Ultime Notizie
Ricevi uno sconto del 40% 0
🔎 Vedi NVDA i ProTips per un’istantanea di rischi o ricompense Richiedi lo SCONTO DEL 40%

Le cinque cose da seguire questa settimana

Pubblicato 26.11.2023 11:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters
 
NDX
-0,38%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
US500
+0,13%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
MSFT
-0,15%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
GOOGL
+1,01%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
AAPL
+0,42%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
AMZN
+0,90%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 

Investing.com – Questa settimana i dati sull’inflazione saranno al centro dell’attenzione, mentre gli investitori continuano a chiedersi quando i tassi di interesse globali inizieranno a scendere. L’OPEC+ si riunirà per discutere dei tagli alla produzione di petrolio e i dati provenienti dalla Cina forniranno nuovi spunti sulle prospettive economiche della seconda economia mondiale. Ecco gli eventi da seguire questa settimana.

1.   Dati sull’inflazione negli Stati Uniti

Dopo la lettura invariata di ottobre sull’inflazione dei prezzi al consumo, i mercati sperano che il report sull’inflazione statunitense di giovedì rafforzi la tesi della fine degli aumenti dei tassi da parte della Federal Reserve.

L’indicatore dell’inflazione preferito dalla Fed, l’indice dei prezzi delle spese per consumi personali, dovrebbe essere aumentato dello 0,1% a novembre. L’indice PCE è aumentato dello 0,4% a settembre, eguagliando l’aumento di agosto.

La lettura core, che esclude i costi di cibo e carburante ed è considerata un indicatore migliore dell’inflazione sottostante, dovrebbe essere aumentata del 3,5% su base annua.

Altri dati economici in uscita durante la settimana includono l’indice sulla fiducia dei consumatori per il mese di novembre martedì, dopo che la lettura di ottobre ha mostrato un terzo calo mensile consecutivo. Ci sarà anche la prima revisione del PIL del terzo trimestre i dati sulle vendite di nuove case per ottobre, il report settimanale sulle richieste di sussidio di disoccupazione e il Libro beige della Fed.

2.   Rally di fine anno?

I segnali che il rally del mercato azionario statunitense si sta allargando ai cosiddetti Magnifici Sette, le società tecnologiche e di crescita a grande capitalizzazione, rafforzano le speranze degli investitori per un rally fino alla fine dell’anno.

Il gruppo dei Magnifici Sette è composto da Apple (NASDAQ:AAPL), Microsoft (NASDAQ:MSFT), Alphabet (NASDAQ:GOOGL), Amazon (NASDAQ:AMZN), Nvidia (NASDAQ:NVDA), Meta (NASDAQ:META) e Tesla (NASDAQ:TSLA) e collettivamente detengono un peso del 28% sul mercato dell’indice S&P 500. Questi colossi rappresentano quasi il 50% della ponderazione di Nasdaq 100, che ad oggi è in rialzo di quasi il 47%.

I titoli azionari hanno registrato un forte rialzo, con l’indice S&P 500 che ha guadagnato circa il 10% nelle ultime tre settimane, grazie al calo dei rendimenti dei Treasury e al raffreddamento dei dati sull’inflazione che potrebbero segnalare la fine dei rialzi dei tassi della Federal Reserve.

Gli investitori riceveranno ulteriori dati sull’inflazione e sulla fiducia dei consumatori (vedi sopra) nel corso della settimana, ma dati più forti del previsto potrebbero stimolare un crollo dei Treasury, facendo salire i rendimenti.

3.   Vertice OPEC+

Il petrolio è sceso venerdì, ma i prezzi hanno registrato la prima settimana di guadagni in oltre un mese, in vista della riunione che si terrà questa settimana per decidere i tagli alla produzione nel 2024.

I future Brent sono scesi dell’1,4%, a 80,23 dollari al barile, mentre i future del petrolio WTI è sceso del 2,5%, dalla chiusura di mercoledì a 75,17 dollari. Giovedì negli USA si è tenuta la festività del Ringraziamento.

I guadagni della settimana sono arrivati mentre l’OPEC+ si prepara alla riunione di giovedì, che avrà come priorità i tagli alla produzione, dopo i recenti cali del prezzo del petrolio dovuti alle preoccupazioni sulla domanda e all’aumento dell’offerta, in particolare da parte dei produttori non OPEC.

Il gruppo OPEC+, composto dall’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio e da alleati come la Russia, ha sorpreso il mercato mercoledì scorso rinviando la riunione prevista per il 26 novembre al 30 novembre, dopo che i produttori hanno faticato a raggiungere un accordo sui livelli di produzione.

4.   Inflazione nell’Eurozona

Giovedì l’Eurozona pubblicherà i dati sull’inflazione, che dovrebbero indicare una nuova moderazione della pressione sui prezzi a novembre.

L’inflazione dei prezzi al consumo dovrebbe aumentare a un tasso annuo del 2,8%, in leggero calo rispetto al 2,9% del mese precedente. L’inflazione sottostante dovrebbe rallentare al 3,9%.

Ma nonostante le indicazioni di un raffreddamento dell’inflazione, il Presidente della Banca Centrale Europea Christine Lagarde ha avvertito che i costi di finanziamento dovranno rimanere restrittivi ancora a lungo.

Giovedì scorso, i verbali dell’ultima riunione politica della BCE hanno indicato che i funzionari concordano sul fatto che dovrebbero essere pronti a rialzare nuovamente i tassi se necessario.

Si prevede che l’inflazione tornerà all’obiettivo della BCE del 2% solo nella seconda metà del 2025.

5.    Dati dalla Cina

Giovedì la Cina pubblicherà gli indici ufficiali dei responsabili degli acquisti per il mese di novembre, con gli investitori alla ricerca di eventuali segnali di ripresa nella seconda economia mondiale.

A ottobre i dati hanno mostrato che l’attività manifatturiera è tornata in contrazione nonostante una serie di misure governative volte a sostenere l’economia vacillante, colpita dalla debolezza dei consumi e dalla crisi del settore immobiliare del Paese, carico di debiti, che rappresenta circa un quarto del prodotto interno lordo.

Nel terzo trimestre l’economia cinese è cresciuta più velocemente del previsto (4,9%), ma Pechino deve ancora affrontare una battaglia in salita per raggiungere il suo obiettivo di crescita annuale di circa il 5%.

Articolo realizzato con il contributo di Reuters

Le cinque cose da seguire questa settimana
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (1)
Stefano Meneghetti
Stefano Meneghetti 27.11.2023 14:42
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email