🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

3 titoli di semiconduttori favoriti dallo US CHIPS Act

Pubblicato 10.04.2024, 10:22
INTC
-
TLIT
-
AAPL
-
NVDA
-
AMD
-
IXIC
-
META
-
TSM
-
GFS
-

I rapporti USA-Cina sono a un punto di svolta dopo decenni di spinta dell’economia cinese nel tech per diventare un centro di produzione economico. La posizione del governo USA nei confronti della Cina è diventata più conflittuale dalla presidenza Trump, proseguendo così sotto il governo Biden.

Ma la tensione è rimasta immutata considerato quanto sono legate le due economie. Per allontanarle, il Presidente Biden ha firmato il CHIPS and Science Act ad agosto 2022, acronimo di “Creating Helpful Incentives to Produce Semiconductors” (creare degli incentivi utili per produrre semiconduttori).

Il CHIPS Act è una manna per il tech americano

Dei circa 280 miliardi di dollari autorizzati dalla proposta di legge, 52,7 miliardi sono destinati alla ricerca e produzione di semiconduttori. Per gli azionisti di queste compagnie, 39 miliardi di dollari finiranno in incentivi per la produzione di chip su suolo statunitense.

Per ridurre la dipendenza dalla Cina, il CHIPS Act investirà 174 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni nell’ecosistema high-tech e formerà la nuova generazione di forza lavoro STEM. Con il solo credito di imposta sugli investimenti, 24 miliardi di dollari accenderanno la crescita del settore privato fino al gennaio 2027.

In seguito alle verifiche burocratiche, ad aprile 2024 il CHIPS Program Office (CPO) ha annunciato fino a 17,6 miliardi di dollari di prestiti a cinque compagnie di semiconduttori e 16,8 miliardi di dollari di ricompense. Per gli investitori che cercano un’esposizione ai CHIPS, questi titoli di semiconduttori traineranno il rafforzamento del tech USA contro la Cina.

Taiwan Semiconductor Manufacturing Company Ltd.

Pur non avendo sede negli USA, Taiwan Semiconductor Manufacturing (NYSE:TSM) ha una presenza importante in Arizona. Nel dicembre 2022, la compagnia ha annunciato l’intenzione di investire nella seconda foundry di semiconduttori a Phoenix, per un valore di 40 miliardi di dollari. Il Dipartimento per il Commercio USA lunedì ha destinato fino a 6,6 miliardi di dollari a TSMC in base al CHIPS Act.

Sebbene sia sembrato che il terremoto a Taiwan avesse causato importanti danni a TSMC, i suoi impianti restano intatti. Probabilmente il terremoto spingerà a investire di più per decentralizzare le operazioni di TSMC.

Negli ultimi 30 giorni, il titolo TSM è andato in pareggio allo 0,46%, con +42% sull’anno in corso. Dal minimo di 52 settimane di 81,21 dollari, il prezzo attuale di 144,81 dollari rappresenta un rialzo del 43%. La prossima call sui risultati del Q1 2024 è in agenda per il 18 aprile. Per il trimestre, la compagnia stima un fatturato di 18-18,8 miliardi di dollari, rispetto ai 19,62 miliardi del Q4 ‘23.

Tra 12 mesi, gli analisti sentiti da Nasdaq indicano un prezzo obiettivo di 164,14 dollari. La stima alta è 188 dollari, mentre la stima bassa è 133 dollari per azione.

GlobalFoundries Inc.

Per il suo impianto a Malta, NY, GlobalFoundries Inc (NASDAQ:GFS) ha ricevuto 1,375 miliardi di dollari di sussidi e 1,6 miliardi di dollari di prestiti favorevoli per espandere le operazioni e costruire una nuova fabbrica. Ha ricevuto inoltre una sovvenzione da 125 milioni di dollari per il suo impianto a Essex Junction, VT. L’espansione di Malta dovrebbe triplicare la sua capacità di produzione di chip.

Dalla copertura di dicembre di GlobalFoundries, GFS era prezzato a 52 dollari contro gli attuali 51,59 dollari.Dato il minimo di 52 settimane di 48,12 dollari, il titolo mostra stabilità, che non è necessariamente quello che cercano gli investitori dei semiconduttori.

Tuttavia, il mercato probabilmente si riprenderà nel secondo semestre. Questo è dimostrato dalle entrate nette del Q4 ‘23 di GlobalFoundries di 278 milioni di dollari rispetto ai 668 milioni del Q4 ‘22.

Ciononostante, con -11% sull’anno in corso, GFS rappresenta un’esposizione ai semiconduttori a lungo termine a basso rischio. Il prezzo obiettivo medio di Nasdaq per GFS è di 57,88 dollari rispetto agli attuali 51,59 dollari. La stima alta è 63 dollari, mentre quella bassa è 48 dollari per azione.

Intel

Il titolo di Intel Corporation (NASDAQ:INTC) è salito solo del 17,5% su un anno rispetto al ritorno del 78% di AMD (NASDAQ:AMD) nello stesso periodo. Sull’anno in corso, AMD ha guadagnato il 22%, mentre le azioni INTC hanno perso il 20%.

Ciononostante, Intel è stato il maggior beneficiario di sussidi CHIPS nei suoi quattro impianti a Hillsboro, Chandler, Rio Rancho e New Albany, per un totale di 8,5 miliardi di dollari e di 11 miliardi di dollari di prestiti. Malgrado i solidi utili nel Q4 2023 e il fatturato di 15,40 miliardi che ha superato i 15,15 miliardi previsti, le stime di Intel hanno deluso gli investitori.

Come GlobalFoundries, Intel si aspetta un rallentamento delle vendite nei segmenti PC e data center. Tuttavia, Intel si sta trasformando in un fornitore di chip globale per compagnie come Apple (NASDAQ:AAPL), Meta (NASDAQ:META) e Nvidia (NASDAQ:NVDA).

Nel breve periodo, la transizione di Intel sarà più costosa. Ma, se c’è una compagnia che diventerà la versione americana di TSMC, quella è probabilmente Intel.

Considerata la scarsità di capitale umano in questa arena e il voto di fiducia del governo USA, gli investitori dovranno credere alla promessa di Intel che diventerà il secondo più grande chipmaker per fatturato entro il 2030.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra politica del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su The Tokenist. Consultate la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale dei principali trend in campo finanziario e tecnologico.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.