Ultime Notizie
Ricevi uno sconto del 40% 0
NVDA è da 🟢 comprare o 🔴 da vendere? Trova ora

Atterraggio o meno, la Fed taglierà i tassi solo se l’inflazione scenderà

Pubblicato 30.11.2023 10:35
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters
 
EUR/USD
+0,05%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

di Ipek Ozkaderskaya, Senior Analyst Swissquote

Il rally delle obbligazioni statunitensi è continuato a pieno ritmo ieri e le obbligazioni sono destinate a registrare il loro mese migliore dalla crisi finanziaria globale questo novembre. Il rendimento dei titoli statunitensi a 2 anni è crollato ieri a quasi il 4,60% dal quasi 5% di inizio settimana. Mentre il rendimento a 10 anni è rimbalzato dopo aver toccato il 4,25%. Ciò comporta un calo di quasi 40 punti base per il rendimento statunitense a 2 anni e di 25 punti base per il rendimento statunitense a 10 anni in soli tre giorni.

Sebbene sia noto che un calo più rapido dei rendimenti a breve termine significa che il mercato è impegnato a fissare i prezzi per i tagli dei tassi (cosa che sappiamo che farà), tuttavia l’ampiezza del movimento è relativamente grande.

Pubblicato ieri, il PIL statunitense del terzo trimestre è stato rivisto a un sorprendente +5,2% rispetto al già elevato 4,9% riportato in precedenza. La componente della spesa al consumo è stata rivista leggermente al ribasso e la pressione sui prezzi è apparsa più attenuata di quanto annunciato in precedenza. Ma potremmo facilmente affermare che la performance dell’economia statunitense nel terzo trimestre ha reso gelosa la Cina! Se si scava più a fondo: anche se il PIL superiore al 5% di ieri avrebbe potuto essere un ottimo innesco per un rimbalzo dei rendimenti obbligazionari statunitensi e del dollaro – nella convinzione che l’economia statunitense sia abbastanza forte da consentire alla Federal Reserve (Fed) di mantenere i tassi 'alti a lungo' - sono emerse anche le preoccupazioni (o speranze) che questa incredibile performance non possa durare!

E indovina cosa? Le previsioni GDP Now della Fed di Atlanta – che prevedevano magnificamente la performance superiore alla media del mese scorso – puntano ora a un forte calo della crescita del PIL statunitense nel trimestre in corso a circa il 2%. Si noti che una crescita del 2% negli Stati Uniti è ancora superiore alla media e non dovrebbe essere sufficiente a convincere la Fed a iniziare a tagliare i tassi troppo presto se il rallentamento dell’inflazione rimane insufficiente. Ma se l’inflazione rallenta, nulla impedirà la corsa dei trader sui bond.

Oggi tutti gli occhi sono puntati sull’indice PCE statunitense, l’indicatore di inflazione preferito dalla Fed. Il PCE principale potrebbe essere sceso dal 3,4% al 3,0% in ottobre, mentre il PCE core è sceso dal 3,7% al 3,5%. Un dato più debole del previsto potrebbe alimentare ulteriormente le aspettative di un taglio anticipato della Fed, mentre un insieme di dati più forti del previsto dovrebbe, in teoria, calmare l’entusiasmo accomodante e portare ad un rimbalzo dei rendimenti. Attualmente, l’attività sui futures sui fondi Fed dà quasi l’80% di probabilità di un taglio del tasso della Fed a maggio, e la probabilità di un taglio a marzo è del 50-50.

L'EUR/USD si ritira nonostante il dollaro debole.

Il rally dei mercati obbligazionari statunitensi e il crollo dei rendimenti statunitensi pesano sul dollaro statunitense. L’USD/JPY ha prolungato il suo calo e trova venditori al di sopra della 100-DMA, mentre l’EUR/USD non è riuscito a estendere i guadagni oltre la soglia di 1,10 poiché ieri i dati sull’inflazione di alcuni paesi dell’Eurozona sono stati piuttosto deboli. L'inflazione spagnola è scesa più del previsto al 3,2%, mentre l'inflazione tedesca è scesa più del previsto al 2,3% a novembre. L’inflazione aggregata dell’Eurozona sarà pubblicata dopo i dati francesi e italiani di questa mattina, e il rallentamento dell’inflazione potrebbe mettere le ali all’euro oltre il livello di 1,10 – anche se non è impossibile vedere la coppia superare questo livello a causa della debolezza dell’USD.

Il petrolio greggio rimbalza prima della decisione dell’OPEC

Si prevede che oggi l'OPEC annunci una decisione molto attesa riguardo la sua strategia di approvvigionamento. Il barile di greggio statunitense è tornato a 78 dollari al barile, ed è pronto a superare la 200-DMA se l’Arabia Saudita otterrà uno sforzo congiunto da parte degli altri membri per ridurre l’offerta.

Naturalmente, l’OPEC farà del suo meglio per portare dalla sua parte i rialzisti del petrolio quando annuncerà la sua decisione oggi. Ma quando le aspettative sono alte, è più difficile soddisfarle. Pertanto, se un rally post-decisione non riuscisse a mandare il prezzo sopra il livello di 81$ al barile, il supporto critico di Fibonacci del 38,2% sul selloff da settembre a novembre che dovrebbe distinguere tra l’attuale tendenza ribassista e il consolidamento rialzista, potrebbe rappresentare un buon punto d’uscita.

COP28.

Questa settimana 70.000 persone sono volate a Dubai per parlare di come ridurre le emissioni di carbonio. 70.000 persone. Restare dov’erano sarebbe stato sicuramente un primo passo per acquisire credibilità su come ridurre le emissioni. E questo non rappresenta comunque tutte le assurdità di questo vertice COP. Sarà infattii l’amministratore delegato della Compagnia petrolifera nazionale di Abu Dhabi a guidare il vertice di questa settimana. Sì, l’amministratore delegato di un’azienda che può sopravvivere solo mantenendo le emissioni di carbonio dove sono. Inoltre, l’industria dei combustibili fossili è stata invitata a partecipare più di qualsiasi altra COP da quando le riunioni sono iniziate nel 1995. D’altra parte, niente dice “salviamo il pianeta” come un vertice guidato da un grande amministratore delegato del settore petrolifero!

Atterraggio o meno, la Fed taglierà i tassi solo se l’inflazione scenderà
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (6)
Andrea Beltrami
Andrea Beltrami 30.11.2023 16:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
luride m'erde nascondete la verità
davide mancino
davide mancino 30.11.2023 12:20
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Pil 5,2, lavoro fortissimo e pensate a taglio tassi? Scommettete sul Lecce campione d'Italia, avete più opportunità di vincere, fidatevi.
Antonio Sepe
Antonio Sepe 30.11.2023 12:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
ma ci hai rotto proprio , tu stesso fino adesso hai detto inflazione e scesa adesso dici i tagli solo se inflAzione scenderà , siete dei manipolatori imbroglioni
Fabio Pretelli
Fabio Pretelli 30.11.2023 12:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
chissà perché le conferenze non le fanno mai in Alaska, Siberia o altri posti sperduti. la conferenza sul clima la fanno in casa di chi vende il petrolio...
salva vitti
salva vitti 30.11.2023 11:10
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
turismo comferenziale. niente piu
alessandro gagliardi
alessandro gagliardi 30.11.2023 10:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Quindi e' come chiedere ad un pasticcere consigli dietetici....
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email