Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Dopo anni di stabilità, torna la volatilità dei tassi di interesse. Ecco perché

Da Investing.com (Jason Martin/Investing.com)Obbligazioni07.06.2018 15:56
it.investing.com/analysis/dopo-anni-di-stabilita-torna-la-volatilita-dei-tassi-di-interesse-ecco-perche-200221361
Dopo anni di stabilità, torna la volatilità dei tassi di interesse. Ecco perché
Da Investing.com (Jason Martin/Investing.com)   |  07.06.2018 15:56
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Dopo parecchi anni di tassi di interesse bassi e di rendimenti desolanti dei debiti sovrani, la doppietta dell’aumento dell’incertezza politica e dell’inasprimento della politica monetaria ha fatto surriscaldare i mercati finanziari e sembra una sfida tra i due per chi causerà più volatilità.

  • L’incertezza politica europea ha spinto la volatilità sui mercati dei bond sovrani e sull’euro
  • Tentativi di politica monetaria interventista nei mercati emergenti per alleviare il caos del forex locale e i timori inflazionari
  • Ridotte le possibilità che la Fed corra in soccorso

La politica italiana e spagnola spinge al rialzo il rendimento dei bond e al ribasso l’euro

L’Italia ultimamente ha catturato l’attenzione sul fronte dell’incertezza politica.

I timori per la formazione del suo governo anti-establishment ed euroscettico hanno fatto schizzare il rendimento dei bond al massimo di quattro anni. Il selloff dei bond a 10 anni italiani (il prezzo dei bond ha un andamento inverso rispetto al rendimento) ha visto rimbalzare il rendimento del debito governativo di più di un punto percentuale al massimo del 3,388%. Con i partiti anti UE del Movimento 5 Stelle e della Lega che hanno formato un governo di coalizione, gli investitori temono che la possibilità di una frantumazione della zona euro sia di nuovo sul tavolo.

Italy 10-Y Yield Weekly
Italy 10-Y Yield Weekly

Sebbene i rendimenti siano ancora ben lontani dalla posizione del 7% vista all’apice della crisi della zona euro del 2011, i timori politici continuano a scatenare volatilità sui mercati italiani. All’inizio della settimana, è stato tirato un sospiro di sollievo quando il nuovo Ministro dell’Economia italiano Giovanni Tria ha dichiarato che nessuno dei partiti vuole lasciare l’Unione, riportando il rendimento dei bond del paese al 2,6%.

Tuttavia, negli ultimi due giorni si è registrato un nuovo aumento del rischio, con il Primo Ministro italiano Giuseppe Conte che ha promesso di incrementare le casse del paese indebitato, spiegando che le nuove spese saranno pagate dall’aumento della crescita economica.

I dubbi sulla fattibilità del suo piano di implementare un sistema di “flat tax”, nonché una serie di iniziative populiste che fanno parte della sua agenda, hanno allarmato i mercati, spingendo nuovamente il rendimento verso il 3% e facendogli registrare un massimo intraday del 2,975% ieri.

Oltre agli effetti di contagio in tutta la zona euro, anche la Spagna ha visto un’ondata di instabilità politica la scorsa settimana. L’allora Primo Ministro Mariano Rajoy ha affrontato un voto di sfiducia dopo la sentenza di un tribunale che ha punito il partito al governo, il Partido Popular, per un caso di corruzione che comprendeva frode, evasione fiscale e riciclaggio di denaro, portando alla rimozione degli attuali membri del governo.

L’incertezza politica è stata rispecchiata dall’aumento del rendimento dei bond governativi spagnoli che ha superato l’1,6% ed ha raggiunto livelli che non si registravano dall’ottobre 2017. Il premio al rischio spagnolo - lo spread tra i bond governativi spagnoli a 10 anni e i bund tedeschi a 10 anni di riferimento - ha superato i 140 punti base.

L’incertezza è però rapidamente svanita quando l’allora probabile nuovo Primo Ministro Pedro Sanchez ha promesso di procedere con il bilancio recentemente approvato, assicurandosi il supporto del partito PNV dei Paesi Baschi, nel nord della Spagna. Sebbene persistano dei timori, la volatilità del rendimento dei bond spagnoli ha avuto vita relativamente breve dal momento che tensioni si sono rapidamente ridotte.

Spain 10-Year Yield Hourly Chart
Spain 10-Year Yield Hourly Chart

Al momento della scrittura, il rendimento dei bond a 10 anni spagnolo è tornato all’1,50% mentre lo spread è sceso a poco più di 100 punti base.

EURUSD 60 Minute Chart
EURUSD 60 Minute Chart

L’incertezza politica all’interno della zona euro, particolarmente intensa nel caso dei timori per la possibile uscita dell’Italia dal blocco della moneta unica, ha pesato anche sull’euro, che ha raggiunto quasi 1,15 dollari il 29 maggio, il minimo dal luglio 2017.

Le banche centrali di Turchia e Argentina faticano a supportare le valute

La politica, tuttavia, non è il solo fattore a influire sui mercati.

Anche la politica monetaria interventista ha fatto vivere ai mercati finanziari una corsa spericolata.

In un vertice straordinario del 23 maggio, la banca centrale della Turchia (TCMB) ha alzato i tassi di 300 punti base al 16,5%, una mossa estrema per fermare il crollo della lira turca, che ha visto un tonfo di circa il 20% contro il dollaro solo quest’anno.

USDTRY Weekly
USDTRY Weekly

Con l’inflazione annua turca all’allarmante livello del 12,15%, la TCMB dovrebbe intervenire nuovamente quando annuncerà la prossima decisione di politica monetaria nel corso di questa giornata.

E non è da meno quanto successo in Argentina, dove la banca centrale (BCRA) ha adottato una raffica di aumenti di tassi: tre in soli 8 giorni.

A partire dalla fine di aprile, i tassi di interesse in Argentina sono passati dal 27,25% al 40%, il massimo in tutto il mondo, nel tentativo, da parte della BCRA, di supportare la valuta locale e di riportare l’inflazione annua al nuovo obiettivo della banca centrale del 15%.

USDARS Chart
USDARS Chart

La BCRA ha lasciato i tassi al 40% il 22 maggio, spiegando che i tassi alti sono necessari per contenere le pressioni inflazionarie causate dal debole peso argentino. Il peso argentino ha infatti registrato il minimo storico di 25,0655 dollari il 3 giugno, con un crollo del 35% finora quest’anno contro il dollaro.

La Fed arriverà in soccorso?

Sebbene l’instabilità politica in Europa ultimamente si sia ridimensionata, i mercati emergenti - in particolare quei paesi sotto pressione economica come la Turchia e l’Argentina - si ritrovano ad affrontare la crescente minaccia derivante dall’insistenza della statunitense Federal Reserve di procedere con la rimozione graduale della politica monetaria accomodante.

Infatti, il governatore della banca centrale indiana Urjit Patel lunedì ha affermato che la Fed dovrebbe ridurre il ritmo della riduzione del bilancio per limitare l’impatto di una carenza di dollaro nei mercati emergenti.

“Le ripercussioni globali non si sono manifestate prima di ottobre dello scorso anno, ma sono state evidenti da quando la Fed ha cominciato a ridurre il bilancio”, scrive Patel in un articolo di opinione per il Financial Times. “E questo perché la Fed non si è adeguata al precedente aumento inatteso delle emissioni del debito governativo USA, né lo ha riconosciuto esplicitamente. Ora dovrà farlo”, ribadisce il capo della politica monetaria indiana.

Patel suggerisce che la Fed possa ricalibrare la sua normalizzazione al fine di compensare o controbilanciare la carenza di dollari causata dall’emissione di Buoni del Tesoro USA per pagare gli sgravi fiscali statunitensi. Ma la richiesta di Patel sembra poco più di una pia illusione. Quasi un mese fa, il presidente della Fed Jerome Powell ha affermato che “il ruolo della politica monetaria statunitense è spesso esagerato”.

In un discorso dell’8 maggio, Powell diceva:

“Ci sono buone ragioni per pensare che la normalizzazione delle politiche monetarie nelle economie avanzate debba continuare a dimostrarsi sostenibile per (i mercati emergenti). La normalizzazione della politica monetaria della Fed sta procedendo senza sconvolgimenti sui mercati finanziari e le aspettative degli operatori dei mercati in merito alla politica sembrano coincidere ragionevolmente con quelle dei policymaker nel Riepilogo delle Previsioni Economiche, segnale che i mercati non dovrebbero essere sorpresi dalle nostre azioni se l’economia dovesse evolversi in linea con le previsioni”.

Date le alte aspettative di ulteriori aumenti dei tassi della Fed a giugno e settembre e con i mercati che aspettano con ansia il vertice del 12 e 13 giugno durante il quale potrebbero emergere le prospettive della banca centrale su un possibile altro aumento a dicembre, gli altri paesi farebbero meglio a risolvere da soli i propri problemi piuttosto che aspettarsi un salvataggio da parte della Federal Reserve.

Dopo anni di stabilità, torna la volatilità dei tassi di interesse. Ecco perché
 

Articoli Correlati

Dopo anni di stabilità, torna la volatilità dei tassi di interesse. Ecco perché

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (1)
Alberto Negroni
Alberto Negroni 07.06.2018 18:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
07922626
Carlo Maria Poidimani
Carlo Maria Poidimani 07.06.2018 18:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Carlo Maria Poidimani
Carlo Maria Poidimani 07.06.2018 18:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email