🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

L'approccio di Apple all'intelligenza artificiale supera le aspettative del mercato - Lynx

Pubblicato 15.04.2024, 15:20
© Reuters.
AAPL
-
Il piano di Apple (NASDAQ:AAPL) per l'intelligenza artificiale è più sofisticato di quanto riconosciuto dagli analisti finanziari

Lynx Equity Strategies ha dichiarato che l'approccio all'intelligenza artificiale (AI) di Apple (AAPL) "è significativamente più sofisticato di quanto riconosciuto dagli analisti finanziari", mantenendo un obiettivo di valutazione di 220 dollari per le azioni della società.

La società di ricerca mantiene una prospettiva positiva su AAPL, prevedendo che sia le vendite di iPhone che il fatturato totale dell'azienda registreranno un leggero aumento nell'anno fiscale in corso.

Queste valutazioni fanno seguito alla pubblicazione di informazioni da parte di IDC che indicano che le spedizioni di iPhone sono diminuite del 10% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente, mentre le spedizioni di tutti i dispositivi mobili a livello mondiale sono aumentate del 7,6% nello stesso periodo. Di conseguenza, la quota di mercato degli iPhone è scesa al 17%, in calo rispetto al 20,6% dello stesso periodo dell'anno precedente.

"Sembra un dato negativo, vero? Tuttavia, questo rapporto non dovrebbe essere uno shock per gli investitori. Il rapporto potrebbe addirittura essere positivo per il valore delle azioni della società", hanno scritto gli analisti finanziari.

La società ha sottolineato che le previsioni di IDC sulla crescita delle vendite di iPhone sono coerenti con le previsioni generali del mercato, che prevedevano un calo del 9% annuo delle vendite.

Inoltre, l'aumento previsto del prezzo medio di vendita (ASP) degli iPhone è del 2,6% per il primo trimestre. Se si tiene conto di questo aumento del prezzo medio di vendita (ASP) nelle previsioni di IDC per le spedizioni, il calo del fatturato previsto è del 7,5%, una cifra più ottimistica rispetto alla proiezione generale del mercato che prevedeva un calo del 10,7%.

"La proiezione di IDC di un calo del 10% nelle vendite di iPhone dovrebbe essere una fonte di sollievo sullo sfondo delle cupe notizie dei media che parlano di un significativo calo a due cifre delle vendite in Cina", hanno dichiarato gli analisti.

"Molti investitori sembrano confondere le vendite di iPhone in Cina con quelle mondiali", hanno proseguito.

"In un precedente rapporto abbiamo affermato che la riduzione delle vendite di iPhone nel primo trimestre potrebbe essere dovuta alla particolare logistica di produzione pianificata da Apple e Foxconn per quel trimestre, piuttosto che a un inatteso calo della domanda dei consumatori".

Gli analisti ritengono che la produzione di iPhone aumenterà probabilmente nel secondo trimestre, o forse ha già iniziato a farlo a marzo.

Prevedono un aumento del 3% del fatturato degli iPhone per l'anno fiscale 2024, superando la previsione generale del mercato che prevede un aumento dell'1%.


Questo articolo è stato creato e tradotto con l'assistenza di AI e verificato da un redattore. Per ulteriori dettagli, consultare i nostri Termini e condizioni.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.