😎 Saldi d’estate esclusivi - Fino al 50% di sconto sugli stock picks di InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Le azioni GSK scendono del 9% dopo l'autorizzazione a procedere con 70.000 richieste di risarcimento per Zantac

Pubblicato 03.06.2024, 12:08
Aggiornato 03.06.2024, 12:13
© Reuters.
GSK
-
GSK
-

Le azioni dell'azienda farmaceutica britannica GSK hanno subito un significativo calo di valore lunedì, dopo che un giudice del Delaware ha deciso di autorizzare l'avanzamento di oltre 70.000 richieste legali. Queste denunce sostengono che il farmaco per il bruciore di stomaco di GSK, ora sospeso, noto come Zantac, è collegato alla causa del cancro.

Il valore delle azioni di GSK è sceso di oltre il 9,1% durante la sessione di trading a Londra.

GSK ha dichiarato di non essere d'accordo con la decisione del giudice e ha manifestato l'intenzione di impugnare senza indugio la sentenza attraverso un processo di appello.

Gli analisti finanziari hanno suggerito che le responsabilità finanziarie che GSK potrebbe dover sostenere a causa di queste cause potrebbero superare i 2-3 miliardi di dollari previsti in precedenza dal mercato.

La decisione presa dal giudice nella tarda serata di venerdì consente agli specialisti del settore di presentare la loro opinione sul fatto che il farmaco Zantac possa potenzialmente provocare il cancro. GSK, così come i precedenti produttori di Zantac, tra cui Pfizer, Sanofi e Boehringer Ingelheim, avevano precedentemente messo in dubbio la credibilità scientifica di queste opinioni di esperti.

Le cause in corso sono state una grande fonte di preoccupazione per GSK, in quanto hanno contribuito a ridurre il valore di mercato combinato di GSK, Sanofi, Pfizer e Haleon di quasi 40 miliardi di dollari nell'arco di una settimana nell'agosto 2022. Questo calo è dovuto in parte alle preoccupazioni per il protrarsi delle controversie legali e alla possibilità di dover pagare un risarcimento sostanziale.

"Sebbene la sentenza del giudice riguardi solo l'accettabilità delle prove degli esperti e non implichi un accordo con le loro conclusioni, è vista come uno svantaggio per GSK. Secondo la nostra analisi, è probabile che la sentenza porti a un calo del prezzo delle azioni di GSK", hanno dichiarato gli analisti finanziari nella loro relazione.

Gli analisti hanno anche menzionato che GSK sta affrontando notevoli incertezze a causa dei processi della giuria che potrebbero portare all'assegnazione di danni finanziari superiori a 2 miliardi di dollari. Questi rischi persistono a meno che GSK non riesca a ribaltare la sentenza in appello o a raggiungere un accordo. Secondo gli analisti, il costo stimato per la liquidazione di queste richieste di risarcimento è ora compreso tra i 2 e gli 8 miliardi di dollari, con aspettative che propendono per la fascia più alta a seguito della decisione del giudice.

"L'esito sembra essere più sfavorevole di quanto previsto dal mercato. Le azioni di GSK sono aumentate del 22% quest'anno, in parte grazie all'ottimismo di una risoluzione favorevole per GSK riguardo ai casi Zantac", hanno osservato gli analisti.

A differenza di GSK, il rischio finanziario per Sanofi è considerato relativamente basso. Le potenziali spese di transazione per Sanofi non dovrebbero superare il 2% del suo valore di mercato, anche nello scenario più grave, e potrebbero essere anche inferiori.


Questo articolo è stato prodotto e tradotto con l'ausilio della tecnologia AI ed è stato revisionato da un redattore. Per ulteriori dettagli, consultare i nostri termini e condizioni.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.