Ricevi uno sconto del 40%
🚨 Mercati volatili? Trovare le gemme nascoste per ottenere una seria sovraperformanceTrova subito azioni

Borsa Milano in cauto rialzo, speculazioni M&A spingono banche

Pubblicato 23.02.2024, 13:25
Aggiornato 23.02.2024, 13:27
© Reuters. Un uomo davanti all'ingresso della Borsa di Milano. REUTERS/Claudia Greco

MILANO (Reuters) - Piazza Affari prosegue in rialzo a fine mattina con la migliore performance tra i listini europei grazie al riaccendersi delle speculazioni sul risiko bancario che sostengono i titoli del settore.

I mercati azionari confermano la fase positiva, innescata nelle ultime sedute dall'ottimismo sui tecnologici e dalla corsa agli investimenti sull'intelligenza artificiale, anche se con l'approssimarsi del fine settimana mantengono un tono più cauto.

A Wall Street i futures si prendono una pausa di riflessione e viaggiano poco mossi dopo il recente rally.

Intorno alle 13 l'indice Ftse Mib è in progresso del 0,7%, e si avvia a chiudere la quinta settimana consecutiva di rialzi. Volumi per 1,4 miliardi di euro

Titoli in evidenza:

Protagonista della seduta Mediobanca (BIT:MDBI), che balza del 5% con forti volumi spinta dallo scenario ipotizzato dal quotidiano Il Foglio di un'operazione che vedrebbe Piazzetta Cuccia al centro di un'offerta di scambio da parte di UniCredit (BIT:CRDI) e che coinvolgerebbe alla fine anche Generali (BIT:GASI).

*Tra gli altri titoli coinvolti nell'ipotetico risiko Generali sale del 3,9%, Banca Generali del 4%, mentre UniCredit è ferma a +0,7%.

Intensi acquisti anche su Banco Bpm (BIT:BAMI) (+4,7%) in una giornata in cui, oltre al ritorno delle speculazioni sul consolidamento bancario italiano si inserisce anche la promozione a 'Buy' di BofA che sottolinea proprio l'ottimo posizionamento dell'istituto in uno scenario M&A, insieme alla sottovalutazione del titolo da parte del mercato.

In questo contesto, Mps (BIT:BMPS) sale dell'1,6%, Bper (BIT:EMII) dell'1,1% e Pop Sondrio dell'1,9%. L'ex popolare valtellinese dovrebbe entrare nell'indice Ftse Mib dei principali 40 titoli quotati in Italia, rafforzando il peso delle banche nel paniere, con la revisione trimestrale, la prima da inizio anno, che sarà annunciata mercoledì prossimo con efficacia dal 18 marzo.

Annuncio di terzi. Non è un'offerta o una raccomandazione di Investing.com. Consultare l'informativa qui o rimuovere gli annunci .

Tra gli altri spunti della seduta doValue perde il 3,6% dopo i contrastanti risultati trimestrali in un mercato che attende il nuovo piano industriale per capire meglio la strategie della società e la nuova politica di remunerazione degli azionisti, in un contesto di mercato poco favorevole.

In fondo all'indice principale di Piazza Affari, energetici e utility con Erg a -1% e Snam (BIT:SRG) a -0,8%.

(Andrea Mandalà, editing Gianluca Semeraro)

Ultimi commenti

si sale troppo rapidamente
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.