Ultime Notizie
Chiusura
Investing Pro 0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Fai l’upgrade ora

3 titoli da dividendo per battere l’inflazione ed avere dividendi crescenti

Da Investing.com (Haris Anwar/Investing.com)Mercati azionari26.05.2022 13:16
it.investing.com/analysis/3-titoli-da-dividendo-per-battere-linflazione-ed-avere-dividendi-crescenti-200454180
3 titoli da dividendo per battere l’inflazione ed avere dividendi crescenti
Da Investing.com (Haris Anwar/Investing.com)   |  26.05.2022 13:16
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

Nonostante il rally di sollievo sui mercati ieri quando i verbali del vertice FOMC hanno rivelato che i policymaker potrebbero sospendere il ciclo di aumenti dei tassi nel corso dell’anno, restano altri rischi macroeconomici, come l’inflazione alle stelle e la possibilità di una recessione negli USA.

In questi tempi così difficili, costruire un portafoglio da entrate di qualità può migliorare la performance degli investimenti. Si può fare comprando azioni di società con bilanci solidi, ampi fossati economici e l’abitudine di ricompensare gli investitori alzando i payout del dividendo.

Si tratta di società che solitamente offrono prodotti e servizi essenziali per i consumatori.

Tenendo a mente questi fattori, di seguito abbiamo selezionato tre titoli che gli investitori da reddito potrebbero pensare di comprare ora. Ciascuno di essi offre il potenziale di solidi aumenti di capitale ma anche sostanziali rialzi dei payout ogni anno per contrastare l’impatto dei prezzi più alti.

1. Bank of Nova Scotia

  • Rendimento dividendo: 4,91%
  • Payout trimestrale: 0,78 dollari
  • Capitalizzazione di mercato: 76,6 miliardi di dollari

Bank of Nova Scotia (NYSE:BNS), la terza principale banca canadese, al momento offre uno dei rendimenti più alti tra le sei maggiori banche del paese. Potrebbe essere un’eccellente aggiunta ad un portafoglio da reddito a lungo termine. Ieri ha chiuso a 65,36 dollari.

BNS Weekly Chart
BNS Weekly Chart

L’istituto finanziario di Toronto presenta il portafoglio più diversificato tra le banche canadesi, con una sostanziale parte di entrate che deriva da operazioni oltreoceano, soprattutto America Centrale e Caraibi.

L’amministratore delegato Brian Porter ha cercato di far ripartire la divisione internazionale vendendo le operazioni minori o non performanti e spingendo sui mercati più grandi e più promettenti.

Ieri, la banca ha riportato che gli utili bancari canadesi sono aumentati del 27% su base annua, grazie alla crescita robusta di mutui e prestiti commerciali, ai minori accantonamenti per perdite su crediti ed alle sostanziali entrate dalle commissioni.

La banca ha anche un eccellente storico per quanto riguarda i dividendi. La crescita degli utili ha comportato aumenti dei dividendi in 43 degli ultimi 45 anni. La banca paga dividendi dal 1833.

2. Home Depot

  • Rendimento dividendo: 2,64%
  • Payout trimestrale: 1,9 dollari
  • Capitalizzazione di mercato: 76,6 miliardi di dollari

Home Depot (NYSE:HD) è uno di quei distributori su cui poter fare affidamento per dei costanti pagamenti dei dividendi. Il distributore di fai-da-te negli ultimi anni ha investito pesantemente per prepararsi alla carneficina dell’e-commerce ed al cambiamento delle abitudini dei consumatori. Ieri ha chiuso a 293,57 dollari ad azione.

HD Weekly Chart
HD Weekly Chart

Inoltre, HD di recente ha alzato le previsioni sugli utili annui dopo il balzo delle vendite su base comparabile del primo trimestre da cui è emerso che la domanda di prodotti per il fai-da-te persiste, nonostante l’aumento dei tassi dei mutui.

Nella call sugli utili con gli analisti, il direttore finanziario Richard McPhail ha dichiarato che l’apprezzamento del valore delle case ha contribuito a spingere la spesa dei consumatori malgrado l’inflazione.

La società di Atlanta è anche un affidabile pagatore di dividendi. Negli ultimi cinque anni, il suo dividendo trimestrale, in media, è cresciuto del 22% l’anno. Con un rendimento annuo del dividendo di circa il 2,6%, la società paga 1,9 dollari ad azione ogni trimestre. E, con un solido payout ratio del 50%, ha ancora molto spazio di crescita.

3. McDonald’s

  • Rendimento dividendo: 2,26%
  • Payout trimestrale: 1,38 dollari
  • Capitalizzazione di mercato: 279 miliardi di dollari

Il colosso dei fast food McDonald’s (NYSE:MCD) ha la solida abitudine di ricompensare gli investitori. La società alza il payout ogni singolo anno dal 1976, quando ha cominciato a pagare i dividendi per la prima volta. Ieri ha chiuso a 244,01 dollari.

MCD Weekly Chart
MCD Weekly Chart

McDonald’s ha molte delle qualità che gli investitori cercano in un titolo da reddito: ha un vantaggio competitivo globale sui rivali, un solido modello di entrate ricorrenti ed è nota per ricompensare i suoi investitori.

Dopo le difficoltà della pandemia, quando i lockdown hanno pesato sui suoi ristoranti, la società sta recuperando velocemente lo slancio delle vendite. Ad aprile ha riportato utili e ricavi migliori del previsto, grazie agli aumenti di prezzo negli USA ed alla forte crescita delle vendite internazionali.

MCD paga un dividendo trimestrale di 1,38 dollari ad azione. Al prezzo attuale, questo si traduce in un rendimento annuo del dividendo del 2,26%. Con un gestibile payout ratio di circa il 70%, la società si trova in una posizione solida per continuare ad alzare i dividendi in futuro.

***

Alla ricerca di nuove idee? Su InvestingPro+ potete trovare

  • I dati finanziari di qualunque società relativi agli ultimi 10 anni
  • Punteggi sulla salute finanziaria in termini di redditività, crescita ed altro
  • Un fair value calcolato da decine di modelli finanziari
  • Un rapido confronto con i rivali
  • Grafici su fondamentali e performance

E molto altro. Tutti i dati chiave velocemente, per poter prendere una decisione informata, grazie ad InvestingPro+. Scopri di più »

3 titoli da dividendo per battere l’inflazione ed avere dividendi crescenti
 

Articoli Correlati

3 titoli da dividendo per battere l’inflazione ed avere dividendi crescenti

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (5)
Gennaro Botti
Gennaro Botti 27.05.2022 8:10
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
ci pagate doppia tassazione sui dividendi esteri,per questo scopo comprate titoli italiani poco volatili
Gianluigi Pugliese
Giangipg 26.05.2022 23:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Oxford square dividendo mesinle al 10%
giovanni giovanni
giovanni giovanni 26.05.2022 19:25
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
bellissimi titoli ma quando il DVD è così basso in euro cosa ti resta dopo averci pagato la doppia tassazione? consigli inutili a mio avviso
Maura del Torrione
Maura del Torrione 26.05.2022 14:44
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Pfizer....
Michele Ciurleo
Michele Ciurleo 26.05.2022 13:48
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Ottimo titolo
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Le nostre Apps
Scarica l'AppApp store
Investing.com
© 2007-2022 Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
  • Iscriviti GRATIS e ricevi:
  • Allerte in tempo reale
  • Portafoglio avanzato
  • Grafici personalizzati
  • App completamente sincronizzata
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email