🔥 Premium Stock Picks potenziati dall’ IA dI InvestingPro Ora con uno sconto del 50%APPROFITTA DELLO SCONTO

Inflazione al consumo USA al centro dell'attenzione dei mercati finanziari

Pubblicato 10.05.2023, 09:29
Aggiornato 12.03.2024, 12:10
US500
-

Le preoccupazioni sulla crescita cinese, esacerbate dall'ultima lettura sulla bilancia commerciale, insieme alle attese pubblicazioni odierne sull'inflazione e con la saga del tetto del debito pubblico americano (a riguardo ieri nuova fumata nera nelle trattative), stanno spingendo gli investitori a mantenere un atteggiamento cauto. Ciò accade in un contesto già segnato da incertezza e agitazione per quanto riguarda la fiducia nel comparto bancario regionale americano. Nonostante tutto, la "paura" sembra essere ancora contenuta, come dimostra il fatto che il VIX ad un giorno sta scambiando a solo a 18,33 punti, lontano dai massimi raggiunti in prossimità delle passate pubblicazioni sull'inflazione.

VIX 1 giorno

Sebbene le scorse ultime sedute siano state caratterizzate dal ritorno ad una maggiore propensione al rischio e dal verde nei mercati azionari, ieri il sentimento è diventato più nervoso, con i rendimenti dei Treasury in crescita, i principali indici azionari in calo e il dollaro USA in rialzo.  

Inflazione al consumo in America che rappresenta oggi la principale attenzione nei mercati, in quanto determinante sul percorso della Fed e quindi sulla parte a breve della curva dei tassi Usa, con gli investitori che faticano ad allinearsi con la rotta programmata dalla Fed – sebbene sia di navigazione a vista, tagli nell’anno sono stati quasi esclusi. Detto questo, i mercati invece continuano a prevedere circa 200 pb di tagli dei tassi da parte della Federal Reserve nei prossimi 12 mesi.

Proiezioni FED WATCH

Le stime indicano che l’inflazione complessiva sia aumentata dello 0,4% ad aprile, mantenendo il tasso annuale invariato al 5% (interrompendo una serie consecutiva di 9 mesi in calo). L’inflazione di fondo dovrebbe invece aumentare dello 0,4%, con un conseguente calo del tasso annuale al 5,5% dal 5,6%. La Fed ha lasciato intendere che l'aumento dei tassi di interesse della scorsa settimana potrebbe essere l'ultimo, ma il percorso in avanti continua a dipendere dall'inflazione. Powell ha tuttavia rimarcato come l'inflazione non scenderà così rapidamente, ma che ci vorrà del tempo. Il trend di disinflazione che si è instaurato negli ultimi mesi è possibile che possa continuare, ma non in linea retta. Intanto gli analisti di JPMorgan scommettono sui possibili movimenti dello S&P 500 a seconda della possibile lettura.
Possibile risposta S&P 500 alla pubblicazione dell'inflazione

Ieri il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incontrato i leader del Congresso sul tema del tetto del debito statunitense. Nel frattempo, a parte l'impegno a proseguire i negoziati, non ci sono stati molti segnali di progressi concreti nelle trattative. Tolto da entrambe le parti il rischio di default, le parti non sembrano trovare tuttavia punti di incontro nei negoziati, probabilmente sottovalutando l’effetto. La cosiddetta data X è ancora lontana per trovare una soluzione, poiché sia i democratici che i repubblicani sono incentivati a cercare di usare la loro leva politica nei negoziati. Prevale ottimismo su una conclusione positiva dei negoziati, sebbene si osservino divergenze sulle tempistiche da parte di diversi analisti, con attese per lo più concentrate tra Luglio e Settembre, Uno scenario che presumo come il Congresso possa approvare una proroga fino al 30 settembre, con la conclusione dell'anno fiscale.

Possibili scenari sulla saga del tetto del debito pubblico

Gabriel Debach
eToro Italian Market Analyst
 
Disclaimer: Il contenuto di questa newsletter è di natura informativa ed educativa e non può essere considerata come attività di consulenza finanziaria né come raccomandazione all’investimento.
Performance passate non sono indicative di performance future. Il trading è rischioso e si raccomanda di rischiare solo il capitale che si è disposti a perdere.
Dovresti chiedere consiglio a un consulente finanziario indipendente e debitamente autorizzato e assicurarti di avere la propensione al rischio, l'esperienza e la conoscenza opportune prima di decidere di investire. In nessuna circostanza eToro si assumerà alcuna responsabilità nei confronti di persone fisiche o giuridiche per (a) qualsiasi perdita o danno, interamente o parzialmente causati da, dovuti a, o relativi a qualsiasi transazione legata ai CFD o (b) qualsiasi danno diretto, indiretto, speciale, consequenziale o incidentale.
I mercati delle criptovalute sono servizi non regolamentati e non sono controllati da nessun quadro normativo specifico europeo (incluso il MiFID) o nelle Seychelles. Pertanto, quando utilizzi il nostro Servizio di Trading di Criptovalute non potrai beneficiare delle protezioni disponibili per i clienti che ricevono servizi di investimento regolamentati (a seconda dei casi) dal MiFID, come l'accesso al Cyprus Investor Compensation Fund (ICF)/al Financial Services Compensation Scheme (FSCS) e al Financial Ombudsman Service per la risoluzione delle controversie, né delle protezioni disponibili ai sensi del quadro normativo delle Seychelles.
 

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.