Ultime Notizie
0

Altria e BCE Inc.: titoli da dividendo pronti ad un’impennata nel 2019

Da Investing.com (Haris Anwar/Investing.com)Mercati azionari11.02.2019 08:28
it.investing.com/analysis/altria-e-bce-titoli-da-dividendo-che-potrebbero-vedere-unimpennata-nel-2019-200224117
Altria e BCE Inc.: titoli da dividendo pronti ad un’impennata nel 2019
Da Investing.com (Haris Anwar/Investing.com)   |  11.02.2019 08:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Con la Federal Reserve sempre più cauta e i rischi per la crescita economica ancora elevati, il 2019 sembra destinato ad essere un anno in cui possedere dei titoli da dividendo di qualità potrebbe essere la scelta giusta per qualsiasi portafoglio. Riteniamo che i titoli da dividendo schizzeranno nel 2019 ora che la Fed ha deciso di mantenere invariato il tasso di interesse di riferimento il 30 gennaio.

La scelta della banca centrale di aumenti più lenti dei tassi di interesse fornisce agli investitori un chiaro segnale del fatto che il rendimento dei bond, che compete direttamente con i titoli da dividendo, non salirà tanto velocemente come previsto inizialmente.

Sia i mercati dei future che quelli dei bond si sono adattati a questa realtà. I mercati dei future si aspettano ora alte probabilità che la Fed lasci i tassi invariati nel 2019. I Buoni del Tesoro a 5 anni adesso rendono circa il 2,44%, rispetto a oltre il 3% di novembre, il che al confronto fa diventare più attraente il rendimento più alto di molti titoli da dividendo.

Qualsiasi rischio di capitale a breve termine inerente all’acquisto di titoli da dividendo di alta qualità viene controbilanciato dall’idea di scommettere su pagatori di dividendi che sono soliti generare solide entrate per gli investitori tramite un prezzo del titolo crescente, spinto da utili robusti e da affidabili aumenti del dividendo. Ecco i due esempi che preferiamo:

1. Altria Group

Il rendimento del 6,50% del dividendo di Altria (NYSE:MO) è indubbiamente allettante. Altria, compagnia madre di Philip Morris USA, con marchi di alto profilo come Marlboro, Skoal e Nat Sherman e il cui titolo ha chiuso a 48,84 dollari venerdì, ha subìto un crollo di circa il 40% del suo valore dall’estate del 2017, tra le nuove norme governative e il calo del consumo di prodotti a base di tabacco tradizionali da parte degli adulti che hanno danneggiato il potenziale di crescita dell’azienda.

MO Weekly 2016-2019
MO Weekly 2016-2019

Pensiamo che questo tonfo si invertirà presto. Il nostro ottimismo sul fatto che le azioni di Altria abbiano raggiunto il fondo deriva dalle recenti mosse aggressive della compagnia per diversificare la base di entrate.

A dicembre, Altria ha investito 12,8 miliardi di dollari per acquisire una partecipazione del 35% in Juul, produttore di sigarette elettroniche che si era accaparrato il 75% del suo segmento di sigarette alternative in soli tre anni. Prima dell’accordo Juul, a inizio dicembre, Altria ha pagato 1,8 miliardi di dollari per una partecipazione del 45% nella compagnia di cannabis canadese Cronos Group (NASDAQ:CRON), uno dei principali produttori di marijuana della nazione, presente in molti paesi e con capacità di produzione sempre più in aumento.

Insieme alla sua partecipazione del 10% in Anheuser-Busch InBev (NYSE:BUD), il principale produttore di birra al mondo, ed una posizione adesso considerevole in Juul e Cronos, Altria rappresenta una buona scommessa a lungo termine, specialmente ora che il rendimento del suo dividendo è al massimo pluriennale. Nell’ultimo decennio, Altria ha effettuato alti aumenti percentuali ad una cifra del suo payout trimestrale. La compagnia ora paga annualmente 3,20 dollari ad azione, una somma che è cresciuta ogni anno negli ultimi 49 anni.

2. BCE Inc.

Se i titoli legati ai vizi non rientrano fra i vostri criteri di investimento, il principale operatore delle telecomunicazioni canadese, BCE (NYSE:BCE), potrebbe rappresentare un’opzione più allettante con cui costruire un crescente flusso di entrate fisse.

Dato il numero limitato di concorrenti e la forte domanda da parte della sua popolazione costituita sempre più da immigrati, il mercato delle telecomunicazioni canadese è un mondo redditizio per chi investe su titoli da dividendo.

BCE Weekly 2016-2019
BCE Weekly 2016-2019

La dominante posizione di mercato di BCE, gli enormi investimenti nelle nuove tecnologie e il succoso rendimento del dividendo annuo del 5,22% lo rendono un titolo allettante per gli investitori buy and hold. Il titolo, che venerdì ha chiuso a 43,23 dollari, è schizzato del 10% quest’anno dopo aver avuto una performance inferiore al mercato nel 2018.

Lo slancio dovrebbe persistere, soprattutto quest’anno con la Banca del Canada che sembra voler adottare un approccio cauto sulla politica dei tassi di interesse in seguito ai numerosi aumenti del 2018. Nell’ultimo decennio, BCE ha raddoppiato il suo payout del dividendo, al momento a 2,27 dollari ad azione l’anno, dimostrando la capacità della compagnia di generare stabili entrate da dividendi per i suoi fedeli investitori.

Morale della favola

Investire sui titoli da dividendo è un modo comprovato per guadagnare entrate regolari. Per essere efficace, un investitore sostanzialmente dovrebbe cercare compagnie che possano produrre flussi di cassa crescenti mantenendo al contempo un duraturo vantaggio competitivo all’interno del proprio settore. Sia Altria che BCE rispondono a questi requisiti.

Altria e BCE Inc.: titoli da dividendo pronti ad un’impennata nel 2019
 
Altria e BCE Inc.: titoli da dividendo pronti ad un’impennata nel 2019

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti
bruno arcuri
bruno arcuri 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Intesa fra due mesi stacca un dividendo del 10%.....che su base annua fa una cifra fuori dal mondo...una delle piu sane e miglori banche al mondo
Rispondi
2 3
Mostra risposte precedenti (1)
Edoardo Cribiori
Edoardo Cribiori 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
più sane e migliori?
Rispondi
0 0
Luca Fumagalli
Luca Fumagalli 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Il deprezzamento del 2018 è dovuto in gran parte alla congiuntura economica, al fatto che da aprile in poi l’incertezza politica ha fatto aumentare spread, debito etc etc. Posto che l’aggettivo migliore non si addice ad una banca, sig. Cribiori, perchè Intesa non dovrebbe essere sana? Mi spieghi.
Rispondi
0 0
Marco Brambilla
Marco Brambilla 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Questi sono i problemi dei titoli Italiani...staccano buoni dividendi e faticano poi a recuperare il loro valore
Rispondi
0 0
andrea monachesi
andrea monachesi 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Azimut è la *****in termini di sicurezza e dividendo
Rispondi
0 0
andrea monachesi
andrea monachesi 11.02.2019 16:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
R e g i n a
Rispondi
0 0
angelo colangelo
angelo colangelo 11.02.2019 16:00
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
bei suggerimenti... grazie
Rispondi
1 0
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email