📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Azioni Tesla: Un'altra Tegola in Arrivo con i Dazi dall'UE

Pubblicato 13.06.2024, 10:44
TSLA
-
IXIC
-

Clicca su “SEGUI” in alto per ricevere una notifica ogni volta che pubblico un nuovo articolo e commenta sotto l’articolo se vuoi un parere su un titolo o strumento.

Le azioni Tesla (NASDAQ:TSLA) potrebbero risentire negativamente dei nuovi dazi calcolati sulle sue auto prodotte in Cina e importate in Europa, dopo la decisione dell’Unione Europea di aumentare i dazi sui veicoli elettrici cinesi.

Nella giornata di ieri, la Commissione Europea ha imposto maggiori dazi per i produttori cinesi di veicoli elettrici, con un incremento fino al 38%. Questi dazi provvisori entreranno in vigore dal 4 luglio se l’UE non raggiungerà un accordo specifico con le autorità cinesi.

Malgrado Tesla (Nasdaq:TSLA) sia un’azienda americana, la Commissione Europea ha dichiarato che gli EV di Tesla potrebbero essere colpiti da un dazio calcolato individualmente.


Perché Tesla è Coinvolta

Questo dazio specifico è dovuto al fatto che gli EV di Tesla importati nell’UE provengono dalla Cina, dove a Shanghai opera una delle più grandi gigafabbriche di Tesla.

Nel 2023, Tesla ha consegnato 947.000 veicoli dalla sua fabbrica di Shanghai, di cui 600.000 destinati al mercato cinese e il resto esportato, secondo i media statali cinesi.


Possibili Dazi Più Bassi per Tesla

Valdis Dombrovskis, commissario UE per il commercio, ha riconosciuto la richiesta da parte di Tesla di tariffe di dazi più basse e ha dichiarato che la Commissione Europea valuterà più in profondità la situazione specifica di Tesla, anche in relazione ai sussidi che Tesla ha ricevuto in Cina, per valutare un eventuale diverso livello di dazi compensativi.
L’UE si è mossa in accordo con le misure recentemente prese negli Stati Uniti, dove l'amministrazione del presidente Joe Biden ha imposto dazi del 100% sulle auto elettriche cinesi.
Elon Musk ha affermato di non sostenere il recente annuncio del presidente Biden di una tariffa sui veicoli elettrici di fabbricazione cinese, dichiarando che né lui né Tesla avevano richiesto questi dazi.


Contraddizioni nelle Dichiarazioni di Musk

Elon Musk ha dichiarato di essere rimasto sorpreso quando l’amministrazione Biden ha annunciato la tariffa del 100% sulle importazioni di veicoli elettrici di fabbricazione cinese negli Stati Uniti, nel tentativo di impedire ai veicoli elettrici cinesi a basso costo di inondare il mercato statunitense.

La Casa Bianca ha affermato che i sussidi di Pechino stanno aiutando le aziende cinesi a produrre in eccesso prodotti a basso costo come pannelli solari e veicoli elettrici, che superano la domanda interna.
Quest’anno Tesla ha avuto difficoltà a causa dell’invecchiamento della flotta di veicoli elettrici, della domanda debole dei consumatori per i suoi veicoli e dell’aumento della concorrenza globale, in particolare in Cina.

I ricavi di Tesla sono scesi del 9% nel primo trimestre rispetto allo stesso periodo del 2023, e il prezzo delle azioni è sceso di quasi il 30% nel 2024. Dopo l’approvazione dei dazi, Elon Musk ha dichiarato che Tesla compete abbastanza bene nel mercato cinese senza dazi e senza sussidi, ed è quindi favorevole all’assenza di dazi. Al tempo stesso, Musk ha aggiunto di non essere d’accordo nemmeno con gli incentivi fiscali per i veicoli elettrici.


Fatturato e profitti di Tesla da Investing Pro+. Assicurati di sfruttare appieno il potenziale dei tuoi investimenti! Con il codice sconto “ferrarapro24“, hai diritto al 10% di sconto sul piano annuale di InvestingPro+.Accedi a strumenti avanzati come ProPicks, ProTips e molti altri per scoprire le azioni sottovalutate e sopravvalutate. Investi come i grandi fondi a meno di 9 dollari al mese!


Queste dichiarazioni di Musk sono in palese contraddizione rispetto a quelle di inizio anno, quando aveva suggerito la necessità di imporre dazi sugli EV importati dalla Cina, altrimenti le aziende cinesi produttrici di veicoli elettrici avrebbero schiacciato la concorrenza senza specifiche restrizioni commerciali.

Assicurati di sfruttare appieno il potenziale dei tuoi investimenti! Con il codice sconto “ferrarapro24“, hai diritto al 10% di sconto sul piano annuale di InvestingPro+.Accedi a strumenti avanzati come ProPicks, ProTips e molti altri per scoprire le azioni sottovalutate e sopravvalutate. Investi come i grandi fondi a meno di 9 dollari al mese!

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.