Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Jeff Bezos, nuovo record: primo nella storia con fortuna da 200 miliardi

Mercato azionario 26.08.2020 11:41
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Di Mauro Speranza

Investing.com – Non basta essere già il più ricco al mondo, non è sufficiente raggiungere i 197,8 miliardi di dollari, il patrimonio più alto mai rilevato da Forbes. Jeff Bezos, tra i ‘paperoni’ sempre più ricchi grazie alla pandemia da coronavirus ha infatti raggiunto i 200 miliardi di dollari, diventando così il primo nella storia a raggiungere tale fortuna.

Il nuovo record per il fondatore di Amazon.com (NASDAQ:AMZN) arriva grazie al proseguire del rally delle azioni del gigante dell’ecommerce iniziato nel corso del lockdown di questi mesi, portando il titolo a record storici e raddoppiando il proprio valore rispetto al marzo scorso quando scoppiò la crisi.

Bezos detiene l’11% delle azioni Amazon, società valutata 1,68 trilioni di dollari di capitalizzazione di mercato, pertanto con la chiusura di ieri a Wall Street (+1,18%), il suo patrimonio personale ha visto un incremento di 2,2 miliardi di dollari, secondo i calcoli di Forbes.

Questa crescita porta il patrimonio di Bezos al nuovo record di 199,7 miliardi di dollari dai 197,8 miliardi precedenti, patrimonio più alto mai rilevato da Forbes fin da quando la testata ha iniziato a monitorare la ricchezza dei miliardari nel 1982.

Un divorzio costoso

Il traguardo dei 200 miliardi sarebbe stato già tagliato da Bezos se i suoi problemi personali non ne avessero rallentato la corsa. Nel mese corso del 2019, il fondatore di Amazon dovette affrontare una crisi coniugale terminata con il divorzio più costoso della storia, dopo 25 anni di matrimonio con MacKenzie Scott, a cui dovette cedere un quarto delle sue azioni Amazon, corrispondente a circa il 3,8% del capitale.

Nonostante la promessa fatta da Scott di destinare la maggior parte del suo patrimonio a cause filantropiche, e le donazioni effettivamente realizzate a cause no profit, la sua fortuna è aumentata di 25 miliardi di dollari rispetto a quello registrato dalla Forbes 400 del 2019 e attualmente vale 63,4 miliardi di dollari.

Nel mese scorso, Scott ha annunciato di aver donato quasi 1,7 miliardi di dollari a 116 enti di beneficienza impegnati in diverse cause quali l’uguaglianza razziale e di genere, la mobilità sostenibile e la salute pubblica, mentre Bezos ha dato in beneficienza circa 360 milioni di dollari, oltre a 2,941 azioni Amazon del valore di 9,3 milioni di dollari a un ente no profit la cui identità non è stata resa nota, riporta Forbes.

I più ricchi al mondo e la polemica di Mentana con l’Italia

Con Jeff Bezos in testa, la classifica Bloomberg Billionaire Index vede al secondo posto Bill Gates di Microsoft (NASDAQ:MSFT) con 121 miliardi di dollari, seguito da Mark Zuckerberg (99 miliardi) di Facebook (NASDAQ:FB) e Elon Musk (90,3 miliardi) di Tesla (NASDAQ:TSLA), recentemente passato al quarto posto scalzando il patron di Louis Vuitton (PA:LVMH), Bernard Arnault.

Per quanto riguarda l’Italia, il primo ad entrare in classifica è Giovanni Ferrero, al ventinovesimo posto con 32,9 miliardi di dollari. Al 56esimo posto troviamo Leonardo del Vecchio di EssilorLuxottica, il cui patrimonio arriva a 20,4 miliardi, mentre Paolo Rocca (8 miliardi di dollari) del gruppo Techint si trova al 239° posto e Silvio Berlusconi (7 miliardi) di Mediaset (MI:MS) mantiene il 278° posto.

Secondo Forbes, invece, al terzo posto tra gli italiani troviamo Stefano Pessina e al quarto posto Massimiliano Aleotti. “I quattro italiani più ricchi possiedono società di dolciumi, occhialeria, salute e farmaceutica: Ferrero, Luxottica (MI:LUX), Alliance Boots e Menarini”, scriveva su Linkedin (NYSE:LNKD) Enrico Mentana, sottolineando come questi abbiano “rispettivamente 81, 85, 79 e 78 anni”, mentre “i quattro americani più ricchi sono i fondatori di Amazon, Microsoft, Facebook e Tesla. Hanno 56, 64, 36 e 49 anni. Le loro aziende sono nate nel 1994, 1975, 2004 e 2003″.

“Il problema italiano non sono le degnissime figure che ho citato, né tantomeno le loro aziende, che sono orgoglio nazionale”, aggiungeva Mentana, sottolineando come il problema italiano risieda nel “fatto che da noi nulla o quasi sia nato di innovativo e al passo con quella rivoluzione digitale che ha cambiato il mondo”.

“In tutti questi anni gli impegni pubblici o privati in termini di sostegno alle startup o di incentivo a ricerca e sviluppo sono stati risibili per stanziamenti ed esiti” e “quando scrivo di un Paese che appassisce, mentre i vari partiti litigano sull’ultimo sussidio a pioggia, soprattutto di questo parlo”, concludeva Mentana.

Jeff Bezos, nuovo record: primo nella storia con fortuna da 200 miliardi
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (22)
Carlo Pe
Carlo Pe 26.08.2020 20:01
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Giovanni Ferrero ha 57 anni non 85 caro Mentana
Carlo Tofani
Carlo Tofani 26.08.2020 20:01
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
va bene ma la sua fortuna è ereditata e vende crema di nocciole.. turche...
Gianni Paolinelli
Gianni Paolinelli 26.08.2020 16:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Sto leggendo di tutto e di più... ma nessuno si è mai domandato come mai non ci sia visione politica oltre che economica di questo paese??
Daniele Intorcia
Daniele Intorcia 26.08.2020 14:51
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
per mentana, purtroppo in italia non si ha interesse a far crescere le.imprese... ma a spremerle sul nascere..... aziende ultra innovative nate in sicilia (non mi fate far nomi) otacolata in tutti i modi.... ha trpvato sviluppo in turkia, india e kazakistan... ed e' leader mondiale nel settore ...(trasporto su rotaia) l.imprenditore non supera i 35 anni.... di fatto il nostro musk o bezos lo abbiamo ma ci piace laaciarlo nel dimenticatoio.... oltre che a snobbarlo e a non finanziarlo e farlo crescere come veramente potrebbe
26.08.2020 14:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Si sono trovati 10 miliardi di euro x il Rdc , ma non si sono trovati soldi per la Sanità e la scuola.Loro no .....peró 10 miliardi x il rdc si.Allora se si vuole si trovano i soldi...
26.08.2020 14:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Non si vuole di proposito investire ..perche i soldi se si vuole si trovano .Dai scusate.
Roberto Conti
Roberto Conti 26.08.2020 14:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ragioni : 1)Banche italiane in default tecnico da anni. Vivacchiano mezze agonizzanti con il sostegno dello Stato quindi nostro. Risultato , non finanziano le start-up. 2) I nostri cervelli fuggono all'estero e fanno molto bene. 3) Siamo un'economia in agonia come del resto tutti paesi europei.
Ferruccio Pogliani
Ferruccio Pogliani 26.08.2020 14:03
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
In italia per mettere su una impresa ci vogliono due cose :pazienza ( molta ) e bolli ( molti),in America bastano le buone idee.
luca bello
LucaBB 26.08.2020 13:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Per forza Mentana....fin che i governi di sinistra fanno scappare le aziende all estero cosa vuoi fare in italia...anzi sarà sempre peggio
Roberto Capaccioli
Roberto Capaccioli 26.08.2020 13:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
I governi di sinistra?    ahahahahahah.     E' la cultura del nostro Paese ad essere rimasta legata ad evasione fiscale e aiuti dal Governo in carica.  E tutti si adeguano.
ARGO COMPANY
ARGO COMPANY 26.08.2020 13:46
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Mentana ha ragione a metà 1) gli italiani innovano ancora ma. 2) visto che la tassazione è scandalosa in italia e l'imprenditore è sempre visto come un male oscuro in molti casi, appena hanno l'idea la brevettano e cedono i diritti a società anche loro ma estere con tassazione bassa. Noi dal 2011 abbiamo urlato allo scandalo del popolo evasore, et voilà capitali si sono spostati e di conseguenza anche le intelligenze che i capitali comprano sono emigrate. 3)in america  l'impresa è vista come qualcosa di sacro, perche porta lavoro e innovazione. 4) all'estero vi è un alta densità di ingegneri elettronici ed informatici (rispetto all'italia india e cina ci sepelliscono così come la germania  5) la visione della politica è di  facilitare al massimo la nascita di imprese e il fiorire di idee 6) l'accesso ai finanziamenti è veloce in USA in italia non esiste il crowdfunding (se non limitatamente) 7) le banche aiutano il processo innovativo consentendo investimenti VENTURE in imprese che quoteranno
luca bello
LucaBB 26.08.2020 13:46
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
L imprenditore è visto come un male oscuro dai governi di sinistra diciamo la verità...che per recuperare qualche centinaio di milioni di evasione , attraverso la burocratizzazione sfrenata, demotivano gli imprenditori e i giovani che vogliono creare un attività facendoci perdere decine di miliardi di PIL
Roberto Capaccioli
Roberto Capaccioli 26.08.2020 13:46
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
luca bello           Infatti negli anni dei Governi di cdx le imprese hanno prosperato le tasse abbassate                           e le start up  Vada a fare il politicante da un'altra parte! :-)))))))
alberto belli
alberto belli 26.08.2020 13:46
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ferrero non ha certo 80 anni...pensava al padre ormai morto da anni....
Guido Delleani
Guido Delleani 26.08.2020 13:40
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
bezos ha fatto perdere milioni di posti di lavoro
Vincenzo Imbesi
Vincenzo Imbesi 26.08.2020 13:07
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
sempre piu miliardi per i miliardari e sempri piu morti di fame per numero.. verso la rovina
Roberto Capaccioli
Roberto Capaccioli 26.08.2020 13:07
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Quelli che mettono ditino verso, o sono della tribù dei magna magna a tradimento o non hanno capito niente nella loro squallida vita.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email