Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Valute asiatiche sottotono, la Fed limita le perdite del dollaro

Pubblicato 19.10.2022, 06:04
© Reuters.
USD/JPY
-
USD/INR
-
USD/KRW
-
USD/CNY
-
DXY
-

Di Ambar Warrick

Investing.com – Poco mosse le valute asiatiche questo mercoledì, mentre le dichiarazioni dei funzionari della Federal Reserve hanno contribuito a limitare le recenti perdite del dollaro; lo yen giapponese resta vicino ai minimi di 32 anni e gli operatori hanno trascurato le minacce di intervento del governo.

Lo yen è sceso fino a 149,29, il livello più basso nei confronti del dollaro dal 1990, a causa del crescente divario tra i tassi di interesse locali e quelli statunitensi.

Gli short seller hanno ignorato gli avvertimenti delle autorità giapponesi di voler intervenire una seconda volta sui mercati valutari per sostenere la moneta. L’intervento giapponese di settembre aveva solo brevemente arrestato le perdite dello yen, che allora era scambiato intorno a 145 contro il dollaro.

Le altre valute asiatiche si sono mosse poco. Lo yuan cinese è scesso dello 0,2%, mentre la rupia indiana è rimasta vicino ai minimi storici, a 82,3 dollari.

Il won sudcoreano si è mosso in controtendenza, aumentando dello 0,4%, in quanto gli operatori scommettono che il governo interverrà sui mercati valutari per fa risalire la valuta dai minimi di 14 anni.

L’indice del dollaro è rimasto invariato e sembra aver frenato le recenti perdite dopo le dichiarazioni di due importanti voci della Federal Reserve. Il presidente della Fed di Minneapolis, Neel Kashkari, ha dichiarato che la banca centrale potrebbe spingere il suo tasso di riferimento oltre il 4,75% entro la metà del 2023 se l’inflazione rimarrà alta. Il presidente della Fed di Atlanta, Raphael Bostic, ha dichiarato che l’obiettivo principale della banca centrale dovrebbe essere quello di controllare l’inflazione.

I mercati danno quasi al 100% la probabilità di un ulteriore aumento dei tassi di 75 punti base a novembre, il quarto rialzo di quest’anno da parte della e banca centrale statunitense.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.