Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

3 titoli tech ad alta crescita che ora pagano anche i dividendi

Pubblicato 13.05.2024, 10:10
MSFT
-
TLIT
-
GOOGL
-
QCOM
-
AAPL
-
AMZN
-
TXN
-
AMD
-
CRM
-
IXIC
-
META
-
GOOG
-

Gli investitori sono abituati al fatto che alcuni tipi di titoli rendano anche dividendi consistenti. Solitamente si tratta di REITs, banche, elaboratori di dividendi, grandi compagnie di utenze o compagnie di beni di consumo. Al contrario, compagnie ad alta crescita come Amazon (NASDAQ:AMZN) tendono a reinvestire negli affari.

Poco dopo Texas Instruments (NASDAQ:TXN), Apple (NASDAQ:AAPL) ha sperimentato i dividendi dal 1987 al 1995, per poi fermarsi e riprendere nel 2012.Sebbene il rendimento del dividendo di AAPL sia ancora basso allo 0,54%, la compagnia offre un ritorno agli azionisti tramite riacquisti azioni da record.

Secondo Morningstar, rispetto al settore dei servizi finanziari, che ha rappresentato il 43% della crescita dei dividendi nel 2003, il settore tech ha rappresentato solo il 2,10%. Nel 2023, abbiamo visto una maggiore diversificazione settoriale, con le compagnie finanziarie al 23,57% e i titoli tech al 9%.

Meta Platforms (NASDAQ:META) e Alphabet ({{20|NASDAQ}:GOOGL) hanno annunciato payout dei dividendi quest’anno. Si tratta di un grande cambiamento nel settore, per mantenere lo slancio del titolo attirando una base di investitori più ampia.

Ecco tre titoli tech che gli investitori dovrebbero considerare per il pagamento dei dividendi.

Qualcomm: rendimento del dividendo dell’1,77% e un payout annuale di 3,20 dollari ad azione

Sull’anno in corso, il chipmaker ha battuto decisamente la performance di AMD (NASDAQ:AMD), con ritorni rispettivamente del 30% contro il 9,50%. Mentre AMD ha iniziato a scendere a inizio marzo, Qualcomm Incorporated (NASDAQ:QCOM) è balzato del 20% negli ultimi tre mesi.

Al livello di prezzo attuale di 180,54 dollari, il titolo QCOM è il 44% al di sopra del minimo di 52 settimane di 101,47 dollari per azione. Qualcomm domina le spedizioni globali di processori per smartphone (AP) persino più di Apple. Al Q4 2023, la compagnia deteneva una partecipazione del 23%, dietro al 36% di MediaTek e prima del 20% di Apple, in base a Counterpoint Research.

Nel secondo semestre del 2024, Qualcomm lancerà le nuove piattaforme per dispositivi mobili Snapdragon 8S Gen3 e 7 Plus Gen 3, sfruttando il potere dell’intelligenza artificiale nel settore degli smartphone. Per il Q2 2024, la compagnia ha riportato risultati solidi. Le entrate nette sono aumentate del 14% su base annua, con una crescita del fatturato della divisione automotive del 35% a 603 milioni di dollari.

Rispetto alla liquidità netta da operazioni di 4,5 miliardi di dollari nel 2023, Qualcomm l’ha aumentata a 6,5 miliardi di dollari. Per il Q3 FY24, la compagnia prospetta un fatturato di 8,8-9,6 miliardi di dollari, rispetto ai 9,4 miliardi del Q2. Di conseguenza, le stime di Nasdaq vedono un obiettivo di prezzo medio modesto, di 187,05 dollari contro gli attuali 180,54 dollari per azione.

Meta Platforms: rendimento del dividendo dello 0,42% e un payout annuale di 2 dollari ad azione

Meta, dichiarato vincitore degli utili dei Magnifici Sette a febbraio, ha annunciato il suo primo dividendo trimestrale nei risultati del Q4 2023, da pagare il 26 marzo 2024. Come Apple, Meta utilizza un doppio approccio per spingere i ritorni degli azionisti, autorizzando 50 miliardi di dollari di riacquisti di azioni.

Sull’anno in corso, il titolo META è salito del 36%. Dal suo minimo di 52 settimane di 235,33 dollari, il prezzo è ora 475,42 dollari. Mark Zuckerberg ha spinto la sua compagnia in diversi campi, dominando il settore VR/AR con i dispositivi Oculus Quest, mentre la divisione del metaverso Reality Labs deve ancora produrre profitti.

Ciononostante, le forti entrate inserzionistiche sulle varie piattaforme social, spinte significativamente dagli strumenti IA, danno alla compagnia ampio spazio di manovra per proseguire ricerche e sviluppo come titolo del metaverso. Per il Q1 2024, Meta ha riportato una crescita del fatturato su base annua del 27% a 36,4 miliardi di dollari, con un incremento del 117% delle entrate nette pari a 12,3 miliardi.

In altre parole, Meta occupa molte nicchie allettanti per gli investitori: blue chip, tech growth, metaverso e ora titolo da dividendo con generosi riacquisti. Il prezzo obiettivo medio Nasdaq di META è 522,49 dollari, contro gli attuali 475,42 dollari per azione.

Salesforce: rendimento del dividendo dello 0,58% e un payout annuale di 1,60 dollari ad azione

Salesforce Inc (NYSE:CRM) ha il dominio del mercato della gestione dei rapporti con i clienti su cloud (CRM), con una partecipazione stimata del 26,47%. Per fare un paragone, tutte le altre piattaforme CRM hanno una partecipazione di meno del 6%, compreso Microsoft (NASDAQ:MSFT) Dynamics CRM, che ha il 4,29%.

Questi servizi sono solitamente su abbonamento, dando a Salesforce un flusso di entrate stabile e prevedibile. La compagnia ha annunciato il suo primo dividendo a febbraio, con la data del pagamento all’11 aprile, per 0,40 dollari ad azione a trimestre.

A febbraio, Salesforce ha riportato i risultati del suo Q4 2024 (fiscale), con una crescita del fatturato su base annua dell’11% a 9,29 miliardi di dollari ed entrate nette per l’intero anno fiscale di 4,1 miliardi contro i 208 milioni di dollari dell’anno prima. Oltre al nuovo dividendo, Salesforce ha autorizzato un programma di riacquisto azioni da 10 miliardi di dollari, avendo restituito 11,7 miliardi di dollari agli azionisti dal lancio.

Per quanto riguarda le stime dell’intero FY25, Salesforce prospetta una crescita su base annua del fatturato dell’8%-9%, fino a 38 miliardi di dollari. Sull’anno in corso, il titolo CRM è salito del 7,4%. Il prezzo obiettivo medio Nasdaq di CRM è ora 339,32 dollari, contro gli attuali 275,30 dollari per azione.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra politica del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Questo articolo è stato pubblicato originariamente su The Tokenist. Consultate la newsletter gratuita di The Tokenist, Five Minute Finance, per un’analisi settimanale dei principali trend in campo finanziario e tecnologico.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.