Ricevi uno sconto del 40%
⚠ Allerta sugli utili! Quali azioni sono pronte a salire?
Scoprite i titoli sul nostro radar ProPicks. Queste strategie hanno guadagnato il 19,7% da un anno all'altro.
Sblocca l'elenco completo

Scorte di greggio negli Stati Uniti aumentano per la prima volta in 5 settimane, anche le scorte di carburante salgono - API

Pubblicato 12.09.2023, 23:56
Aggiornato 12.09.2023, 23:53
© Reuters.

Investing.com -- Il sito scorte di greggio degli Stati Uniti è forse aumentato di 1,2 milioni di barili nella settimana appena conclusa, per la prima volta in cinque settimane, secondo un rapporto del gruppo industriale petrolifero API che suggerisce anche un aumento delle scorte di prodotti combustibili, tra cui benzina e distillati.

L'aumento delle scorte di greggio e di carburante ha coinciso con la fine ufficiale del periodo di guida estivo negli Stati Uniti la scorsa settimana, segnata dalla festività del Labor Day del 4 settembre. Prima di allora, i raffinatori avevano prelevato quasi 20 milioni di barili di greggio dalle scorte per un periodo di quattro settimane, in quanto avevano esaurito la lavorazione del carburante per il periodo di guida estivo.

Secondo l'API (American Petroleum Institute), il sito Bilancio delle scorte di greggio negli Stati Uniti è sceso di 1,174 milioni di barili nella settimana conclusasi l'8 settembre.

Il gruppo industriale petrolifero ha registrato un prelievo di 5,521 milioni di barili nella settimana precedente al 1° settembre.

I numeri dell'API fungono da precursore dei dati ufficiali sulle scorte, che saranno resi noti mercoledì dall'Energy Information Administration (EIA) degli Stati Uniti.

Nonostante il più ampio aumento delle scorte di greggio riportato la scorsa settimana, l'API ha citato un calo di 2,417 milioni di barili la scorsa settimana presso l'hub di Cushing, Oklahoma, che prende in consegna U.S. crude. Nella settimana precedente, l'API ha riportato un deficit di Cushing di 1,35 milioni di barili.

Per quanto riguarda i carburanti, l'API ha registrato un accumulo di 4,210 milioni di barili di benzina e un aumento di 2,592 milioni di barili di distillati. Nella settimana precedente, l'API aveva registrato un calo di 5,09 milioni di barili per la benzina e un aumento di 0,31 milioni per i distillati.

Con l'uscita del rapporto API, cresce l'attesa per quello che l'EIA citerà per la domanda-offerta di petrolio della scorsa settimana negli Stati Uniti, e per l'impatto che questo avrà sui prezzi del greggio che sono saliti di oltre il 10% nelle ultime due settimane, quando la produzione saudita-russa ha spinto il commercio a dare priorità alla riduzione dell'offerta rispetto alla domanda reale.

Per quanto riguarda la scorsa settimana, gli analisti intervistati da Investing.com si aspettano che l'EIA riporti un calo stock di greggio di 2,299 milioni di barili, rispetto alla riduzione di 5,96 milioni di barili registrata nella settimana dell'11 agosto.

Sul fronte gasoline inventory, il consenso è per un aumento di 0,436 milioni di barili rispetto al calo di 0,261 milioni di barili della settimana precedente. La benzina per autotrazione è il primo prodotto petrolifero statunitense.

Su scorte di distillati si prevede un aumento di 0,095 milioni di barili rispetto al guadagno di 0,296 milioni della settimana precedente. I distillati vengono raffinati in heating oil, diesel per camion, autobus, treni e navi e carburante per aerei.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.