Ultime Notizie
Investing Pro 0

Gli utili dei costruttori mostrano che il settore offre delle opportunità

it.investing.com/analysis/gli-utili-dei-costruttori-mostrano-che-il-settore-offre-delle-opportunita-200456997
Gli utili dei costruttori mostrano che il settore offre delle opportunità
Da Haris Anwar/Investing.com   |  23.09.2022 10:17
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
US500
+3,09%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
DHI
+2,11%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
LEN
+1,66%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
KBH
+1,98%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
SPHOMES
+0,69%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
  • Lennar Corp. e KB Home hanno battuto ieri le stime sugli utili trimestrali
  • Dopo il massiccio sell-off di quest’anno, il settore immobiliare presenta un’interessante proposta di rischio-rendimento, con i multipli forward di alcuni titoli scesi a una sola cifra.
  • KeyBanc Capital Markets in una nota di questa settimana ha aggiornato il settore dell’edilizia abitativa a overweight da underweight, affermando che la storia indica prezzi più alti dopo i cali

Nonostante l’atteso raffreddamento del mercato immobiliare statunitense in seguito all’aumento dei tassi d’interesse, le cose non sembrano andare poi così male per i maggiori costruttori della nazione, almeno per il momento.

Lennar Corporation (NYSE:LEN) e KB Home (NYSE:KBH) ieri hanno superato le stime sugli utili trimestrali con un margine ragionevole, portando ulteriori prove che il sell-off del settore potrebbe essere andato troppo oltre.

Lennar, il secondo costruttore di case della nazione per capitalizzazione di mercato con sede a Miami, ha registrato nel terzo trimestre un utile netto per azione diluita di 5,03 dollari, con un balzo dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le vendite sono aumentate del 19% a 8,9 miliardi di dollari rispetto all’anno precedente. Le stime di FactSet avevano previsto un utile per azione diluita di 4,81 dollari su un fatturato di circa 8,9 miliardi di dollari.

KB Home, società più piccola con sede a Los Angeles, ha registrato nel terzo trimestre un utile per azione diluita di 2,86 dollari, con un aumento del 79% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente superando le attese di 2,67 dollari per azione. Inoltre, secondo quanto comunicato ieri, il fatturato totale è stato di 1,84 miliardi di dollari, con un aumento del 26% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso.

Gli investitori hanno fatto crollare i titoli legati all’edilizia residenziale quest’anno in previsione di un significativo rallentamento del mercato immobiliare statunitense. L’indice S&P Homebuilders Select Industry index, che comprende società come Lennar, KB Home e DR Horton (NYSE:DHI), è crollato del 36% circa quest’anno e si avvia a registrare il calo annuale più  importante dal 2007.

itle=


Tuttavia, dopo questo forte sell-off, il settore immobiliare inizia a presentare un’interessante proposta di rischio-ricompensa per le opportunità di lungo termine nell’attuale mercato orso. I multipli prezzo/utile a termine di alcuni costruttori sono scesi a una sola cifra (Lennar: 5,37, KB Home: 2,96), inviando agli investitori un significativo segnale di acquisto.

KeyBanc Capital Markets, in una nota di questa settimana, ha aggiornato due volte il settore dell’edilizia residenziale a overweight da underweight, affermando che la storia indica prezzi più alti dopo i cali di quest’anno. La nota fa riferimento a dati del 1963, che dimostrano che il rapporto tra i costruttori di case e l’indice S&P 500 offre oggi un interessante rapporto rischio-ricompensa.

Sulla nota si legge:

 “Nel complesso, vediamo il persistere di pressioni fondamentali e sui tassi, ma una performance relativa positiva, che supporta i nostri upgrade ... con circa il 20% di rialzo ai nostri target price [overweight] dai livelli attuali”.

La domanda resta forte

I costruttori di case si trovano di fronte lo scoglio dei tassi ipotecari in rapida ascesa. La Federal Reserve ha effettuato il terzo aumento consecutivo dei tassi d’interesse, pari a 0,75 punti percentuali, segnalando la probabilità di aumenti significativi, nonostante possano aumentare i rischi di una recessione.

Di conseguenza, il tasso medio su un mutuo fisso a 30 anni è salito al 6,29%, secondo un sondaggio degli istituti di credito pubblicato giovedì da Freddie Mac. È la seconda settimana consecutiva che i tassi superano il 6%. L’ultima volta che i tassi sono stati così alti è stato nell’ottobre 2008, quando negli Stati Uniti la recessione era nel pieno.

Nell’attuale contesto macro, Lennar ha dichiarato che i nuovi ordini sono scesi del 12% a 14.366 case nel terzo trimestre, mentre gli ordini netti di KB Home sono scesi del 50% a 2.040.

Nonostante il riconoscimento del rallentamento del mercato, Lennar e KB Home hanno dichiarato nei loro comunicati stampa che le loro attività rimangono resistenti, soprattutto grazie a un solido mercato del lavoro.

Un’altra netta differenza in questo mercato immobiliare in via di raffreddamento è che mentre l’interesse degli acquirenti e la crescita dei prezzi delle case sono rallentati, la domanda rimane forte a causa della scarsità dell’offerta e del trend del lavoro da casa.

Stuart Miller, Presidente esecutivo di Lennar, ha dichiarato:

“Le vendite hanno chiaramente accusato il colpo dell’aumento dei tassi d’interesse, ma permane la condizioni di scarsità di alloggi a livello nazionale, soprattutto per quanto riguarda gli alloggi per la forza lavoro, e la domanda rimane forte mentre si cerca di riequilibrare il rapporto tra prezzi e tassi d’interesse.”

Morale della favola

Le azioni dei costruttori di case riflettono il timore degli investitori che l’aumento dei tassi di interesse sui mutui inibisca la domanda di abitazioni e polverizzi i guadagni del settore. Tuttavia, molti fattori favorevoli, come la scarsità di offerta, il forte mercato del lavoro e la cultura del lavoro da casa, stanno ancora sostenendo il mercato immobiliare. Inoltre, i prezzi delle azioni dei costruttori edili riflettono già lo scenario peggiore, offrendo quindi un buon punto di ingresso per gli investitori a lungo termine.

Nota: l’autore non possiede nessuno dei titoli menzionati nel presente articolo.

Gli utili dei costruttori mostrano che il settore offre delle opportunità
 

Articoli Correlati

Gli utili dei costruttori mostrano che il settore offre delle opportunità

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (1)
Mario Zanardelli
Mario Zanardelli 23.09.2022 16:31
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
fu vedersi portarvis casa perché non riescono a pagare mutuo. chissà se passano percento a Powell per il giorno del ringraxiamento
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email