Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Lagarde, aumento tassi "non risolve" i problemi attuali

Economia 11.02.2022 09:58
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters

Di Alessandro Albano 

Investing.com - Un inasprimento di politica monetaria, se effettuato prima del tempo, potrebbe danneggiare la ripresa post-pandemica. E' quanto affermato venerdì dalla presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde, parole che si scontrano con quanto affermato da lei stessa dopo l'ultima riunione dell'Eurotower.

"L'aumento dei tassi di interesse non risolverebbe nessuno dei problemi attuali", ha detto Lagarde in un'intervista rilasciata a Redaktionsnetzwerk Deutschland. “Al contrario: se agissimo ora con troppa fretta, la ripresa delle nostre economie potrebbe essere notevolmente più debole e i posti di lavoro sarebbero messi a repentaglio”.

Se da una parte ha precisato che la BCE "agirà se necessario", dall'altra l'ex FMI ha ribadito quanto espresso in questi giorni da diversi membri del consiglio direttivo secondo cui "tutte le nostre mosse dovranno essere graduali".

Con Goldman Sachs (NYSE:GS) che ora prezza due aumenti dei tassi nel 2022, per Lagarde l'inflazione potrebbe risultare superiore a quanto previsto a dicembre", ma rispetto agli Stati Uniti l'economia "non è in surriscaldamento" quindi "possiamo, e dobbiamo, procedere con maggiore cautela".

Le parole dell'ex ministro delle Finanze francese fanno eco a quanto scritto sul portale della BCE da Philip Lane, economista della banca e membro del comitato esecutivo. L'inflazione della zona euro tornerà ai livelli previsti "senza un significativo inasprimento da parte della Banca centrale europea", in quanto i disagi "legati alla pandemia sia per la fornitura di merci che di manodopera si risolveranno".

"Dal momento che i colli di bottiglia alla fine si risolveranno, le pressioni sui prezzi dovrebbero diminuire e l'inflazione tornare al suo andamento senza bisogno di un significativo aggiustamento della politica monetaria", ha scritto il governatore della banca centrale irlandese. 

Secondo gli economisti di ING, "non c'è nulla che la BCE possa o possa fare per abbassare i prezzi dell'energia", cioè la causa principale del rialzo generale dei prezzi. "Questo è un altro enigma della pandemia: i governi sono necessari per ridurre i prezzi dell'energia, mentre le banche centrali (e i bassi tassi di interesse) sono necessarie per sostenere lo stimolo fiscale", affermano dalla banca olandese. 

Lagarde, aumento tassi "non risolve" i problemi attuali
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (32)
Santina Basile
Santina Basile 11.02.2022 15:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
i tassi bassi conviene solo agli Stati perché pluriindebitati pagano meno il debito. Chiamateli scemi. inflazione alta a tassi bassi e un modo per ribaltare al popolo una tassa occulta. continuano a pagati noi per loro.
isacco fantini
isacco fantini 11.02.2022 15:47
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
concordo pienamente.. da anni qualcuno diceva che le Banche Centrali a forza di politiche ultraespansive si sarebbero ficcate in un bel pasticcio.. ed eccolo fatto! Ora il vicolo cieco che hanno creato è davanti a loro.. lasciare che l' inflazione corra mietendo poveri e classe media oppure alzare i tassi e mietere governo e grossi debitori!? Capisco che non vi siano alternative virtuose ma non si dovrebbero avere dubbi nell' optare per la seconda, il rialzo (graduale quanto vuoi) dei tassi.
Andrea Colombo
Andrea Colombo 11.02.2022 15:13
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Purtroppo leggo molto commenti a favore di questa notizia.i tassi vanno alzati, non si cresce col tasso 0. Non a caso la FED li sta alzando
Roberto Mari
DarkMagician 11.02.2022 14:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
pandemia gas ucraina......manca Isis e le jeu sont fait. Che pena e poca fantasia. Solo cultura del terrore però ben collaudato dalle mafie da decenni.
XI notti
XI notti 11.02.2022 14:28
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Siamo vicini alla svolta amico mio. Il bene sta facendo il suo lavoro. La coscienza universale è consapevole. La gente si sta svegliando sempre più velocemente. Fiducia
Cane Nero
Cane Nero 11.02.2022 14:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Inflazione dovuta a caro energia e microchip. A cosa serve aumentare i tassi?
Roberto Mari
DarkMagician 11.02.2022 14:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
A nulla!
Stefano Parolin
Stefano Parolin 11.02.2022 14:09
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Semplice…l’inflazione è generata da una discrepanza tra domanda e offerta ovvero la prima supera di gran lunga la seconda pertanto vi è un inalzamento dei prezzi.La “forte domanda” è sostenuta da un costo “nullo” del denaro e dalla politica particolarmente espansionistica (vedi, nel caso dell’italia, bonus a pioggia quali, ad esempio, bonus vacanza…bonus babysitter…bonus terme…110% ecc)Se il denaro inizia a costare si va a porre un freno alla domanda e di conseguenza un riallineamento con l’offerta…ovvero una netta diminuzione della spinta inflazionistica ed un ritorno ad un contesto di piu o meno normalita (dico piu o meno perche credo sara difficile, in ritorno ai prezzi precedenti…la storia non è stata benevola in tal senso)
ws trader
ws trader 11.02.2022 13:33
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Per una volta sono d'accordo.La maggior parte dell'inflazione è dovuta alla speculazione ed al fatto che l'Opec voglia recuperare i profitti persi in 2 anni.In Europa l'energia é la causa principale dell'inflazione.In America sono i salari quindi la situazione è differente.In America sono quasi già in piena occupazione in Europa ci sono paesi con disoccupazione al 20%.Un aumento di tassi é quindi più sensato in America per raffreddare la domanda.
Stefano Parolin
Stefano Parolin 11.02.2022 13:33
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
L’aumento del costo dell’energia è qualcosa che sta avendo un impatto da ottobre. Il processo inflazionistico è partito in modo evidente gia dalla seconda meta del 2020….
Mirco Prella
Mirco Prella 11.02.2022 12:35
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
QUI CI VUOLE NIK CARTER
Leonardo Bergantini
Leonardo Bergantini 11.02.2022 12:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
si andrà in recessione e deflazione.stop
Stefano Parolin
Stefano Parolin 11.02.2022 12:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Sarebbe dovuta arrivare, giustamente, nel 2020….invece hanno drogato il mercato stampando soldi e creando una spaccatura netta con l’economja reale. Questo creera alla lunga ben piu danni di quanto non avremmo visto lasciando che il covid e le difficolta ad esso correlate avessero fatto il loro decorso
Alberto Matri
internazionale 11.02.2022 12:10
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Finalmente qualcosa di sensato.
Alex EA
Alex EA 11.02.2022 11:51
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
diamo tempo a chi a grossi capitali di smobilitare il tutto , solita strategia attendista
Lorenzo Ghiselli
Lorenzo Ghiselli 11.02.2022 11:23
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Vero, uscire in piedi dalla trappola della liquidità è molto difficile.
Emanuele Paris
Bigmème 11.02.2022 11:23
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
il giappone sono 30 anni e non riesce ad uscirne ma per l'europa viene più facile visto che dentro all'unione vi sono stati da sempre inflation oriented, e nel fare inflazione sono molto credibili. Secondo me la BCE si sta incartando in modo anche sciocco: basterebbe comunicare al mercato che per il target per i prossimi anni sarà sopportato anche al 3% e tutto si risolverebbe. Il problema è che si dovrebbero riscrivere i trattati. Questo ti fa capire la stupidità di istituite certe dinamiche in freddi trattati che non tengono conto di una realtà in evoluzione. In questo per la Fed viene molto più semplice. Comunque anche se non lo dicono perchè non lo posso dire, nei prossimi mesi ed anni si terranno un inflazione superiore al 2% e te la maschereranno con il fatto che: per loro il 2% è da intendersi nel lungo periodo e non certo nel breve. Visto che per anni siamo rimasti inchiodati tra 0 ed 1, loro ci diranno che adesso ci prendiamo tra 2 e 4. La storia sarà questa.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email