🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

3 Dividend King per navigare la volatilità dei mercati

Pubblicato 12.03.2024, 15:30
US500
-
KO
-
PG
-
ABBV
-
  • Tra il fascino della tecnologia e delle energie rinnovabili, i re dei dividendi ancorano silenziosamente i portafogli con la loro solida affidabilità, offrendo stabilità nei mercati incerti.
  • Per raggiungere lo status di re dei dividendi è necessaria un’impresa rara: aumentare i dividendi per oltre 50 anni consecutivi, a testimonianza della resilienza finanziaria nell’economia volatile di oggi.
  • In questo articolo analizzeremo tre titoli che non si limitano alla stabilità, ma offrono anche un potenziale di crescita e di reddito, rendendoli componenti essenziali per gli investitori a lungo termine che cercano la resilienza nei loro portafogli.
  • Investite come i grandi fondi a meno di 9 dollari al mese con il nostro strumento di selezione dei titoli ProPicks alimentato dall’intelligenza artificiale. Per saperne di più, cliccate qui>>.
  • In un mondo di tecnologia in rapida evoluzione e di cambiamenti nelle energie rinnovabili, i re dei dividendi potrebbero non attirare i riflettori, ma la loro costanza li rende beni preziosi per molti investitori. In un momento di incertezza del mercato, gli investitori cercano la stabilità e i re dei dividendi rappresentano una base affidabile.

    Guadagnare il titolo di re dei dividendi non è un risultato da poco. Le società devono aumentare i dividendi per almeno 50 anni consecutivi, dimostrando una rara solidità finanziaria e continuità nel dinamico panorama economico odierno. È questa affidabilità che contraddistingue i re dei dividendi.

    Anche se non brillano come le star tecnologiche dei Magnifici 7 o non fanno notizia con le scoperte dell’intelligenza artificiale, i re dei dividendi eccellono nel fornire un flusso di reddito affidabile, particolarmente vantaggioso per i pensionati.

    Essendo in una fase aziendale matura, queste società non solo mantengono un dividendo stabile e in crescita, ma superano anche le performance del mercato, rendendole interessanti per gli investitori value a lungo termine che comprendono il potere della capitalizzazione.

    Nonostante la volatilità del mercato colpisca anche i re dei dividendi, coloro che mirano a una crescita a lungo termine e a un reddito costante li trovano una scelta eccellente per diversificare i portafogli e raggiungere gli obiettivi finanziari.

    InvestingPro, la piattaforma premium di Investing.com, offre una risorsa preziosa per identificare i re dei dividendi.

    Filtrando i re dei dividendi nella sezione “Idee”, gli investitori hanno accesso a un elenco completo di società con una notevole storia di dividendi:


    Dividend Kings - InvestingPro

    Fonte: InvestingPro

    Allora, cosa state aspettando? Acquistate subito InvestingPro a un prezzo scontato!

    Non solo avrete accesso ai portafogli di noti investitori e a uno screener professionale, ma anche alle nostre 6 strategie guidate dall’intelligenza artificiale che hanno costantemente sovraperformato l’S&P 500 negli ultimi 10 anni.

    Clicca qui per iniziare!

    Ecco tre re dei dividendi che hanno dimostrato di essere investimenti solidi e che possono offrire agli investitori rendimenti complessivi significativi.

    1. AbbVie: re dei dividendi con potenziale rialzista

    AbbVie (NYSE:ABBV) brilla come un faro di stabilità. Come re dei dividendi, l’azienda non solo ha dimostrato una crescita impressionante, ma ha anche affrontato con successo le preoccupazioni degli investitori sulla protezione brevettuale del suo farmaco chiave, Humira.

    Negli ultimi cinque anni, il titolo AbbVie ha registrato uno spettacolare aumento del 180%. Gran parte di questa crescita è stata registrata nei primi tre anni. Da allora, il titolo si è mosso per lo più all’interno di un range di negoziazione, spingendo alcuni investitori a esprimere preoccupazioni sul futuro dell’azienda.


    AbbVie Returns

    Fonte: InvestingPro

    Nonostante la perdita della protezione brevettuale per alcune indicazioni, AbbVie mantiene una forte posizione di mercato. L’azienda ha puntato con successo sull’introduzione di prodotti sostitutivi come Rinvoq e Skyrizi, i cui ricavi sono cresciuti costantemente e ora costituiscono più di un quarto del fatturato totale.

    Analysts have praised AbbVie’s stock considering these developments, and investors are now increasingly focusing on the attractive dividend yield of 3.47% that the company offers. With an annual payout of $6.20 per share, AbbVie is not only a reliable investment for long-term investors but also an attractive target for dividend hunters.


    Dividend History

    Fonte: InvestingPro

    La stabilità finanziaria di AbbVie ne sottolinea l’attrattiva come investimento a lungo termine. Secondo il punteggio di qualità di InvestingPro, che prende in considerazione più di 100 indicatori individuali, la società ottiene 4 punti su 5 possibili. Ciò si riflette anche nel moderato payout ratio di circa il 46% su base free cash flow, che indica che la società ha ancora spazio per futuri aumenti dei dividendi.

    Financial Health

    Fonte: InvestingPro

    In un periodo di incertezza del mercato, AbbVie si dimostra una roccia nella tempesta. Grazie a una solida politica dei dividendi, a forti prodotti sostitutivi di Humira e a una solida posizione finanziaria, l’azienda offre agli investitori non solo stabilità ma anche un notevole potenziale di crescita futura.

    2. P&G: un titolo stabile in tempi turbolenti

    Anche Procter & Gamble (NYSE:PG) è considerata un’ancora solida dagli investitori in acque tempestose. L’azienda, uno dei principali operatori nel settore dei beni di consumo, vanta un impressionante portafoglio di marchi che continuano a godere di popolarità sia nei momenti positivi che in quelli negativi.

    L’anno scorso P&G ha dimostrato ancora una volta il suo potere di determinazione dei prezzi, aumentando i ricavi e gli utili nonostante le condizioni difficili. Questo dimostra la forza dell’azienda e la sua capacità di prosperare anche in condizioni di mercato difficili.

    Con il previsto miglioramento della situazione economica nella seconda metà del 2024, P&G potrebbe entrare in una nuova fase in cui i prezzi più alti diventeranno la norma grazie all’aumento dei salari e a tassi di interesse potenzialmente più bassi. Ciò potrebbe offrire all’azienda ulteriori opportunità di incrementare i propri margini.

    Per gli investitori a lungo termine, il titolo P&G offre anche un dividendo interessante. L’azienda paga dividendi ai suoi azionisti da ben 68 anni, aumentandoli continuamente.

    Attualmente il dividend yield è pari al 2,35% e, grazie al moderato rapporto di payout basato sull’utile per azione e sul free cash flow (rispettivamente 61,6% e 56,8%), esiste ancora un notevole potenziale di aumento futuro.

    Dividend History

    Fonte: InvestingPro

    Negli ultimi cinque anni, il titolo P&G ha registrato un notevole incremento di valore di oltre il 77%.

    Price History

    Fonte: InvestingPro

    Gli analisti ritengono che questa potrebbe non essere la fine del percorso. Secondo le stime di 25 analisti pubblicate su InvestingPro, il fair value del titolo è di circa 169 dollari, mentre attualmente viene scambiato a circa 160 dollari.

    Fair Value

    Fonte: InvestingPro

    Anche in termini di qualità e posizione finanziaria, il gigante dei beni di consumo ottiene buoni risultati. Con un punteggio di qualità di 3 punti su 5 su InvestingPro, P&G ottiene buoni risultati soprattutto nella categoria della redditività, dove la società riceve 4 punti su 5.

    Financial Health

    Fonte: InvestingPro

    Nel complesso, Procter & Gamble rimane un investimento affidabile e interessante per gli investitori, in quanto offre non solo stabilità ma anche un potenziale di crescita e dividendi.

    3. Coca-Cola: Un titolo per gli amanti dei dividendi

    Quando si parla di investimenti senza tempo, si può fare affidamento sulla lista dei titoli preferiti da Warren Buffett. In cima a questa lista c’è da tempo il gigante effervescente Coca-Cola Co (NYSE:KO). L’Oracolo di Omaha giura sull’affidabilità che deriva dall’impressionante storia di 63 anni di crescita continua dei dividendi della società.

    Ma cosa rende Coca-Cola così interessante per gli investitori? Un’occhiata al potere di determinazione dei prezzi dell’azienda rivela molto. Nonostante la tendenza a lungo termine al calo del consumo di bibite, la base di clienti fedeli di Coca-Cola dimostra di rimanere fedele al marchio anche in tempi di inflazione elevata. Questo fattore protegge i margini e gli utili dell’azienda, rendendo quasi inevitabili i futuri aumenti dei dividendi, soprattutto se si considerano i rapporti di payout ancora moderati su base EPS e free cash flow.

    In termini di posizione finanziaria, Coca-Cola, come gli altri due re dei dividendi, ottiene una solida performance. Con 3 punti su 5, Coca-Cola si dimostra stabile e in grado di attraversare facilmente le turbolenze economiche.

    Financial Health

    Fonte: InvestingPro

    Ma Coca-Cola non riposa sugli allori. L’azienda ha costantemente diversificato il proprio portafoglio prodotti. Sebbene la cola rimanga il cuore dell’azienda, Coca-Cola offre ora anche un’ampia gamma di tè, succhi di frutta e persino bevande energetiche per espandere i flussi di entrate e adattarsi alle mutevoli tendenze dei consumatori.

    Nell’ultimo anno, il titolo KO ha guadagnato il 62%. Sebbene il rendimento da dividendo del 3,26% possa non sembrare spettacolare a prima vista, per gli investitori orientati al reddito, il titolo offre un solido rendimento totale che supera senza sforzo l’inflazione.

    Price History

    Fonte: InvestingPro

    Per gli investitori alla ricerca di stabilità a lungo termine e di un reddito consistente, Coca-Cola rimane senza dubbio un’ottima scelta.

    ***

    Per essere sempre aggiornati sull’andamento del mercato e sulle sue implicazioni per il vostro trading, non dimenticate di consultare InvestingPro. Come per ogni investimento, è fondamentale fare ricerche approfondite prima di prendere qualsiasi decisione.

    InvestingPro consente agli investitori di prendere decisioni informate, fornendo un’analisi completa dei titoli sottovalutati con un potenziale di rialzo significativo sul mercato.

    Abbonatevi qui per meno di 9 dollari al mese e non perdetevi più un mercato rialzista!

    Subscribe Today!

    Inserite il codice “PROTRADER” al momento dell’ordine e assicuratevi un ulteriore sconto del 10% sugli abbonamenti annuali e biennali di Pro e Pro+. Cliccate qui e non dimenticate il codice di sconto!

    Nota: Il trading di azioni e altri strumenti finanziari comporta sempre un certo livello di rischio. Le performance passate non sono un indicatore affidabile dei risultati futuri. Gli investimenti nel mercato azionario possono comportare perdite e gli investitori devono essere consapevoli della possibilità di perdere il capitale investito. Si raccomanda agli investitori di effettuare ricerche personali e di acquisire familiarità con i rischi specifici prima di investire. Ciò include la considerazione dei rischi di mercato, dei rischi di settore, dei rischi aziendali, nonché degli obiettivi finanziari individuali e della tolleranza al rischio. Si consiglia agli investitori, soprattutto a quelli inesperti, di richiedere una consulenza indipendente prima di prendere una decisione di investimento. L’uso degli strumenti e delle analisi fornite da InvestingPro ha uno scopo puramente informativo e non deve essere considerato come una consulenza di investimento. Qualsiasi decisione di investimento è di esclusiva responsabilità dell’investitore. Si noti che la negoziazione di azioni e altri strumenti finanziari comporta rischi significativi e potrebbe non essere adatta a tutti gli investitori. Si raccomanda agli investitori di investire solo i fondi che possono permettersi di perdere.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.