🔥 Premium Stock Picks potenziati dall’ IA dI InvestingPro Ora con uno sconto del 50%APPROFITTA DELLO SCONTO

3 titoli cinesi da seguire nel 2024

Pubblicato 14.12.2023, 13:44
BAC
-
MSFT
-
TLIT
-
AMZN
-
NTES
-
EA
-
IXIC
-
VIPS
-
3333
-
MICNX0000PHK
-
JD
-
BABA
-

Perché questi tre titoli cinesi sono “strong buy”?

Alla fine del 2023, il mercato azionario cinese mostra una performance decisamente inferiore. Rispetto ai mercati emergenti (EM), i titoli sono scambiati a minimi storici. Allo stesso tempo, i titoli EM sono scambiati ai minimi di 50 anni contro i titoli USA, secondo una ricerca di Bank of America (NYSE:BAC) Global Investment Strategy.

Questo non sorprende. Non solo l’indebitato Evergrande (HK:3333) Group ha presentato istanza di fallimento presso un tribunale USA, ma anche Country Garden ha riportato problemi simili di mancati pagamenti dei debiti. Quest’ultimo è il più grande imprenditore immobiliare della Cina, e risente dell’effetto di Evergrande in quanto secondo più grande.

Poiché il patrimonio delle famiglie cinesi è fortemente legato al settore immobiliare (fino all’80%), la crisi ha avuto un effetto domino sull’intera economia cinese. Il 5 dicembre, Moody’s ha lanciato un avvertimento sul rating del credito cinese, abbassando il rating sul debito A1 della nazione da “stabile” a “negativo”.

Secondo la capo analista di Oxford Economics Louise Loo, comparsa su Squawk Box, ci vorranno almeno quattro anni prima che la crisi immobiliare in Cina si riduca:

“Comunque si guardino i dati, l’eccesso di scorte esistente sul mercato probabilmente impiegherà almeno altri quattro anni per ridursi, in assenza di una ripresa significativa della domanda”.

A loro volta, i titoli cinesi vengono riprezzati. L’iShares MSCI China ETF (MCHI), che replica la performance di mid-cap e grandi compagnie cinesi, è sceso del 17% sull’anno in corso. Ciononostante, alcuni titoli cinesi sfidano il trend di riprezzamento.

Dopo l’allentamento delle norme sul capitale in Cina a settembre, gli investitori esteri dovrebbero tenere d’occhio questi titoli.

NetEase, Inc

NetEase Inc (NASDAQ:NTES) è un ibrido fra Electronic Arts (NASDAQ:EA) e Azure di Microsoft (NASDAQ:MSFT). Oltre a generare entrate dallo sviluppo e dalla pubblicazione di videogiochi, comprese pubblicità all’interno dei giochi e tariffe di abbonamento, NetEase offre anche servizi di cloud computing. Questi ultimi sono impiegati dall’economia cinese digitalizzata, dagli enti governativi e dell’istruzione alle imprese.

Sull’anno in corso, NTES segna +38%. Oltre a giochi online e cloud computing, NetEase offre anche musica in streaming. Tutti e tre i segmenti continuano a crescere e hanno raggiunto un incremento del fatturato del 12% su base annua, secondo l’ultima call sugli utili del Q3.

Allo stesso modo, anche il margine di profitto lordo è migliorato significativamente, dal 56% dello stesso trimestre di un anno fa, al 62%, lasciando alla compagnia maggiori profitti da reinvestire. NetEase ha drasticamente battuto le aspettative sugli utili per azione (EPS) di 1,65 dollari a 13,3 dollari per azione.

Disponibile come American depositary shares (ADS) (NTES), dieci analisti sentiti da Nasdaq definiscono il titolo NetEase “strong buy”. Il prezzo obiettivo medio per NTES è di 135,35 dollari rispetto agli attuali 105,80 dollari. La stima alta è 150 dollari, mentre quella bassa è 117 dollari, ben al di sopra del prezzo attuale.

VipShop Holdings

Vipshop Holdings Limited (NYSE:VIPS) è la risposta cinese a Target: brand famosi a prezzi scontati. Poiché la compagnia negozia direttamente con i brand per avere partnership esclusive, evita i costosi intermediari. E questo porta ad una riduzione del costo dei prodotti venduti (COGS). Insieme ad una diffusa rete di logistica, VipShop è una scelta sempre più popolare per lo shopping online di marchi convenienti.

VipShop ha riportato un aumento del fatturato del 5,3% negli utili del Q3, con il profitto lordo che ha raggiunto una crescita del 14,9% su base annua. Tuttavia, le spese operative della compagnia sono aumentate del 17,6% rispetto al 16,9% dello stesso trimestre di un anno fa. Questo soprattutto grazie ai maggiori sforzi di marketing per spingere il brand VipShop.

Come compagnia mid-cap valutata 8,5 miliardi di dollari, VIPS è più volatile, raggiungendo una performance sull’anno in corso del 9%. Quest’anno, questi alti e bassi sono stati particolarmente presenti grazie al programma di riacquisto azioni. A marzo 2023, VipShop ha messo da parte 500 milioni di dollari a questo proposito per i prossimi due anni.

Disponibile come ADS, (ciascuna rappresentante 2 azioni VIPS ordinarie), 11 analisti sentiti da Nasdaq reputano il titolo VIPS come “strong buy”. Il prezzo obiettivo medio per VIPS è di 18,42 dollari rispetto agli attuali 15,65 dollari. La stima alta è 20 dollari, mentre quella bassa è 15,5 dollari per azione.

JD.com, Inc

Con una performance decisamente inferiore persino in confronto a MCHI, con -56% rispetto a – 16% YTD rispettivamente, JD.com Inc Adr (NASDAQ:JD) rappresenta un investimento su un’opportunità di debolezza. Come piattaforma e-commerce completa, JD segue il business model integrato verticalmente di Amazon (NASDAQ:AMZN). Tuttavia, il principale rivale di JD è in Cina: Alibaba (NYSE:BABA).

Tutte e tre le compagnie hanno reti logistiche per una spedizione conveniente una volta concluso l’acquisto online. Come AWS di Amazon, anche JD offre servizi di cloud computing, mentre investe su robotica, Internet of Things (IoT) e IA.

Negli utili del Q3, JD.com ha riportato un aumento del fatturato dell’1,7% su base annua. Il flusso di cassa libero della compagnia è passato da 5,4 ad 8 miliardi di dollari per lo stesso periodo. A causa della disparità tra il rapporto P/E forward di JD pari a 9,52 e la media dell’e-commerce di 20,52, JD è fortemente scontato.

In base alle opinioni di 15 analisti raccolte da Nasdaq, JD è “strong buy”. Il prezzo obiettivo medio per JD è di 41,44 dollari rispetto agli attuali 25 dollari. La stima alta è 80 dollari, mentre quella bassa è 27 dollari, al di sopra del prezzo attuale. Il titolo JD è disponibile anche come ADS.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra politica del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su The Tokenist. Consultate la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale dei principali trend in campo finanziario e tecnologico.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.