Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Eni vende per 1,2 mld il 49% di Enipower. Petrolio al top da tre anni

Da OraFinanza.it (Antonio Gamma)Panoramica mercato17.01.2022 12:08
it.investing.com/analysis/eni-vende-per-12-mld-il-49-di-enipower-petrolio-al-top-da-tre-anni-200450715
Eni vende per 1,2 mld il 49% di Enipower. Petrolio al top da tre anni
Da OraFinanza.it (Antonio Gamma)   |  17.01.2022 12:08
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

JP Morgan (NYSE:JPM) alza il target price a 19 euro mentre Morgan Stanley (NYSE:MS) dice che il Brent continuerà a salire e indica una quotazione di 90 dollari al barile per la seconda parte dell’anno.

Il 49% di Enipower va all’americana Sixth Street Partners.

Eni (MI:ENI) prosegue con coerenza lungo la strada tracciata dal piano strategico che punta alla neutralità carbonica entro il 2050. Secondo indiscrezioni riportate da Reuters, il gruppo energetico sarebbe vicino a un accordo per vendere alla società di investimento americana Sixth Street Partners il 49% di Enipower. Il prezzo per la quota di minoranza della società si aggirerebbe attorno a 1,2 miliardi di euro, risorse fresche che il gruppo intende investire nella realizzazione di energia da fonti rinnovabili. L’accordo potrebbe essere concluso entro la fine del primo trimestre.

Controllata al 100% da Eni, Enipower è uno dei principali produttori italiani di energia elettrica, proprietario di cinque centrali elettriche ubicate a Brindisi, Ferrara, Mantova, Ravenna e a Ferrera Erbognone (Pavia) e di una centrale di cogenerazione a Bolgiano (San Donato Milanese), con una potenza complessiva in esercizio di circa 5,1 GW.

Per la prima volta l’azione Eni torna ai livelli pre-Covid.


A Piazza Affari il titolo Eni sale dello 0,20% a 13,18 euro e per la prima volta torna ai livelli di gennaio 2020, prima del crollo innescato dalla diffusione del Covid. Negli ultimi 12 mesi le quotazioni di Eni sono salite del 49%. Venerdì JP Morgan ha confermato la raccomandazione Buy e ha alzato il target price a 19 euro. Secondo il censimento di MarketScreener, dei 26 analisti che seguono Eni 18 consigliano di comprare le azioni e sette hanno un giudizio neutrale. La media dei target price è 14,43 euro.

Entro marzo la firma per la partecipazione a Dogger Bank.


Il principale impegno del gruppo Eni nelle energie rinnovabili è rappresentato dalla partecipazione del 20% nel progetto Dogger Bank, che punta a costruire il più grosso impianto eolico off-shore della Gran Bretagna. Secondo un’intesa preliminare raggiunta nello scorso mese di novembre, che dovrà essere ratificata con un contratto da chiudere entro fine marzo, Eni si affianca agli altri due soci SSE Renewables (40%) ed Equinor (40%) in tutte e tre le sezioni del progetto. Per partecipare alle prime due fasi Eni aveva pagato nel 2020 405 milioni di sterline. La partecipazione alla terza e ultima fase dovrebbe costare all’incirca altri 200 milioni di sterline.

Dogger Bank è il più grande parco eolico offshore al mondo (3,6 GW) attualmente in costruzione. La produzione sarà avviata in fasi successive con la prima fase che partirà nel 2023 e le altre due, rispettivamente nel 2024 e nel 2025. Una volta completata la costruzione, Dogger Bank genererà circa 18 TWh di energia rinnovabile all’anno, capacità pari al 5% della domanda dell’intero Regno Unito ed equivalente al consumo di sei milioni di famiglie inglesi.
Con l'ingresso nel progetto Dogger Bank, Eni aggiunge 240 MW di energia rinnovabile al proprio obiettivo di sviluppare oltre 6 GW di capacità rinnovabile entro il 2025.

Morgan Stanley prevede il petrolio a 90 dollari al barile.


Intanto, però, il bilancio di Eni resta fortemente dipendente dalle quotazioni del petrolio e il titolo beneficia del rialzo del greggio, con il Brent salito stanotte a 86,4 dollari al barile, il massimo degli ultimi tre anni. Secondo Morgan Stanley, il rialzo del greggio è destinato a proseguire a causa di un “triplo deficit” che peserà sul mercato per tutto il 2022: basso livello delle scorte strategiche dei Paesi consumatori, difficoltà per i produttori ad aumentare rapidamente la produzione (spare capacity) e bassi investimenti. La banca d’investimento prevede che nel secondo semestre il prezzo del Brent arriverà a 90 dollari al barile e stima un prezzo medio per il 2022 di 78 dollari.

Ricordiamo che Eni fissa la propria politica di remunerazione degli azionisti sulla base del prezzo medio del greggio di ogni singolo anno: con il Brent sopra i 66 dollari al barile è assicurato un dividendo di 0,86 euro e un buyback di 800 milioni.

Eni vende per 1,2 mld il 49% di Enipower. Petrolio al top da tre anni
 

Articoli Correlati

Gabriel Debach
Inflazione sempre protagonista Da Gabriel Debach - 18.05.2022

Nonostante la presenza degli stessi timori che hanno accompagnato gli investitori negli ultimi mesi, la reazione di ieri dei mercati è stata finalmente in grado di scrollarsi di...

Eni vende per 1,2 mld il 49% di Enipower. Petrolio al top da tre anni

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email