📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Borse europee in rialzo, delude PIL britannico

Pubblicato 12.09.2022, 10:06
© Reuters.
EUR/USD
-
XAU/USD
-
PHG
-
SRENH
-
ELUXb
-
DE30
-
GC
-
LCO
-
UK100
-
CL
-
F40
-

Di Peter Nurse 

Investing.com - Positiva l’apertura dei listini europei questo lunedì, grazie alle vittorie delle truppe ucraine nel weekend, e nonostante i deboli dati sulla crescita britannica.

Alle 09:50 CEST, i future DAX in Germania salgono dell’1,4%, i future CAC 40 in Francia vanno su dello 0,9%, mentre i future FTSE 100 nel Regno Unito sono in salita dell’1%.

L’Ucraina ha riconquistato oltre 3.000 km quadrati questo mese, secondo quanto reso noto ieri dal generale Valeriy Zaluzhnyi, grazie ad una rapida offensiva del fine settimana che ha costretto i russi ad abbandonare il loro principale centro logistico nella regione di Kharkiv.

Dopo mesi di impasse, queste rapide manovre daranno ai mercati ampio spazio per riconsiderare i vari esiti. Scontri prolungati restano un’opzione, ma ora si considera anche la possibilità di una fine del conflitto più rapida del previsto.

I mercati europei hanno chiuso la scorsa settimana in rialzo, con settembre cominciato positivamente, e l’ottimismo continua questo lunedì, nonostante i dati deludenti sulla crescita britannica che hanno dimostrato le difficoltà che sta affrontando la regione.

Il prodotto interno lordo britannico è cresciuto dello 0,2% a luglio da giugno, sotto lo 0,3% previsto, mentre nel trimestre terminato a luglio, il PIL è rimasto invariato rispetto al trimestre precedente.

La Banca d’Inghilterra il mese scorso aveva stimato che il Regno Unito andrà in recessione alla fine del 2022 e non ne uscirà prima dell’inizio del 2024.

Electrolux (ST:ELUXb) segna -3,3%: il più grande produttore di elettrodomestici europeo ha annunciato un programma di taglio dei costi in risposta ad una domanda più debole del previsto e utili minori in un contesto di inflazione alta.

Philips (AS:PHG) sale dell’1,5% malgrado la notizia che l’associazione di azionisti VEB minaccia di portare in tribunale il conglomerato per la gestione di un richiamo mondiale di respiratori.

Swiss Re (SIX:SRENH) sale dell’1% dopo aver reso noto che le tensioni geopolitiche globali, gli sviluppi macroeconomici ed i cambiamenti climatici hanno aumentato la domanda di protezione dal rischio, comportando un aumento dei premi.

I prezzi del petrolio si stabilizzano questo lunedì, dopo aver registrato la chiusura settimanale più bassa in sette mesi venerdì.

I dati commerciali della scorsa settimana hanno rivelato che le importazioni petrolifere cinesi sono sostanzialmente rallentate ad agosto a causa delle restrizioni per il COVID, alimentando i timori di una considerevole distruzione della domanda da parte del maggiore importatore mondiale.

Alle 09:50 CEST, i future del greggio USA scendono dello 0,1% ad 86,75 dollari al barile, mentre il contratto del Brent è in salita dello 0,1% a 92,93 dollari.

Intanto, i future dell’oro salgono dello 0,4% a 1.734,80 dollari l’oncia, mentre la coppia EUR/USD si attesta a 1,0181, in rialzo dell’1,4%.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.