🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Le medie mobili indicano che i tori sono tornati

Pubblicato 15.05.2024, 17:11
US500
-
DX
-

Segnali di media mobile

Considerando che il mercato tende ad anticipare l’economia di sei mesi o più, possiamo utilizzare i segnali di mercato a più lungo termine per aiutarci a gestire il rischio di una recessione.

Da diversi anni produciamo un “rapporto sulla fascia di rischio “ settimanale nel Bull Bear Report. Tale rapporto contiene diverse misure di analisi, come mostrato di seguito.

  • La tabella mette a confronto la performance relativa di ciascun settore e mercato con l’indice S&P 500.
  • “Il “MA XVE” (Moving Average Crossover) è determinato dall’incrocio positivo o negativo della media mobile settimanale a breve termine con la media mobile settimanale a lungo termine.
  • L’intervallo di rischio è funzione del prezzo di chiusura di fine mese e della “scommessa” del settore o del mercato. (Gli intervalli si azzerano il 1° di ogni mese).
  • La tabella mostra la deviazione dei prezzi sopra e sotto le medie mobili settimanali.

Risk-Range Report Explaination

Per questa analisi ci concentreremo sulla colonna all’estrema destra. Tutti i principali mercati e settori (ad eccezione di US dollar) si trovano attualmente su un crossover rialzista delle medie mobili. Trattandosi di dati settimanali, i movimenti sono più lenti e tendono a fornire segnali migliori per aumentare e ridurre il rischio del portafoglio.

Un grafico semplice

Tuttavia, questi segnali sono utili per proteggersi dall’inizio di una recessione o solo da una flessione del mercato più prolungata come quella che abbiamo visto nel 2022? Il grafico seguente utilizza una semplice analisi di incrocio delle medie mobili settimanali per determinare dove gli investitori dovrebbero considerare di aumentare o ridurre il rischio dell’esposizione azionaria.

Simple Weekly Moving Average Crossover Analysis

Nel 2000 e nel 2008, il segnale di crossover della media mobile ha avvertito gli investitori dell’arrivo di una recessione con 9 e 12 mesi di anticipo rispetto al suo effettivo manifestarsi. Anche i segnali delle medie mobili settimanali hanno innescato un segnale di vendita all’inizio del 2022, prima del calo di ~20, sebbene il NBER non abbia ancora riconosciuto una recessione.

In particolare, questi segnali non sono sempre perfetti. Il calo è stato così rapido nel 2020 durante la chiusura per pandemia che i segnali di riduzione e aumento dell’esposizione hanno coinciso con il mercato. Tuttavia, prestare attenzione a questi segnali delle medie mobili nel lungo periodo può fornire agli investitori una preziosa tabella di marcia da seguire.

 

I segnali di acquisto rialzisti tendono a essere corretti

Tornando al “risk range report” di cui sopra, un’analisi della fine del 2021 ha avvertito i nostri lettori che il deterioramento del mercato stava aumentando. Il rapporto che segue è tratto dal Bull Bear Report del 6 ottobre 2022:

“La pressione di vendita è continuata questa settimana, portando quasi tutti i settori e i mercati a deviazioni a due cifre sotto le medie mobili settimanali a lungo termine. Tali estremi non sono sostenibili e quando tutti i mercati e i settori sono così ipervenduti, un rally riflessivo diventa altamente probabile”.

La tabella seguente mostra che in quasi tutti i settori e mercati sono stati attivati segnali di vendita delle medie mobili ribassiste. All’epoca, tuttavia, i titoli dei media erano pieni di “morte del dollaro”, avvertimenti di recessione e allarmi di mercato orso. Tuttavia, tali estremi negativi spesso coincidono con i bottom dei mercati.Risk-Range Report

Inoltre, anche il sentiment e le allocazioni degli investitori erano estremamente negativi.

Market Greed/Fear Index

Naturalmente, come sappiamo ora con il senno di poi, l’ottobre 2022 ha segnato il fondo del mercato e le previsioni di recessione sono svanite nel nulla.

Da allora il mercato si è ripreso e i segnali di vendita delle medie mobili ribassiste si sono trasformati in segnali di acquisto rialzisti. Come discusso nel Bull Bear Report dello scorso fine settimana, sebbene il mercato sia ipercomprato e sia probabile un consolidamento o una correzione, con tutti i principali mercati azionari e obbligazionari con segnali di acquisto rialzisti, il mercato non prevede l’inizio di una recessione.

Risk Range Report

 

Risk Range Report

Inoltre, anche il sentimento e le allocazioni degli investitori sono rialzisti, il che sostiene l’aumento dei prezzi.

Fear/Greed Index

Le correzioni tendono alle opportunità

Questo significa che i mercati saranno privi di correzioni a breve termine? Certo che no. Abbiamo appena sperimentato una correzione del 5,5% in aprile. Inoltre, le correzioni durante le fasi di avanzamento dei mercati si verificano ogni anno e tendono ad essere opportunità per aumentare l’esposizione azionaria, se necessario.

 

Annual vs Intrayear Gain/Loss

Sebbene alcuni eventi inaspettati ed esogeni possano far precipitare i mercati, il mercato ha una lunga storia di anticipazione delle recessioni ben prima che gli economisti e i media tradizionali le riconoscano.

Con la pletora di “commentatori da poltrona” che puntano su ogni dato come indicatore di sventura economica per ottenere più click e visualizzazioni, suggeriamo di sedersi e prestare attenzione ai mercati. Dato che il mercato rappresenta un vasto gruppo di individui che analizzano ogni possibile dato, i segnali forniti dal mercato tendono a essere più affidabili da seguire.

Quando i segnali di acquisto delle medie mobili settimanali rialziste inizieranno a invertirsi, uno dopo l’altro, sapremo che è arrivato il momento di diventare sempre più consapevoli del rischio.

Al momento, il mercato suggerisce che rimanere in cash potrebbe essere un errore quando si tratta di raggiungere gli obiettivi pensionistici.

 

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.