Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Sull’orlo di un mercato ribassista: che fare?

it.investing.com/analysis/sullorlo-di-un-mercato-ribassista-che-fare-200454046
Sull’orlo di un mercato ribassista: che fare?
Da Daniel Shvartsman   |  23.05.2022 12:32
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Venerdì 20 maggio l’indice S&P 500 ha ufficialmente varcato il confine del territorio ribassista, definito da un crollo del 20%. È stato solo per un paio d’ore, prima che l’S&P 500 rimbalzasse e chiudesse poco sopra la soglia, ma restiamo ad un passo dal precipizio.

Levare le ancore

Gli ultimi due anni sono stati stranissimi.

Non lo dico per mettere in discussione le scelte politiche, o economiche, o di investimento che ne sono derivate, ma per ricordare che i prezzi che abbiamo visto negli ultimi due anni sono insignificanti. Come afferma il famoso venture capitalist ed investitore tech Bill Gurley: “1) I precedenti massimi “storici” sono del tutto irrilevanti. Non è “economico” perché è crollato del 70%. Dimenticatevi di quei prezzi”.

Restiamo in un contesto fluttuante, in cui alcuni dei cambiamenti degli ultimi anni persisteranno, altri cambiamenti che non prevedevamo emergeranno, alcune cose torneranno esattamente com’erano prima ed altre si invertiranno al livello precedente ma profondamente cambiate. Stiamo investendo su bersagli in movimento. I massimi del marzo 2021 o del gennaio 2022 non sono più utili dei minimi del marzo 2020 per farci colpire il bersaglio.

Tenersi stretti gli asset durevoli

“Il prezzo è quello che paghi, il valore è quello che ottieni”, dice Warren Buffett. Una delle cose che possiamo controllare come investitori è assicurarci di sapere cosa possediamo e che sappiamo che ce la farà in ogni tipo di scenario. Le società in grado di sopravvivere alle recessioni, e persino produrre profitti durante le recessioni, spesso ne escono più forti. Ma, se le vostre società non riescono ad uscirne, la ripresa non sarà di alcun aiuto.

Qualunque sia il vostro scenario di rischio, vale la pena assicurarvi che le vostre società sopravvivranno (e, se siete investitori delle cripto, beh, buona fortuna). È vero che i nomi “più junk” rimbalzeranno di più quando arriveremo dall’altra parte del mercato ribassista. Ma “arrivare dall’altra parte” è un aspetto fondamentale dell’equazione.

Guardiamo al futuro

Il corollario a questo punto è che è importante analizzare le società e capire quale sarà la loro performance. Non basta considerare il rapporto prezzo-utili sui 12 mesi precedenti ad esempio di Target (NYSE:TGT), e dire “meno di 13x, sembra buono!”

Le persone continueranno a spendere da Target man mano che le spese del governo si ridurranno e magari le spese dei consumatori saranno colpite? O Target riuscirà a mantenere i suoi margini operativi, la grossa questione emersa dalla recente call? E Target riuscirà a prepararsi al grosso cambiamento dei pattern di spesa?

Lo stesso tipo di questioni vale per le società di beni di consumo voluttuari, o di edilizia abitativa o materie prime. Quando i giochi cambiano, come vanno queste compagnie?

Prendere quello che offre il mercato

Uno dei maggiori giochetti che il mercato ha operato sugli investitori value negli ultimi 2 o 12 anni, a seconda di come la si guardi, è stato trascinarli negli investimenti growth.

“Su un orizzonte temporale abbastanza lungo, la crescita dei ricavi è tutto ciò che importa”, ci ha detto il mercato.

“I compounder sono buoni, le trappole value no”, diceva il mercato.

“Preferisco comprare una società straordinaria ad un buon prezzo che una società buona ad un prezzo straordinario”, afferma Warren Buffett.

L’idea di Buffett, l’investitore value per eccellenza, mette in luce l’importanza di avere una mente aperta. Negli ultimi anni ho avvertito la pressione di aprire il mio portafoglio a più società tech con business model da ricavi ricorrenti e allettanti dati sulla crescita. Ad esempio, Duolingo (NASDAQ:DUOL): mi piace da utente, penso che abbia una forte storia di crescita e la società afferma con convinzione che la crescita non è alimentata dal Covid. Bene.

Non so però quando Duolingo diventerà redditizia, date le sue promesse di continuare ad investire parecchio su ricerca e sviluppo. C’è un prezzo al quale non me ne preoccuperò? Forse, ma è molto più basso rispetto a quanto sarebbe stato lo scorso anno in un mercato convinto che “la crescita ancora funziona”.

Al contrario, società che dovrebbero avere uno slancio operativo marginale nel 2022, o con solida redditività e valutazioni pulite, sono quelle che intendo aggiungere. Le società legate al settore viaggi dovrebbero vedere un miglioramento dei risultati ed alcune hanno buone valutazioni: in portafoglio ho Booking Holdings (NASDAQ:BKNG) e Grupo Aeroportuario del Centro Norte SAB de CV (NASDAQ:OMAB). I finanziari beneficiano dell’aumento dei tassi di interesse, ed ho aggiunto azioni di Discover Financial Services (NYSE:DFS) in questo ribasso al mio portafoglio.

Basterà ad evitare perdite? Forse no, ma sono tutte buone società che dovrebbero andare bene su base fondamentale nei prossimi 12-24 mesi.

Il mercato rialzista degli anni 2010 è finito

Prima ho detto che dovremmo smettere di fare riferimento ai prezzi dell’era della pandemia. Vale però la pena ricordare il crollo delle dot com. All’epoca, un mucchio di nuove società tech era schizzato a massimi incredibili, con gli investitori che scommettevano sui loro aspetti rivoluzionari, sulla crescita senza limiti e su indicatori moderni. Anche numerosi titoli blue-chip e il mercato in generale erano arrivati a nuovi massimi. Poi, è arrivato il mercato ribassista e il Nasdaq è rimasto indietro per un buon decennio.

Quello dell’era 2010 è stato il mercato da comprare sul calo, il mercato della rivoluzione tech, il mercato dei SaaS, e il mercato della superiorità della qualità sul valore. I prezzi non erano sbagliati, perché gli investitori capivano il valore delle entrate ricorrenti ed il potere dei nuovi business model.

Ma non è utile pensare che quello che ha funzionato allora funzionerà anche in futuro, così come non è stato utile negli anni 2010, quando gli orsi permanenti continuavano ad aspettarsi l’arrivo di un nuovo crash. Tantissimi campi rivoluzionari dell’ultimo decennio sono stati sconvolti, eccessivamente finanziati, e lasciati orfani al rialzo: pensiamo a Just Eat Takeaway, ad esempio.

Potremmo vedere un nuovo rally come nel 2018. Alcuni dei winner degli anni 2020 sembreranno i winner degli anni 2010. E, al contempo, resettare il copione per un nuovo ambiente sarà una buona idea.

Anche questa passerà

I mercati ribassisti non sono divertenti per nessuno se non per gli orsi permanenti (che rinunciano ai rialzi). Ma passano. Gli anni Settanta sono stati un periodo duro, così come gli anni 2000: i mercati seguiti a questi periodi sono stati caratterizzati da enormi corse rialziste.

Quindi, come investitori, dobbiamo proteggerci, aggiornare il modo di pensare e prepararci. Ma, se investiamo sul lungo termine, abbiamo più denaro in portafoglio da investire e manteniamo le posizioni su società con stabili bilanci e buone prospettive, possiamo anche permetterci il lusso di essere pazienti. Il mercato ribassista sarà un test, quindi la pazienza ci servirà.

Responsabilità disclaimer text here
Sull’orlo di un mercato ribassista: che fare?
 

Articoli Correlati

Bruno Nappini
Opzioni e future 29 Giugno Da Bruno Nappini - 29.06.2022

Discesa degli indici avvenuta con due diverse intensità: all'interno del range e delle value aree dei giorni precedenti sui mercati europei e sotto il range e le value aree...

Sull’orlo di un mercato ribassista: che fare?

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (10)
Stefano Meneghetti
Stefano Meneghetti 23.05.2022 18:07
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Luigi Nicolai
Luigi Nicolai 23.05.2022 18:05
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
I prezzi avevano toccato livelli assurdi. L’EPS deve tornare ad essere il criterio principale. EPS atteso, ovvio, quello passato è storia. Io sto nel mercato da 35 anni e ********o dire che lo scenario è sempre lo stesso. Quando il pessimismo è MASSIMO bisogna comprare, quando cominciano a circolare frasette tipo “Tesla andrà a 3000” allora bisogna vendere tutto. Si noti che l’esagerato ottimismo prefigura crolli.Nessuno conosce il momento preciso del cambio di direzione, quindi gli acquisti devono essere molto graduali.
Paolo Rosi
Paolo Rosi 23.05.2022 17:53
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
quindi ENI e' meglio di cicciobottiglia.. .GRANDE SCOPERTA.CHE MENTE..!
Paolo Rosi
Paolo Rosi 23.05.2022 17:49
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
chiudi gli occhi e stringi il ****.ecco in sintesi...
Antonio Cairo
Antonio Cairo 23.05.2022 17:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Sono 6 mesi che ribassista!
23.05.2022 17:45
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
katastrofen!!!👎👎
Angelo Corti
Angelo Corti 23.05.2022 17:31
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Senza leggere ti boccio già dal titolo!VAI a casa gufo!
Filo Filo
Filo Filo 23.05.2022 17:25
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Occhio, malocchio, prezzemolo e ****...
Paolo Frau
Paolo Frau 23.05.2022 14:14
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Dice tutto, ma niente... Che analisi!?!?
Fabio Cenci
Fabio Cenci 23.05.2022 13:52
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Che fare? Pregare?
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email