Ricevi uno sconto del 40%

I futures azionari statunitensi scivolano a causa della delusione della guidance di FedEx

Pubblicato 20.12.2023, 12:48
Aggiornato 20.12.2023, 12:38
© Reuters

Investing.com -- I futures azionari statunitensi sono scesi marginalmente mercoledì, con il rally plurisettimanale di Wall Street mitigato dalle deludenti indicazioni del gigante delle consegne FedEx per l'intero anno.

Alle 06:40 ET (11:40 GMT), il contratto Dow Futures era in calo di 50 punti, o dello 0,1%, S&P 500 Futures era in ribasso di 10 punti, o dello 0,2%, e Nasdaq 100 Futures è sceso di 50 punti, o dello 0,3%.

I principali indici di Wall Street hanno registrato un'altra seduta positiva martedì, con l'ampio S&P 500 che ha chiuso in rialzo dello 0,6% e sia l'indice tecnologico Nasdaq Composite che quello delle blue chip Dow Jones Industrial Average che hanno guadagnato lo 0,7%.

Tutte e tre le medie sono in rotta per un dicembre vincente e per il 2023, grazie al crescente ottimismo che la Federal Reserve autorizzerà tagli dei tassi di interesse nel nuovo anno.

Secondo il Fed Rate Monitor Tool di Investing.com, la probabilità che la Fed autorizzi un taglio di 25 punti base a marzo è ora superiore al 72%, rispetto al 43% della scorsa settimana.

All'inizio della settimana Goldman Sachs (NYSE:GS) ha alzato dell'8% il target dell'S&P 500 per il 2024, portandolo a 5.100 punti, oltre 300 punti in più rispetto alla chiusura di martedì, prevedendo un vento di coda per le azioni statunitensi grazie al calo dell'inflazione e dei tassi di interesse.

Ladebolezza della guidance fa crollare FedEx

Detto questo, sembra che gli investitori si stiano prendendo una pausa da questo lungo rally, mentre digeriscono le notizie deludenti di FedEx (NYSE:FDX), ampiamente considerata un indicatore dell'economia statunitense in quanto tende a indicare la forza o la debolezza della spesa dei consumatori.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

L'azienda di consegna pacchi ha tagliato le sue previsioni di fatturato per l'intero anno e ha registrato un utile trimestrale più debole del previsto, avvertendo che la domanda dei clienti dovrà affrontare i venti contrari derivanti da "condizioni macroeconomiche volatili" per il resto dell'anno fiscale, che si concluderà il 31 maggio.

L'outlook ha lasciato intendere la debolezza dell'attività di spesa per le vacanze, tipicamente robusta, negli Stati Uniti, mentre i consumatori continuano a fare i conti con l'inflazione elevata e i tassi di interesse alti.

Il titolo è crollato di circa il 10% nelle contrattazioni premarket.

Altrove sono previsti i risultati trimestrali di General Mills (NYSE:GIS) e Micron Technology (NASDAQ:MU), mentre la stagione degli utili si avvia alla conclusione.

L'indicatore dell'inflazione preferito dalla Fed si profila come un'occasione importante

La lista dei dati economici di mercoledì comprende i dati di fiducia dei consumatori per dicembre e di vendite di case esistenti per novembre.

Tuttavia, la maggior parte degli occhi rimarrà concentrata sul dato di venerdì indice dei prezzi delle spese per consumi personali core, l'indicatore di inflazione preferito dalla Fed, in quanto gli investitori cercano ulteriori prove del fatto che l'inflazione è rallentata abbastanza da consentire alla Fed di iniziare ad allentare la politica il prossimo anno.

I prezzi del petrolio salgono nonostante l'aumento delle scorte API

I prezzi del petrolio sono aumentati mercoledì, mentre gli operatori hanno continuato a monitorare l'instabile situazione geopolitica nel Mar Rosso e a digerire un aumento inaspettato delle scorte U.S. crude.

Alle 06:40 ET, i futures sul greggio statunitense erano in rialzo dell'1,3% a 74,89 dollari al barile, mentre il contratto Brent è salito dell'1,1% a 80,14 dollari al barile.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

I prezzi del greggio sono rimbalzati bruscamente dai minimi di quasi cinque mesi questa settimana, quando le compagnie petrolifere e gli operatori marittimi hanno annunciato piani per evitare il Canale di Suez a seguito degli attacchi del gruppo Houthi, sostenuto dallo Yemen, contro le navi nel Mar Rosso, che potrebbero interrompere le forniture di petrolio all'importante mercato asiatico.

Ciò ha messo in ombra i dati di Istituto americano del petrolio che hanno mostrato che le scorte di greggio degli Stati Uniti sono aumentate inaspettatamente di 900.000 barili la scorsa settimana, sfidando le aspettative per un calo di 2,2 milioni di barili.

La lettura ufficiale di Amministrazione dell'informazione sull'energia è prevista per la fine della sessione, ma la lettura dell'API indica che la produzione statunitense continua a raggiungere livelli record.

Inoltre, gold futures è sceso dello 0,3% a 2.046,55 dollari/oz, mentre EUR/USD è sceso dello 0,4% a 1,0941.

Ultimi commenti

👍
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.