Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

Gas, le big europee aprono conto in rubli. Eni "ci pensa"

Materie prime 17.05.2022 11:48
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
© Reuters.

Di Alessandro Albano 

Investing.com - Prezzi del gas europeo ICE Dutch TTF in calo questo martedì dopo che la Commissione europea ha precisato che le aziende dell'Unione europea possono pagare il gas russo in rubli senza aggirare le sanzioni contro Mosca. 

A fronte delle nuove linee guida della Commissione Ue, richieste più volte dopo lo stop russo ai flussi di gas verso Polonia e Bulgaria, sempre più imprese europee stanno avviando l'iter per aprire un conto presso Gazprombank e continuare ad importare beni energetici da Mosca.

Fonti citate da Reuters hanno affermato che Eni (BIT:ENI) avrebbe avviato questa settimana le procedure necessarie per "non violare i contratti che regolano le forniture russe" anche in vista della scadenza del 20 maggio. Secondo un portavoce del cane a sei zampe, la società "sta tuttora svolgendo le proprie valutazioni" e al momento "non ha avviato la procedura di apertura dei due conti", ma si tratterebbe solo di valutazioni tecniche e non di principio. 

Francia e Germania si sono già portate avanti. Engie (EPA:ENGIE), il gruppo francese dell'energia, ha già fatto sapere di essere in trattativa con Gazprom per "modificare le modalità di pagamento delle forniture di gas russo", mentre la tedesca RWE (ETR:RWEG) ha dichiarato di "aver aperto un conto in Russia per effettuare pagamenti in euro per la fornitura di gas", preparandosi a "soddisfare le richieste russe di un nuovo schema di pagamento e agendo in conformità con i requisiti europei e tedeschi".

Le nuove linee guida di Bruxelles  

Confermando quanto reso noto alla fine di aprile, la Commissione Ue dichiarato che le sanzioni "non impediscono" l'apertura di un conto presso Gazprombank e che le società possono pagare il gas russo a patto che la transazione venga effettuata e poi dichiarata in euro o dollari. 

Secondo la nuova guidance di Bruxelles, le compagnie dovranno poi rilasciare una dichiarazione in cui si mette nero su bianco che il pagamento in euro o dollari "solleva definitivamente l'operatore economico dagli obblighi di pagamento previsti da tali contratti, senza ulteriori azioni previste per quanto riguarda il pagamento".

Una volta depositata la somma, la banca russa provvederà nel cambio in rubli, ma l'operazione di Gazprombank verrà considerata dall'Ue come "una procedura interna" russa e quindi estranea alla giurisdizione europea. 

Diversi leader Ue, in particolare quelli più dipendenti dall'energia russa, hanno fatto sapere nei giorni scorsi che questo quadro normativo non aggira il contesto sanzionatorio imposto alla Russia dai Paesi occidentali a seguito dell'invasione dell'Ucraina. 

"Nella misura in cui ci sono stati canali di comunicazione con le aziende russe e con Gazprom, sembra che la situazione sia stata chiarita", ha detto il ministro dell'Economia tedesco Habeck, mentre il premier Draghi in visita a Washington ha precisato di "non vedere alcun problema" in termini di interruzione delle forniture o di violazione del quadro sanzionatorio. 

Gas, le big europee aprono conto in rubli. Eni "ci pensa"
 

Articoli Correlati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (17)
Angelo zr
Angelo zr 17.05.2022 17:50
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Eni ci sta pensando. Lo. S. Ca.lZ. O è già con le braghe giù
Natale Paje
Natale Paje 17.05.2022 13:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Dimenticavo.... se a noi ora per pagare la guerra dei due belligeranti mettete la patrimoniale arriviamo al gaugio piu completo.
Federico Muratore
Fremas 17.05.2022 13:06
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
di fatto continuano a pagare le materie prime ai prezzi pattuiti nei contratti di fornitura originali (ovvero prezzi fissati ben prima del conflitto), rivendendoli a prezzi supergonfiati con la scusa della guerra, realizzando plusvalenze mai viste...
Daniele Intorcia
Daniele Intorcia 17.05.2022 13:06
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
esatto.... la truffa la stanno architettando stesso loro a danno degli utenti......
Eric Radis
Ericch 17.05.2022 13:06
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Peró i prossimi contratti li pagheranno salati e magari il prezzo del gas calerá creando disastri economici ai fornitori. Possibile?
Federico Muratore
Fremas 17.05.2022 13:06
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Eric Radis intanto (notizia di oggi) Eni ha già stipulato nuovi contratti di fornitura dalla Russia a prezzo secretato...
Eric Radis
Ericch 17.05.2022 12:42
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Propongo di cambiare il nome da europei a tafazziani!
Lorenz FITZGERALD
Lorenz FITZGERALD 17.05.2022 12:24
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Le big Europee si fanno male da sole con le sanzioni alla Russia... Con la politica monetaria tu può stampare banconote ma non puoi stampare gas..frumenti...petrolio...sono le materie prime moneta di scambio.. Ancora i cervelloni del Europa non l'hanno ancora capito... Ridicoli.. Mandate mandate armi...
Michele Pincopallino
Michele Pincopallino 17.05.2022 12:23
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Non accetteremo mai di pagare in rubli! Ahahahahahahahahahahah però tecnicamente adesso pagano in Euro che poi vengono versati su un conto in Rubli quindi la SUPERIORITÀ OCCIDENTALE rimane intatta….. ma fateci il piacere si sparire nel nulla politicanti da strappazzo e servi di Biden e della cricca!
In gold We trust
In gold We trust 17.05.2022 12:23
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
AHaaaa, sei un grande!
Michele Strusi
Michele Strusi 17.05.2022 12:22
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Quindi Putin vince ancora
Vanni Redo
Vanni Redo 17.05.2022 12:22
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
C’è un conflitto in corso sia militare che economico i colpi vengono dati e presi da ambedue le partiEd e un conflitto vero non un giocoNon so se putin vince ancora o vince sempre o vincera lui pero se devo spendere un parola preferisco spenderla a favore di chi si sta difendendo o dei governi che tengono a cuore la salute o la vita delle persone che hanno scelto di vivere in pace anche se questo a volte porta a compromessi.
In gold We trust
In gold We trust 17.05.2022 12:17
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Le big europee, si sono dimostrate alla lunga per ciò che sono....il nulla nel vuoto! Parole , minacce, vertenze....alla fine pagano come vuole zio Vlad, e tra poco pagherà il conto anche la UE....e bello salato! Gente mediocre
Tony Sa
Tony Sa 17.05.2022 12:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
mossa super. prima facciamo alzare il prezzo della materia con le sanzioni. nel mentre facciamo prestiti all Ucraina sia economici che di armi. Poi nel mentre passiamo a pagare le materie russe in rublo pagando anche il cambio moneta. Ottima mossa
In gold We trust
In gold We trust 17.05.2022 12:15
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Dei veri, i...m...b..e ..cilli.
Mirco Prella
Mirco Prella 17.05.2022 12:13
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Si padrone come vuoi tu
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email