📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Il crollo del Dow innesca un crash delle valute 

Pubblicato 21.09.2021, 09:20
EUR/USD
-
GBP/USD
-
USD/JPY
-
USD/CHF
-
AUD/USD
-
US500
-
DJI
-
CAD/USD
-
CL
-
VIX
-
3333
-
DXY
-

Rassegna giornaliera sul mercato forex, 20 settembre 2021

Analisi realizzata alla chiusura del mercato statunitense a cura di Kathy Lien, Direttrice di FX Strategy per BK Asset Management.

È una delle settimane di trading più intense dell’anno, e per questo motivo, la volatilità del mercato azionario è indicata dall’indice sulla volatilità CBOE al massimo degli ultimi quattro mesi. Il Dow Jones Industrial Average è crollato più di 900 punti intraday, attestandosi poi ad un calo di 600. L’S&P 500 è crollato dell’1,7%, registrando la giornata peggiore da maggio. Sebbene la Federal Reserve abbia un importante annuncio di politica monetaria da fare mercoledì, non è stata la Fed ad innescare il calo. Dopo i report deboli su inflazione e occupazione, gli economisti non si aspettano degli annunci aggressivi dalla banca centrale. Sono stati i timori sulla Cina e sul tetto del debito a far crollare le valute. I colosso immobiliare cinese Evergrande (HK:3333) è sull’orlo del default e gli investitori temono la diffusione del “contagio” altrove, vista la forte esposizione di fondi provenienti dall’Occidente.

Settembre è solitamente un mese terribile per l’azionario e Evergrande è un titolo che potrebbe innescare una forte liquidazione nelle prossime settimane. Più in generale sul mercato, il selloff dell’azionario ha causato un calo di valute, rendimenti dei bond, petrolio e cripto. L’ampiezza dell’avversione al rischio è impressionante.

Per quanto riguarda il mercato forex, lo yen giapponese e il franco svizzero hanno registrato le migliori performance, ed è quello che ci si aspetta quando si assiste ad un calo dell’azionario. Il  dollaro USA è salito contro le principali valute tranne l’euro, che è rimasto invariato; yen e franco svizzero. Se l’azionario continuerà a scendere, con il Dow in calo di almeno 500 punti, eventuali riferimenti al tapering passeranno inosservati. Per molti aspetti la vicenda di Evergrande è una questione più importante del FOMC per i mercati finanziari. Con la Cina che si rifiuta di salvare il colosso immobiliare, ci aspettiamo un’ulteriore debolezza nelle valute per le prossime 24-36 ore. Il dollaro USA è particolarmente vulnerabile alle perdite contro yen e franco svizzero. I dati USA su nuovi cantieri e concessioni edilizie sono attesi per martedì e il caos del settore immobiliare cinese potrebbe causare una reazione nello stesso settore statunitense.

E in mezzo a tutta questa volatilità, ci sono quattro annunci di politica monetaria questa settimana, un’elezione e una lunga lista di dati economici importanti. I canadesi si recheranno alle urne per decidere se confermare o meno l’attuale Premier Justin Trudeau. Un mese fa il primo ministro ha chiesto le elezioni anticipate due anni prima della scadenza del mandato. Ora la corsa si fa più serrata del previsto. Sebbene il cambio di leadership solitamente non abbia un impatto importante sulle valute, se Trudeau dovesse perdere, l’incertezza innescherà una debolezza nel breve termine nel dollaro canadese.

Il dollaro australiano resta al centro dell’attenzione, in attesa dei verbali sui vertici della RBA. La banca centrale ha deciso che procederà con il tapering durante l’ultimo vertice, ma ha dichiarato che i tassi non verranno alzati prima della fine del 2024.

L’euro è stato supportato dai dati sull’inflazione forti. La sterlina ha registrato i maggiori ribassi. La Bank of England si riunirà giovedì e, dato che non sono attese variazioni, la valuta sarà scambiata principalmente in base all’andamento del rischio.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.