Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Petrolio & Gas, in arrivo un nuovo equilibrio mondiale

Pubblicato 07.03.2022, 09:12
Aggiornato 14.05.2017, 12:45


I prezzi del greggio sono oscillati bruscamente e hanno superato ampiamente i $ 100 al barile la scorsa settimana per la prima volta in circa otto anni dopo che gli attacchi aerei russi hanno colpito l'Ucraina e hanno minacciato di interrompere il movimento di petrolio e altri materiali dalla regione.

L'avanzata si basa su un rimbalzo storico per le materie prime dopo l'inizio della pandemia di Covid-19 due anni fa, ma aggiunge anche pressione su un'economia globale alle prese con l'aumento dell'inflazione.
Sebbene si prevede che lo shock dell'offerta porti a un aumento dei prezzi della benzina alla pompa, i trader non scommettono su un rallentamento della domanda e affermano che si stanno posizionando affinché il mercato rialzista delle materie prime continui.

Il Brent ha chiuso la settimana a 97,93 dollari al barile, portando la sua ascesa nell'ultimo anno a quasi il 50%. Entrambi gli indicatori hanno superato i $ 100 giovedì scorso per la prima volta dal 2014. All'inizio delle negoziazioni di futures domenica sera, è balzato di oltre il 7%. Nelle ultime giornate a seguito della decisione delle nazioni occidentali di espellere alcune delle banche russe dall'infrastruttura dei pagamenti del sistema finanziario globale, Swift. Alcuni analisti ritengono che tali misure renderanno più difficile per le società energetiche e i trader russi l'accesso ai finanziamenti di cui hanno bisogno per produrre e spostare il greggio.

"La velocità delle mosse è in realtà ciò che mi spaventa di più", ha affermato Rebecca Babin, senior trader di energia presso CIBC Private Wealth, Stati Uniti. Si aspetta che il petrolio aumenti vertiginosamente se verranno imposte misure ancora più punitive alle società energetiche e alle banche russe. Le attuali sanzioni consentono ancora di continuare i pagamenti per le esportazioni di energia russe attraverso alcune società finanziarie non autorizzate.
Gli investitori hanno investito quest'anno quasi 3,5 miliardi di dollari in ampi fondi di materie prime come Invesco DB Commodity Index Tracking Fund, il più grande afflusso di questo tipo dall'inizio dell'anno da quando i fondi sono proliferati nell'ultimo decennio, secondo i dati di FactSet. I fondi hanno incassato più di 10 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.