Ultime Notizie
0

Gas naturale sulle spine tra il dilemma sulle scorte e l’inizio d’inverno mite

Da Investing.com (Barani Krishnan/Investing.com)Materie prime11.01.2019 14:02
it.investing.com/analysis/gas-naturale-sulle-spine-tra-il-dilemma-sulle-scorte-e-linizio-dinverno-mite-200223808
Gas naturale sulle spine tra il dilemma sulle scorte e l’inizio d’inverno mite
Da Investing.com (Barani Krishnan/Investing.com)   |  11.01.2019 14:02
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

L’America potrebbe avere combustibile sottoterra più che sufficiente a restare calda quest’inverno, una consapevolezza che potrebbe far sudare freddo qualche investitore del gas naturale.

Dall’estate, i tori del gas hanno inseguito al rialzo i prezzi, nelle aspettative che le straordinarie quantità di combustibile prelevate dalle scorte per azionare i condizionatori potessero risultare in una carenza di scorte per il riscaldamento invernale.

Avevano ragione, in parte.

NatGas Daily Chart
NatGas Daily Chart

La stagione fredda 2018/19 cominciata con l’autunno il 23 settembre ha visto tra le più basse scorte di gas pre-invernali. Dai massimi iniziali di oltre 3 dollari per milione di BTU, il mercato è schizzato a 7 centesimi in meno dal massimo di 5 dollari per mmBtu quasi due mesi prima dell’inizio dell’inverno, il 21 dicembre. In passato, il gas era arrivato a 5 dollari solo nel 2014.

Da allora molto di questo entusiasmo rialzista si è ridimensionato. E potrebbe diminuire ancora di più con la produzione ai massimi storici di gas e l’inizio di inverno mite che hanno costretto le compagnie di servizi a conservare più combustibile e a prelevarne meno di quanto facciano di solito in questo periodo dell’anno per il riscaldamento.

La carenza di scorte di gas invernali su cui contavano i tori si sta riducendo

Ciò significa che l’enorme carenza delle riserve di gas invernali su cui contavano i tori del mercato potrebbe essere presto rimpiazzata da un surplus.

Il report settimanale di ieri sulle scorte e la domanda di gas pubblicato dalla US Energy Information Administration ha mostrato che il deficit rispetto alle scorte dello scorso anno si attesta al 7% ora in confronto al 20% del mese prima. E questo in seguito al fatto che la riduzione di gas per il riscaldamento della scorsa settimana è risultata pari a 91 miliardi di piedi cubici rispetto alla media quinquennale di 187 miliardi di piedi cubici per questo periodo dell’anno ed all’enorme diminuzione di 359 miliardi di piedi cubici dell’anno scorso.

Dan Myers, analista del gas naturale di Gelber & Associates a Houston, afferma:

“Il deficit delle scorte si è ridotto significativamente nelle ultime tre settimane e sarà colpito ancora nel prossimo report sulle scorte”.

Si riferisce alla settimana attuale, cominciata ancora una volta con un clima mite prima dell’improvvisa ondata di freddo di mercoledì.

Malgrado i dati ribassisti su scorte e domanda, i future del gas sul New York Mercantile Exchange sono tornati sopra il supporto critico di 3 dollari per mmBtu ieri, per la seconda volta quest’anno.

E questo rende ottimisti i tori come Scott Shelton, broker di ICAP (LON:NXGN) a Durham, in Nord Carolina, circa il fatto che l’impennata invernale del gas possa avvenire dopotutto, tra le indicazioni che il peggio dell’attuale caldo sia passato. In una nota di ieri, Shelton spiega:

“Sembra che le previsioni meteo sia in Europa che America comincino a concordare sul fatto che questo clima caldo stia per finire e che ci sono temperature più fredde all’orizzonte. La domanda è se saranno più fredde del normale o solo nella norma”.

Prezzo del gas sopra il supporto chiave di 3 dollari malgrado i cali settimanali ribassisti

Shelton ritiene inoltre che i future del gas siano tornati al livello di 3 dollari perché i produttori non sono intenzionati a scontare molto il gas fisico a febbraio, spesso l’ultimo mese più freddo dell’inverno.

“Penso che il sentiero di una resistenza minima sia finito per ora”, aggiunge.

Ma Dominick Chirichella, direttore del rischio e del trading dell’Energy Management Institute di New York, non crede che il clima sia del tutto fuori pericolo ancora. In una sua nota di ieri si legge:

“Le ultime previsioni a breve termine sulle temperature rilasciate oggi sono in linea con le previsioni di ieri. Si prevedono temperature normali nella costa orientale e temperature superiori alla norma nella maggior parte del resto del paese”.

Secondo Reuters, la scorsa settimana si sono registrati 174 gradi giorno di riscaldamento (HDD), rispetto ai 283 della stessa settimana dell’anno scorso ed alla media trentennale di 229 sul periodo. Gli HDD misurano di quanti gradi la temperatura media giornaliera è inferiore ai 65 gradi Farenheit (18 gradi Celsius). Vengono usati per stimare la domanda per il riscaldamento di abitazioni e uffici.

Continua il dibattito sul clima

Considerando i dati sugli HDD della scorsa settimana, Chirichella pensa che “la previsione sulla domanda di gas naturale per il riscaldamento sarà ancora inferiore al normale per questo periodo dell’anno nell’arco di tempo considerato dalle previsioni”. Aggiunge:

“Confermo le mie previsioni sul gas naturale come cautamente ribassiste, in quanto il mercato si trova ora al di sotto di un altro livello di supporto del range. Le previsioni meteorologiche a breve termine dovrebbero mostrare un ritorno a temperature superiori alla norma nelle regioni chiave degli Stati Uniti”.

Ma Myers di Gelber & Associates, che ha visto i prezzi del gas oscillare di ben il 20% in un solo giorno negli ultimi mesi a causa degli errori delle previsioni meteo, è pronto a dare ai tori un certo beneficio del dubbio sulla probabilità di un forte freddo nelle prossime settimane, malgrado le previsioni attuali. Afferma Myers:

“La maggior parte del resto dell’inverno, solo qualche settimana di freddo sostenuto e le forti riduzioni potrebbero riportare le scorte in una posizione precaria prima che finisca la stagione”.

Gas naturale sulle spine tra il dilemma sulle scorte e l’inizio d’inverno mite
 

Articoli Correlati

Gas naturale sulle spine tra il dilemma sulle scorte e l’inizio d’inverno mite

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email