🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Petrolio: target vicino, quale sarà il prossimo step?

Pubblicato 24.03.2023, 10:45
CL
-

Tutto in linea con le attese per il petrolio WTI, che ieri ha chiuso per la prima volta in negativo in questa ottava, seppur vicino ai livelli di apertura.

Il future con scadenza maggio 2023 ha terminato le contrattazioni in calo dell’1.33%, respinto dalla resistenza a 71 dollari.

Nell’analisi di venerdì scorso avevamo scritto che in questa ottava avremmo potuto assistere ad un’estensione del rimbalzo e poi a delle difficoltà in area 70.5-71 dollari.

“Visto il forte ipervenduto di breve è probabile che il rimbalzo si protragga ora fino a 70 dollari, ma attenzione poiché in area 70.5-71 dollari troviamo ora una resistenza dove impostare un’operatività short, con stop a 73.50 e primo target a 68 dollari.”

La view è stata fin qui rispettata, con il WTI che in area 71 dollari ha affrontato delle evidenti difficoltà, ben visibili sul grafico giornaliero; è mancato solo il raggiungimento del target a 68 dollari, con il mercato che ha toccato un minimo a 68.63 dollari.

Restiamo comunque dell’idea che la correzione non sia terminata e che il target a 68 dollari sia ancora ampiamente raggiungibile, seppur visto che siamo in chiusura di ottava e data la presenza di un bias rialzista al venerdì su questo sottostante è consigliabile nel corso di questa sessione liquidare almeno parte della posizione e spostare lo stop in pari in vista del week end.

Comunque sui livelli attuali va monitorata la dinamica del mercato poiché in caso di mancato rimbalzo a 68 dollari sarebbe lecito attendersi un’estensione ulteriore della correzione ed un retest dei minimi del mese.

Nel caso invece il mercato dovesse mostrare reazione e recuperare i 70.50 dollari allora potremmo aspettarci nuovi rialzi nella prossima settimana, associati alla possibilità di operare long con trade di breve respiro con stop a 67.50 e primo target a 73.50 dollari.

Visto il contesto macroeconomico attuale e la recente crisi del sistema creditizio non ci attendiamo comunque grossi rally, ma la volatilità in aumento suggeriscono comunque di ridurre le size di ingresso, operando con contratti ridotti o frazionari.

Solo il breakout, confermato in chiusura di sessione, di area 74 dollari migliorerebbe la view su questo mercato.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.