📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

La Banca d'Inghilterra congela i tassi, ma si attendono riduzioni nel 2024

Pubblicato 09.05.2024, 16:16
Oggi, la Banca d'Inghilterra (BoE)

ha deciso di mantenere il suo tasso di interesse principale al 5,25%, nonostante alcune pressioni interne per un taglio. Dopo un'attenta valutazione, sette membri del consiglio hanno optato per mantenere il tasso invariato, mentre due hanno espresso il desiderio di un taglio di 25 punti base.

Analisti finanziari prevedono che la BoE possa abbassare i tassi fino al 4% nel prossimo anno, in risposta a una congiuntura economica che permette una politica monetaria più accomodante. La capacità della BoE di influenzare positivamente i mercati britannici è stata evidenziata da esperti di Ubp, che ritengono possibile una significativa ripresa degli investimenti.

Nonostante i mercati azionari del Regno Unito abbiano sofferto post-Brexit e a causa delle crescenti spese per il costo della vita, da Ubp emergono segnali di ottimismo. Gli esperti prevedono che le valutazioni azionarie vantaggiose e i segni di un'economia in ripresa attrarranno investitori verso il mercato azionario britannico.

La BoE ora si trova in una posizione vantaggiosa per attuare cambiamenti, grazie a un rallentamento dell'inflazione rispetto ai massimi del 2022. Le previsioni di Ubp indicano che l'inflazione si stabilizzerà tra il 2% e il 2,5% annuo nei prossimi trimestri, permettendo alla banca di ridurre gradualmente il tasso principale fino al 4% quest'anno, con prospettive di ulteriori riduzioni fino al 3,50% o 3,25% nel 2025.

La recessione tecnica del Regno Unito, caratterizzata da due trimestri consecutivi di contrazione economica, potrebbe spingere la BoE verso una politica di allentamento monetario più aggressiva rispetto alle contromisure della Banca Centrale Europea. Ubp anticipa una ripresa economica nei prossimi mesi, sostenuta da una crescita della domanda interna e un miglioramento del potere d'acquisto.

La solidità del mercato del lavoro e un rinnovato interesse per il settore immobiliare sono altri fattori positivi che rafforzano questa prospettiva.

In questo quadro, Ubp suggerisce che gli indici azionari britannici potrebbero presto essere rivalutati positivamente, incentivando il ritorno degli investitori nel mercato azionario del Regno Unito, specialmente nelle società focalizzate sul mercato interno.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.