Ricevi uno sconto del 40%

I mattoni abbandonano la casa: La situazione dei BRICS

Pubblicato 12.04.2023, 11:06
Aggiornato 09.07.2023, 12:32


La scorsa settimana, un funzionario russo ha annunciato che le Nazioni BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica), in inglese “mattoni”, stanno lavorando per sviluppare una "nuova valuta".

Come non bastasse, questo è un altro segno che il regno del dollaro sta vedendo il tramonto.

Il politico Alexander Babakov ha detto che le BRICS stanno sviluppando una strategia che non difende il dollaro o l'euro, e che "una moneta unica" probabilmente emergerà all'interno dei BRICS.

Sarà una moneta ancorata all'oro o altri gruppi di prodotti, elementi di terre rare o suolo.

(I più esperti sanno che alla loro creazione, le monete sono sempre ancorate a qualcosa).

Ora, grazie soprattutto a Cina e India, il BRICS Rappresenta circa il 40% della popolazione mondiale e un quarto del PIL.

L'anno scorso, l'Iran ha ufficialmente fatto domanda per aderire ai BRICS.

Inoltre, diverse nazioni hanno espresso interesse ad aderire al blocco, tra cui Arabia Saudita, Algeria, Emirati Arabi Uniti, Egitto, Argentina, Messico e Nigeria.

Molti Paesi stanno cercando di ridurre al minimo la loro esposizione al dollaro.

La fiducia nei verdoni continua a crollare grazie a prestito, spesa e creazione di denaro da parte del governo USA.

L'uso del dollaro da parte dell'America come arma di politica estera rende anche molti paesi diffidente nel fare affidamento esclusivamente sui dollari.

Secondo il Fondo Monetario Internazionale, la quota del dollaro nelle riserve valutarie globali è scesa al di sotto del 59% alla fine del 2021, estendendo un calo di due decenni.

L'unica ragione per cui gli Stati Uniti possono sopravvivere con enormi deficit di bilancio e un debito nazionale terrificante è il ruolo del dollaro come valuta di riserva mondiale.

Ma cosa succede se quella domanda scende?

Cosa succede se i BRICS sviluppano la propria valuta e non hanno più bisogno di dollari per fare scambi?

Se la domanda di dollari si accumula, il valore del dollaro crolla.

Ciò significa un'inflazione dei prezzi ancora peggiore per gli americani.

Sono tempi difficili per gli Yankees.

Warren Buffett diceva “Mai scommettere contro l’America”.

Ma è ancora così?

Tutto dipenderà da come gli americani riusciranno a reagire a questa serie di eventi.

Per il momento, il nostro team è ben distante dalle idee comuni di “investire 300€ al mese in un indice americano che tanto va sempre su”.



US 500
SP 500
FTSE MIB
DAX
Apple (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL) (NASDAQ:AAPL)
Microsoft (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT) (NASDAQ:MSFT)
Tesla (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA) (NASDAQ:TSLA)
Unicredit (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI) (BIT:CRDI)
EUR/USD
Oro
Platino
Stellantis (BIT:STLAM) (BIT:STLAM) (BIT:STLAM) (BIT:STLAM) (BIT:STLA) (BIT:STLA) (BIT:STLA) (BIT:STLA) (BIT:STLA)
Palladio

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.