🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Forex, dollaro sale, trader guardano a banche centrali

Pubblicato 31.10.2022, 14:21
© Reuters. Le banconote del dollaro statunitense in questa illustrazione del 17 luglio 2022. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione
EUR/USD
-

SINGAPORE/LONDRA (Reuters) - Il dollaro guadagna terreno, recuperando una parte delle perdite di questo mese, all'inizio di una settimana ricca di dati e appuntamenti delle banche centrali.

Euro e sterlina cedono rispettivamente 0,49% e 0,79% contro il biglietto verde, che sale di oltre lo 0,8% nel cross con lo yen.

Guardando a ottobre nel suo complesso, il dollaro si avvia a chiudere il mese in perdita, prima volta da maggio e seconda volta da inizio anno.

A far perdere terreno al dollaro di recente sono state le aspettative di una Fed meno aggressiva nel meeting che prende il via domani.

"I mercati valutari sono in modalità 'wait-and-see' in vista del meeting Fomc mercoledì dopo che abbiamo sentito toni un po' più bilanciati da parte di alcune altre banche centrali", commenta Samy Chaar, chief economist di Lombard Odier.

Le banche centrali di Australia e Canada hanno effettuato rialzi dei tassi di interesse inferiori alle attese questo mese, e i mercati hanno visto una sfumatura 'dovish' nelle decisioni della Bce, che la settimana scorsa ha aumentato i tassi di 75 punti base.

La Fed dovrebbe alzare i tassi di altri 75 punti base. Sarebbe il quarto aumento di quest'entità in successione. Ma i mercati non escludono un aumento di solo mezzo punto percentuale.

In agenda in settimana anche il meeting di Bank of England, che giovedì nelle attese dovrebbe alzare i tassi di 75 punti base.

13:39

CAMBIO RIC BID ASK CHIUSURA

EURO/DOLLARO 0,9915 0,9919 0,9963

DOLLARO/YEN 148,6900 148,7200 147,4500

EURO/YEN 147,4600 147,4700 146,9300

EURO/STERLINA 0,8605 0,8609 0,8577

ORO SPOT 1.636,05 1.636,24 1641,76

NOME INDICE RIC VALORE VAR. % CHIUSURA

© Reuters. Le banconote del dollaro statunitense in questa illustrazione del 17 luglio 2022. REUTERS/Dado Ruvic/Illustrazione

INDICE DOLLARO 111,2330 0,43 110,7520

(versione italiana Antonella Cinelli, editing Sabina Suzzi)

((antonella.cinelli@thomsonreuters.com; +39 06 8030 7709))

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.