Sblocca dati premium: Fino al 50% di sconto InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Titoli Asia affondano su perdite settore tech, aumenta il timore per tassi e inflazione

Pubblicato 30.05.2024, 05:06
© Reuters.
AXJO
-
JP225
-
HK50
-
NSEI
-
KS11
-
SSEC
-
CSI300
-

Investing.com-- La maggior parte dei titoli asiatici è scesa giovedì tra i persistenti timori di un'inflazione vischiosa che invita a tassi d'interesse elevati, con il settore tecnologico che ha registrato i ribassi più consistenti mentre gli investitori hanno bloccato i recenti profitti.

I mercati regionali sono stati influenzati dalla debolezza di Wall Street, che è scesa mercoledì a causa delle perdite del settore tecnologico e dei deboli guadagni, mentre i timori di alti tassi di interesse sono rimasti in gioco prima delle letture economiche chiave di questa settimana.

I futures degli indici azionari statunitensi hanno registrato perdite prolungate negli scambi asiatici, con l'attenzione rivolta ai prossimi dati prodotto interno lordo e Indice dei prezzi PCE - l'indicatore dell'inflazione preferito dalla Federal Reserve - previsti rispettivamente giovedì e venerdì.

I titoli del settore tecnologico e dei produttori di chip registrano perdite mentre il rally dell'AI si raffredda

Gli indici tecnologici sono stati i peggiori negli scambi asiatici, con il giapponese Nikkei 225, l'hongkonghese Hang Seng e il sudcoreano KOSPI in calo tra l'1% e l'1,5%.

L'iniziale rally del settore, guidato dall'entusiasmo per l'intelligenza artificiale, sembra ora in fase di esaurimento, mentre la diminuzione della propensione al rischio ha visto gli investitori bloccare i recenti guadagni del settore.

I titoli dei principali produttori di chip - che hanno avuto la maggiore esposizione al recente rally dell'intelligenza artificiale - sono stati quelli che hanno subito i maggiori ribassi. La giapponese Advantest Corp. (TYO:6857) è scivolata del 5,5% ed è stata la peggiore performance del Nikkei, mentre la principale azienda produttrice di chip di memoria SK Hynix Inc (KS:000660) è scesa del 2% negli scambi sudcoreani.

TSMC (TW:2330) (NYSE:TSM) - il più grande produttore di chip a contratto del mondo - è sceso dell'1,3% negli scambi a Taiwan.

Un'eccezione nel settore è stata Semiconductor Manufacturing International Corp (HK:0981), il più grande produttore di chip in Cina. Il titolo è balzato di quasi il 4% dopo che i dati recenti hanno mostrato che è diventato il terzo produttore di chip al mondo per capacità di fonderia.

Il titolo è inoltre destinato a beneficiare di ulteriori misure di sostegno da parte di Pechino, dopo che il governo ha recentemente presentato un nuovo fondo da 45 miliardi di dollari per sostenere gli sforzi locali nella produzione di chip.

Le perdite cinesi sono limitate dalle promesse di un maggiore sostegno politico

I titoli cinesi sono scesi relativamente meno dei loro omologhi regionali, con gli indici Shanghai Shenzhen CSI 300 e Shanghai Composite che hanno perso circa lo 0,2% ciascuno.

Il sentimento nei confronti del Paese è stato in qualche modo sostenuto dalle promesse della Banca Popolare di adottare ulteriori misure per favorire la crescita economica. Le promesse arrivano dopo che nell'ultimo mese Pechino ha varato una serie di misure politiche e di finanziamento per sostenere la crescita economica. Queste misure hanno anche innescato un rally stellare nei mercati cinesi, anche se nelle ultime sedute è sembrato rallentare.

Questa settimana l'attenzione si concentra anche sui dati chiave del sito indice dei responsabili degli acquisti, previsti per venerdì.

I mercati asiatici più ampi si sono ritirati a causa del deterioramento del sentiment in attesa di ulteriori indicazioni sui tassi di interesse statunitensi. L'australiano ASX 200 è sceso dello 0,6%, estendendo le perdite dopo una lettura dell'inflazione più calda del previsto mercoledì.

I futures per l'indice indiano NSEI hanno indicato un'apertura negativa, con l'indice destinato a subire ulteriori perdite dopo il ritiro dai massimi storici.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.