Ultime Notizie
0

Lira turca pronta al riscatto con l’impennata dei mercati Forex emergenti

Da Investing.com Italia Forex12.02.2019 14:34
it.investing.com/analysis/la-lira-turca-potrebbe-rafforzarsi-con-limpennata-dei-mercati-forex-emergenti-200224137
Lira turca pronta al riscatto con l’impennata dei mercati Forex emergenti
Da Investing.com Italia   |  12.02.2019 14:34
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

di Geoffrey Smith

Le valute dei mercati emergenti hanno iniziato l’anno in modo straordinario. Il rallentamento dell’economia mondiale ha costretto la statunitense Federal Reserve a sospendere i suoi aumenti dei tassi di interesse e la Banca centrale europea (BCE) a rinviare un simile intervento.

Il sospiro di sollievo sui mercati emergenti è stato evidente: il dollaro è crollato dell’1,9% contro il peso messicano, del 4,2% contro il rand sudafricano e di ben il 5,9% contro il rublo russo. Ma una delle principali protagoniste sui mercati emergenti è passata inosservata, ingiustamente, agli occhi di qualcuno.

La lira turca è salita di solo lo 0,3% contro il dollaro sull’anno in corso, malgrado il supporto dei tassi di interesse alle stelle, il rapido miglioramento del bilancio di pagamenti e gli incoraggianti, seppur ancora lenti, segni di progresso nel contrastare gli alti livelli di debiti aziendali. Chiaramente, il ricordo del tonfo dello scorso anno, quando la lira è crollata del 45% nei sei mesi terminati ad agosto con il Presidente Recep Tayyip Erdogan che ha fatto pressioni sulla banca centrale affinché non alzasse i tassi di interesse, è ancora fresco e doloroso. La fiducia nei confronti di una banca centrale e di una valuta si distrugge in pochissimo tempo ma per riconquistarla possono volerci mesi o persino anni.

Il tonfo dello scorso anno però, sebbene chiaramente scatenato dalla politica nazionale, è avvenuto sullo sfondo dell’aumento dei tassi di interesse del dollaro e delle aspettative che anche la BCE avrebbe gradualmente alzato il suo tasso di riferimento. Queste prospettive sono ora cambiate e i timori che le grandi banche europee come Unicredit (MI:CRDI), ING (AS:INGA) e BBVA (MC:BBVA) avrebbero ritirato risorse dalle filiali locali scatenando una stretta creditizia si sono rivelati infondati.

“Al momento, preferiamo la lira al rublo o al rand”, afferma Charles Robertson, a capo della ricerca dello specialista dei mercati emergenti Renaissance Capital. Secondo lui l’assenza di una ripresa dallo scorso anno ha lasciato la lira al 20% al di sotto del suo tasso medio a lungo termine.

Inoltre, il tasso ufficiale turco sulle operazioni pronti contro termine settimanale - al 24% da settembre - implica che la lira offre enormi riporti positivi contro valute come il dollaro o l’euro ed un considerevole sovrapprezzo persino rispetto ai rivali dei mercati emergenti come il Sud Africa (con un tasso al 6,75%) o la Russia (con il 7,75%). La banca centrale del paese, che sta ancora ricostruendo la sua credibilità, ha promesso, in seguito all’ultimo vertice di politica monetaria, di non tagliare i tassi in modo prematuro, sebbene abbia abbassato le previsioni sull’inflazione per quest’anno ed il prossimo. L’inflazione è ancora al tasso annuo del 20,35%.

Muhammet Mercan, economista di ING, ritiene che la banca centrale non taglierà i tassi almeno fino a giugno, quando gli effetti base consentiranno un calo “convincente” del tasso di inflazione annuo.

Chiaramente si prospettano ancora dei rischi: L’annuncio della scorsa settimana del governo circa la possibilità di nazionalizzare Isbank, la principale banca quotata in borsa del paese, fornisce segnali preoccupanti; gli analisti di BBVA sottolineano che la ristrutturazione dei debiti aziendali, dopo un decennio di dollari economici, debba essere accelerata. Dal punto di vista geopolitico, il richiamo previsto delle truppe USA dalla Siria settentrionale potrebbe dar luogo a vari incidenti: non solo Erdogan compete per l’influenza nella regione con Iran, Arabia Saudita e Russia, ma rischia un nuovo scontro con gli Stati Uniti per i curdi siriani, che sospetta stiano aiutando i ribelli curdi in Turchia.

Resta anche il rischio di interferenza nella politica economica: il partito di Erdogan a fine marzo dovrà affrontare elezioni municipali ed amministrative in tutto il paese. Ma per il momento ci sono segnali che il governo ritiene di avere più da perdere che da guadagnare nel rinnovare il suo assalto alla banca centrale.

Almeno per gli investitori esteri il sentimento nei confronti della Turchia sta migliorando. Il Ministero delle Finanze è riuscito a vendere bond sia in dollari che in euro senza problemi a gennaio. Se il governo riuscirà a convincere anche il suo popolo del fatto che non ripeterà gli errori dello scorso anno, la ripresa della lira potrebbe essere netta.

Lira turca pronta al riscatto con l’impennata dei mercati Forex emergenti
 

Articoli Correlati

Lira turca pronta al riscatto con l’impennata dei mercati Forex emergenti

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti
Franco Garofalo
Franco Garofalo 13.02.2019 8:41
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Analisi interessante. Ad ogni modo la TL è sottoposta ad influssi ancora troppo forti dei decisori politici, che spesso reagiscono in modo scomposto alle dinamiche regionali, nel confronto fra le potenze soprattutto sullo scenario siriano. Questo genera una politica economica abbastanza ondivaga, non di rado sotto il segno dell’improvvisazione. Il governo magari rinuncerà a mettere i piedi nel piatto della Banca Centrale, dato che garante dell’autonomia di questa è il ministro Albayrak; ma è vero pure che il presidente è capace di cambiare un ministro fra il pranzo è la cena... Detto questo, per gli investitori un livello accettabile di scambio per stimolare l’ acquisto di Lire, attualmente si colloca fra le 6 e 7 TL contro euro.
Rispondi
0 0
Franco Garofalo
Franco Garofalo 13.02.2019 8:41
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Analisi interessante. Ad ogni modo la TL è sottoposta ad influssi ancora troppo forti dei decisori politici, che spesso reagiscono in modo scomposto alle dinamiche regionali, nel confronto fra le potenze soprattutto sullo scenario siriano. Questo genera una politica economica abbastanza ondivaga, non di rado sotto il segno dell’improvvisazione. Il governo magari rinuncerà a mettere i piedi nel piatto della Banca Centrale, dato che garante dell’autonomia di questa è il ministro Albayrak; ma è vero pure che il presidente è capace di cambiare un ministro fra il pranzo è la cena... Detto questo, per gli investitori un livello accettabile di scambio per stimolare l’ acquisto di Lire, attualmente si colloca fra le 6 e 7 TL contro euro.
Rispondi
0 0
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email