Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Goldman Sachs prevede un aumento dei prezzi delle materie prime a causa della riduzione dei tassi di interesse

Pubblicato 21.02.2024, 12:46
Aggiornato 21.02.2024, 12:50
© Reuters.

I prezzi delle materie prime hanno recentemente riflesso i cambiamenti nelle aspettative del mercato riguardo agli aggiustamenti dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve, come hanno osservato martedì gli analisti di Goldman Sachs.

In prospettiva, gli analisti prevedono che il mercato delle materie prime beneficerà della riduzione dei tassi di interesse, "motivata da una politica più accomodante della Federal Reserve (piuttosto che da un calo della crescita del PIL)", hanno dichiarato.

"Il duplice effetto della riduzione dei tassi di interesse sulla domanda e sull'offerta di materie prime crea un risultato teoricamente incerto per i prezzi delle materie prime", hanno osservato gli analisti.

"Tuttavia, nella pratica, osserviamo che l'aumento della domanda derivante dalla riduzione dei costi di mantenimento delle scorte e dall'aumento del PIL grazie a condizioni finanziarie più rilassate è il fattore prevalente", hanno proseguito.

L'influenza più sostanziale dell'allentamento della politica monetaria della Federal Reserve sarà probabilmente sui prezzi dei metalli industriali, in particolare del rame, e dell'oro; anche i prodotti petroliferi e il greggio ne trarranno beneficio, sebbene in misura minore.

La ricerca di Goldman Sachs ha invece rilevato che il gas naturale e le materie prime agricole non mostrano una reazione significativa dei prezzi alle variazioni dei tassi di interesse. Questa mancanza di reazione è dovuta a fattori specifici, come i modelli stagionali di stoccaggio e le condizioni climatiche, che hanno un'influenza maggiore.

È fondamentale notare, sottolineano gli analisti, che l'impatto delle riduzioni dei tassi di interesse sui prezzi del petrolio e dei metalli industriali non è immediatamente evidente, rafforzando la loro coerente opinione che il petrolio agisce principalmente come asset di transazione diretta.

"Calcoliamo che l'aumento dei prezzi del petrolio derivante da una diminuzione di 100 punti base dei rendimenti statunitensi a 2 anni, indotta dalla politica, si moltiplica dal 3% il giorno della riunione della Federal Reserve al 9% dopo uno o due anni", hanno detto gli analisti.

In sintesi, la valutazione di Goldman Sachs supporta le sue prospettive cautamente positive sulle materie prime.

Nello scenario che la società di brokeraggio descrive come un "atterraggio morbido", in cui la Federal Reserve abbassa i tassi di interesse in presenza di un'inflazione di base in decelerazione e di una crescita economica stabile, prevede che i metalli industriali, in particolare il rame, offriranno rendimenti favorevoli.

Al contrario, nello "scenario di non atterraggio", Goldman Sachs identifica il valore potenziale del petrolio e dei prodotti petroliferi come protezione dall'inflazione in condizioni economiche costanti, e del petrolio e dell'oro come protezione dai disordini geopolitici in caso di grave recessione economica.


Questo articolo è stato prodotto e tradotto con l'assistenza di AI e revisionato da un redattore. Per ulteriori informazioni, consultare i nostri Termini e condizioni.

Ultimi commenti

Bravi, non è ancora il momento di abbassare i tassi
magicamente oggi il gas americano fa +12, speculazioni delinquenziali lol
lo dite sempre, a forza di insistere una vola ci prenderete. ma per piacere
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.