Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Esclusiva - Bce manterrà "floor" per tassi mercato, ma con occhio a domanda - fonti

Pubblicato 29.02.2024, 09:37
Aggiornato 29.02.2024, 09:45
© Reuters. Una veduta dell'insegna della Banca Centrale Europea (Bce), a Francoforte, Germania, 14 settembre 2023. REUTERS/Wolfgang Rattay/File Photo

FRANCOFORTE (Reuters) - La Banca centrale europea continuerà ad avere un "floor", ossia un livello minimo, per i tassi di interesse di mercato nei prossimi anni, ma le banche avranno un ruolo maggiore nel decidere di quanta liquidità vogliono disporre.

Lo hanno detto quattro fonti a Reuters.

La Bce sta rivedendo il modo in cui orientare i tassi di interesse a breve termine in una nuova fase in cui l'inflazione è più alta e la consistente quantità di liquidità immessa nel sistema bancario attraverso i programmi di stimolo degli ultimi dieci anni non solo non è più necessaria, ma crea persino alcuni effetti collaterali indesiderati.

Per gran parte degli ultimi dieci anni il meccanismo è stato semplice: Francoforte ha mantenuto i tassi a zero o sotto zero e ha inondato le banche di più liquidità di quanto gliene occorresse attraverso l'acquisto di obbligazioni e prestiti, per incoraggiarle a concedere prestiti e ravvivare un'inflazione allora troppo bassa.

Questo ha eliminato la necessità per le banche di chiedere prestiti dalla Bce e ha vincolato il tasso overnight che le banche si applicano reciprocamente a quello che la Bce paga sui depositi.

Tale sistema deve essere modificato ora che i tassi di interesse sono ben al di sopra dello zero e che le consistenti quantità di riserve in eccesso non sono necessarie - ma stanno addirittura causando enormi perdite alla Bce e ad alcune delle 20 banche centrali della zona euro.

I banchieri centrali riuniti a Francoforte la scorsa settimana hanno concordato che la Bce si atterra` ad un sistema basato su un "floor" - l'imposizione di un livello minimo - in cui la banca centrale fissa di fatto il tasso più basso al quale le banche si prestano denaro reciprocamente, hanno detto le fonti parlando in condizione di anonimato visto che le decisioni sono riservate.

Ma c'è un'importante novità: la Bce non deciderà in modo autonomo quanta liquidità fornire al sistema bancario una volta terminato il drenaggio delle riserve in eccesso tra qualche anno, hanno aggiunto le fonti.

I banchieri centrali hanno infatti concordato che le banche commerciali contribuiranno a determinarla prendendo in prestito le riserve di cui hanno bisogno dalla Bce, in modo simile a quanto sta facendo la Banca d'Inghilterra.

Per facilitare questo processo, Francoforte renderà più economico il prestito per le banche abbassando il tasso delle aste settimanali di liquidità, attualmente al 4,5%, e avvicinandolo al tasso di deposito del 4,0%.

Questo "corridoio stretto" ridurra` le sanzioni pecuniarie e lo stigma per le banche a corto di liquidità, soprattutto nella fase di transizione.

I policymaker hanno inoltre concordato di tollerare alcune fluttuazioni dell'Euro Short-Term Rate (Estr), il parametro di riferimento del mercato interbancario, intorno al tasso di deposito della Bce.

© Reuters. Una veduta dell'insegna della Banca Centrale Europea (Bce), a Francoforte, Germania, 14 settembre 2023. REUTERS/Wolfgang Rattay/File Photo

Le fonti prevedono che questo nuovo framework - noto nel linguaggio del mercato come "demand-driven floor", cioè un livello minimo orientato dalla domanda - sara` annunciato il mese prossimo, potenzialmente già nella riunione non politica della Bce del 13 marzo.

Un portavoce Bce non ha voluto commentare la notizia.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Valentina Consiglio)

Ultimi commenti

Ladri!
Cara CRHISTINE IMMACOLATA Lagarde: Giovedì, 07/03/2924 devi abbassare i Tassi!! Le Famiglie, con i Mutui a Tasso VARIABILE, le stai STRANGOLANDO!!
fin quando le banche non soddisferanno e saranno sazie della loro fame di utili .... e considerato gli arretrati... la vedi assai dura nel 2024 anche un solo ribasso di 1/4 punto.
La Lagarde rappresenta il mondo banca europeo, la Bce è il sindacato delle banche ( VEDI L'ABI) e Grazie anche a chi ha protetto le banche dalla tassazione sugli extra ptofitti le famiglie vengono strozzate a loro piacimento.... In Spagna (dove la crescita è dell1, 2%) le banche hanno pagato : in Italia i ns. politici lobbysti hanno fatto in modo che gli extra profitti siano stati destinati a riserve e dicono per migliorare la solidità delle banche stesse (ove ce ne fosse ancora bisogno!!)...PECCATO che le riserve vengono depositate dal 01.01.1999 presso BCE vengono remunerate alle stesse banche depositanti al 4%.... LA SITUAZIONE È GRAVE MA NON È SERIA
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.