Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Dollaro stabile dopo i dati USA perlopiù deludenti

Valute21.12.2017 14:55
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters. Dollaro stabile dopo i dati USA perlopiù deludenti

Investing.com - Il dollaro rimane stabile contro le altre principali valute questo giovedì, dopo la pubblicazione dei report economici statunitensi perlopiù deludenti.

I volumi degli scambi si ridurranno sempre di più nel corso della settimana, in vista delle feste natalizie.

Il Dipartimento per il Lavoro ha reso noto che il numero delle nuove richieste di sussidio di disoccupazione nella settimana terminata il 15 dicembre è salito a 245.000 unità. Gli analisti si aspettavano un aumento a 231.000 unità.

In un secondo report si legge che l’economia statunitense è cresciuta del 3,2% nel terzo trimestre, una lettura rivista al ribasso da quella precedente pari al 3,3%.

Positivo invece il report della Federal Reserve Bank of Philadelphia da cui è emerso che l’indice manifatturiero è salito a 26,2 questo mese dalla lettura di novembre di 22,7.

Il biglietto verde sembra non aver risentito della notizia che la Camera dei Rappresentanti ieri ha dato l’approvazione finale alla più grande riforma fiscale statunitense degli ultimi 30 anni, una importante vittoria politica per il Presidente Donald Trump.

L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, è pressoché invariato a 92,95 alle 08:50 ET (12:50 GMT), staccandosi dal minimo di due settimane e mezzo della seduta precedente di 92,76.

L’euro e la sterlina scendono, con la coppia EUR/USD giù dello 0,10% a 1,1860, mentre il cambio GBP/USD è in calo dello 0,17% a 1,3352.

Lo yen è stabile, con la coppia USD/JPY a 113,42, mentre il cambio USD/CHF sale dello 0,28% a 0,9896.
Come previsto, la Banca del Giappone ha lasciato invariata la politica monetaria questa mattina.

La banca centrale ha sottolineato inoltre che l’inflazione è ancora lontana dall’obiettivo del 2% nonostante l’economia in crescita.

Il dollaro australiano è in salita, con la coppia AUD/USD su dello 0,25% a 0,7686, mentre il cambio NZD/USD è stabile a 0,7011.

La coppia USD/CAD scende dello 0,66% a 1,2750 dopo che Statistics Canada ha reso noto che le vendite al dettaglio sono aumentate dell’1,5% ad ottobre, molto più dello 0,3% previsto.

Dai dati è emerso inoltre che l’indice dei prezzi al consumo è salito dello 0,3% a novembre, più dello 0,2% previsto.

Dollaro stabile dopo i dati USA perlopiù deludenti
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email