.

Tuttavia, le scommesse dei trader sono ancora ampiamente orientate verso il primo taglio a giugno da parte della Banca centrale europea e della Fed.

I titoli dei viaggi e del tempo libero guidano i ribassi settoriali con una flessione dell'1,8%, penalizzati dal rincaro del Brent sui timori di interruzioni delle forniture a causa all'escalation delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente.

Holcim perde l'1,1% dopo aver annunciato che acquisterà Tensolite.

Bureau Veritas scivola del 2,8% dopo che Wendel ha detto di aver venduto il 9% delle sue azioni nella società.

Shell ha previsto per il primo trimestre del 2024 risultati significativamente inferiori rispetto ai tre mesi precedenti per quanto riguarda il commercio di gas naturale liquefatto. Tuttavia, il titolo rimane poco mosso a causa dell'aumento dei prezzi del petrolio.

© Reuters. Il grafico dell'indice azionario tedesco Dax è raffigurato alla borsa valori di Francoforte, Germania, 18 marzo 2024. REUTERS/Staff

Sul fronte dei dati, le vendite al dettaglio della zona euro sono scese dello 0,7% su base annua, meno del calo dell'1,3% previsto dagli economisti intervistati da Reuters.

L'attenzione si sposterà ora sui dati degli occupati statunitensi di marzo, in agenda alle 14,30.

 

(Tradotto da Camilla Borri, editing Sabina Suzzi)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.