Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

Dow Jones, Nasdaq, S&P 500: Possono sostenere nuovi picchi questa settimana?

Pubblicato 22.01.2024, 14:32
Aggiornato 22.01.2024, 14:38
© Reuters.

L'indice S&P 500 ha raggiunto un nuovo picco la scorsa settimana dopo aver superato i 4.818,62 - un massimo stabilito nella settimana di apertura del 2022. L'indice ha registrato un aumento dell'1,2% la scorsa settimana e sembra destinato a proseguire la sua ascesa verso la significativa soglia dei 5.000.

L'indice Nasdaq Composite è salito del 2,3% grazie alla crescita dei titoli tecnologici dovuta al trend dell'intelligenza artificiale. L'indice ha chiuso la settimana a 15.310,97, avvicinandosi al picco di 16.212,23. Nel frattempo, il Dow Jones Industrial Average è aumentato dello 0,7%, raggiungendo un nuovo leggero picco in prossimità della pietra miliare dei 40.000 dollari.

Il programma economico di questa settimana prevede dati cruciali, con la pubblicazione del Prodotto interno lordo del quarto trimestre degli Stati Uniti giovedì.

Gli economisti di Bank of America prevedono che le spese per i consumi saranno il principale contributo alla crescita, anche se si aspettano che gli investimenti in attività commerciali non residenziali siano rimasti limitati", secondo un rapporto di Bank of America.

Questa settimana (venerdì) sarà disponibile anche il rapporto sull'inflazione di dicembre, misurata dall'Indice dei prezzi delle spese per consumi personali. Gli investitori presteranno inoltre molta attenzione agli aggiornamenti di diverse banche centrali, come la Banca Centrale Europea, la Banca del Giappone e la Banca del Canada.

"Prevediamo che la Banca Centrale Europea manterrà la sua politica attuale senza alterazioni o cambiamenti nella sua comunicazione, e manteniamo la nostra previsione di una riduzione dei tassi a giugno. Non prevediamo cambiamenti negli obiettivi o nella comunicazione da parte della Banca del Giappone e ci aspettiamo che le banche centrali di Norvegia e Canada mantengano le loro politiche attuali questa settimana", ha aggiunto Bank of America.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Tra gli altri dati in uscita, gli ultimi dati sull'attività non manifatturiera della Federal Reserve di Filadelfia, le condizioni aziendali della Federal Reserve di Richmond, gli indici dei responsabili degli acquisti, l'indice dei prezzi delle spese per consumi personali core, le richieste iniziali di sussidi di disoccupazione, gli ordini di beni durevoli, le vendite di nuove case, il deflatore delle spese per consumi personali, le spese e i redditi personali, i contratti di acquisto di case in attesa di completamento e altro ancora.

I guadagni sono il punto focale

Secondo FactSet, del 10% delle aziende dello S&P 500 che hanno comunicato i risultati del quarto trimestre per il 2023, il 62% ha superato le aspettative in termini di utili per azione e fatturato.

Nonostante questi risultati positivi, si prevede che l'S&P 500 registrerà un calo degli utili dell'1,7% rispetto all'anno precedente per il quarto trimestre del 2023. Se ciò dovesse accadere, sarebbe la quarta volta negli ultimi cinque trimestri che gli utili diminuiscono rispetto all'anno precedente.

Per quanto riguarda le proiezioni sugli utili, il tasso di crescita annuale previsto per gli utili dell'S&P 500 era dell'1,6% al 31 dicembre. Al momento, sette settori hanno riportato o si prevede che riporteranno utili inferiori alle previsioni iniziali, a causa di sorprese negative negli utili per azione e di riduzioni nelle proiezioni degli utili per azione.

Questa settimana sono previsti gli utili delle seguenti società, elencate per capitalizzazione di mercato:

Lunedì: United Airlines;
martedì: Johnson & Johnson (NYSE:JNJ), Procter & Gamble, Netflix (NASDAQ:NFLX), Verizon, Texas Instruments, General Electric (NYSE:GE), Intuitive Surgical, Raytheon Technologies, Lockheed Martin e 3M.
Mercoledì: Tesla (NASDAQ:TSLA), ASML Holding, Abbott Laboratories (NYSE:ABT), SAP, ServiceNow, IBM, AT&T e Lam Research.
Giovedì: Visa, Intel (NASDAQ:INTC), T-Mobile US e Comcast.
Venerdì: American Express e Colgate-Palmolive.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Commenti degli analisti

Gli analisti di JPMorgan Chase & Co: "Il problema è che il mercato ha bisogno di revisioni nette positive delle previsioni sugli utili per salire rispetto al livello attuale, e non semplicemente di superare le aspettative ridotte. Ciò è dovuto al fatto che il posizionamento degli investitori è notevolmente più consistente rispetto all'anno scorso, il sentimento del mercato è eccessivamente fiducioso, i multipli di valutazione sono stati rivalutati e il principale catalizzatore del rally del quarto trimestre, il calo dei rendimenti obbligazionari, è probabilmente terminato per il momento".

Gli analisti di Morgan Stanley raccomandano di privilegiare le società con una crescita di alta qualità, poiché la loro performance rispetto alle società cicliche di qualità inferiore è robusta quando il tasso di aumento dei tassi di interesse a breve termine sta rallentando e queste società dimostrano una forza relativa basata sulle revisioni degli utili.

Analisti di Stifel: "Le nostre previsioni per il 2024 alla fine dell'anno scorso prevedevano che l'S&P 500 sarebbe rimasto in una fascia di oscillazione nella prima metà del 2024, poiché l'effetto delle condizioni finanziarie agevolate si riflette già in un elevato rapporto prezzo/utili per il 2024, in particolare per i titoli di crescita. Le nostre stime sugli utili per azione dell'S&P 500 sono leggermente superiori al consenso per il 2023 e leggermente inferiori per il 2024. Continuiamo a mantenere questa visione e per la prima metà del 2024 prevediamo una crescente fiducia degli investitori nell'espansione economica e un'inflazione persistente, con un probabile aumento dell'inflazione nella prima metà del 2024, che potrebbe influire negativamente sulle aspettative di riduzione dei tassi d'interesse e sui titoli growth ad alto rapporto prezzo/utili".

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Gli analisti di Fairlead Strategies ritengono che, se la tendenza al rialzo del mercato sarà confermata, si tratterà di un indicatore tecnico positivo che non solo eliminerà la resistenza, ma tenderà anche a creare un ulteriore slancio verso l'alto. Le proiezioni indicano un obiettivo a lungo termine di circa 6.120 sul grafico mensile dell'S&P 500 e un obiettivo a medio termine di circa 5.220 sul grafico settimanale. Pur essendo ambiziosi, questi obiettivi suggeriscono una tendenza rialzista. La conferma arriverebbe con una seconda chiusura settimanale consecutiva al di sopra di 4.819".

Gli analisti di BTIG: "Avevamo previsto che l'S&P 500 avrebbe potuto raggiungere un nuovo massimo sopra 4.800 all'inizio di quest'anno. L'ha raggiunto e ora ha bisogno di un ulteriore aumento di circa il 3,5% per raggiungere i 5.000 dollari. Sebbene sia possibile raggiungere questo traguardo prima di una correzione, il numero crescente di divergenze suggerisce che potrebbe verificarsi un 'fallimento della spinta' prima che l'indice raggiunga i 5.000".

Gli analisti di Evercore ISI: "C'è una ricostruzione dei 'muri della preoccupazione'. Un 'Upside Wall' si sta formando ai nuovi massimi storici sopra 4.800 tra sviluppi politici e stime più basse sugli utili per azione. Un "muro del ribasso" al livello di 4.600 dell'S&P 500 è sostenuto dal sentimento ottimistico di un "atterraggio morbido". Un ulteriore significativo rialzo potrebbe derivare dagli sviluppi politici che riducono la probabilità di una rivincita tra il Presidente Biden e l'ex Presidente Trump. I rischi di ribasso includono revisioni più basse degli utili per azione, aspettative più moderate per i tagli dei tassi di interesse della Federal Reserve e dati economici inaspettatamente più deboli. Gli investitori dovrebbero prepararsi a una maggiore volatilità su entrambi i lati del mercato".

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

 

Questo articolo è stato generato con l'aiuto dell'intelligenza artificiale e revisionato da un redattore. Per ulteriori dettagli, consultare i nostri Termini e condizioni.

Ultimi commenti

👍
per il mib ci vuole ben altro, borsa da 3 mondo.
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.