Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Yuan cinese in calo, nuovi lockdown in Cina

Pubblicato 28.10.2022, 06:58
© Reuters.
USD/JPY
-
USD/SGD
-
USD/INR
-
USD/CNY
-
US10YT=X
-
DXY
-
USD/CNH
-

Di Ambar Warrick

Investing.com-- Lo yuan cinese ha perso terreno rispetto ai suoi omologhi asiatici questo venerdì; la Cina ha introdotto nuove misure di lockdown, mentre lo yen ha registrato scambi volatili in seguito ai segnali cauti della Banca del Giappone (BoJ).

Lo yuan è rimasto sostanzialmente piatto invariato rispetto al dollaro, mentre le città cinesi, tra cui Guangzhou e Wuhan, hanno introdotto nuove misure di lockdown per arginare il recente aumento dei casi di COVID-19.

La decisione aumenta l’incertezza sull’economia cinese, che sta ancora risentendo di una serie di lockdown di quest’anno. Tuttavia, lo yuan offshore è salito dello 0,2% venerdì, con le valute asiatiche che hanno beneficiato dell’indebolimento dei rendimenti dei Treasury USA sulla scia di forti dati sul PIL.

La rupia indiana e il dollaro di Singapore sono saliti dello 0,2% ciascuno, con entrambe le unità destinate a una settimana positiva.

Lo yen giapponese si è ripreso dalle perdite intraday per scambiare in rialzo dello 0,1% a 146,19, dopo che la BoJ ha mantenuto i tassi di interesse a livelli bassissimi, come previsto. La banca centrale ha anche alzato le previsioni sull’inflazione per il 2022, indicando una maggiore sofferenza a breve termine per l’economia giapponese.

I dati di venerdì hanno mostrato che l’inflazione a Tokyo ha toccato un massimo di 33 anni in ottobre. Il dato lascia presagire un analogo balzo dell’inflazione a livello nazionale per il mese in corso.

Lo yen è tra le valute asiatiche che hanno registrato le peggiori performance quest’anno, con un calo di circa il 30% nell’anno, a causa del crescente divario tra i tassi d’interesse locali e quelli esteri che ha intaccato il suo appeal.

Mentre il dollaro è salito nella notte, i rendimenti dei Treasury decennali sono scesi ulteriormente sotto la soglia del 4%, indicando le crescenti aspettative di una Fed meno aggressiva.

I mercati continuano a prevedere un aumento di 75 punti base da parte della Fed la prossima settimana. Tuttavia, si prevede che la banca centrale effettuerà un aumento dei tassi più contenuto a dicembre.

L’indice del dollaro è sceso dello 0,2% venerdì e si avvia a chiudere in calo dell’1,4% questa settimana.

 

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.