Ultime Notizie
Investing Pro 0
NOVITÀ! Ottieni spunti utili con InvestingPro+ Inizia con 7 giorni GRATIS

L'analisi intermarket come chiave di lettura: la FED continua a dominare i mercati

Da Matteo FarciPanoramica mercato03.10.2022 07:25
it.investing.com/analysis/lanalisi-intermarket-come-chiave-di-lettura-la-fed-continua-a-dominare-i-mercati-200457197
L'analisi intermarket come chiave di lettura: la FED continua a dominare i mercati
Da Matteo Farci   |  03.10.2022 07:25
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 
 
NDX
-0,64%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
DJI
-0,90%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
US2000
-0,96%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
IXIC
-0,70%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 
DJT
-0,34%
Aggiungi/Rimuovi dal Portafoglio
Aggiungi alla watchlist
Aggiungi Posizioni

Posizione aggiunta con successo a:

Nomina il tuo portafoglio holding
 


Introduzione
Introduzione


Buongiorno a tutti.
L’obiettivo dell’analisi è quello di andare a commentare i mercati americani utilizzando l’analisi intermarket come chiave di lettura.
Focus dell’analisi su:
· S&P500
· NASDAQ
· DOW JONES INDUSTRIAL
· DOW JONES TRANSPORTATION
· RUSSEL 2000
· L’IMPATTO DELLA FEDERAL RESERVE
· DOLLARO STATUNITENSE
· ORO
· MERCATO OBBLIGAZIONARIO
Buona lettura.

BENCHMARK AZIONARI

Grafico giornaliero S&P500
Grafico giornaliero S&P500


L'S&P500 riesce (con la candela ribassista di venerdì 30) a rompere al ribasso il supporto a 3640$, coincidente con il minimo relativo del bear market iniziato a gennaio 2022.
Il prezzo si trova distante 12.5 punti percentuali dalla media mobile a 125 periodi. Quest'ultima viene utilizzata per capire il sentiment degli investitori:

· Quanto più il prezzo si distacca da essa al ribasso, tanto più il mercato è da considerare "ombroso"
· Quanto più il prezzo si distacca da essa al rialzo, tanto più il mercato è da considerare "positivo"

Grafico giornaliero S&P500
Grafico giornaliero S&P500


La moving average a 125 periodi è utilizzata anche per il calcolo del famoso “Fear and Greed Index”, che potete trovare al link: https://edition.cnn.com/markets/fear-and-greed.
Per quanto riguarda il Nasdaq, anche esso (con una candela ribassista dal -1.72%) riesce a rompere al ribasso i minimi relativi precedenti, che si attestavano a 11.068$; il nuovo minimo di venerdì si attesta ora a 11.035$, considerata anche soglia psicologica.
La distanza del prezzo dalla media mobile a 125 periodi è uguale a 14 punti percentuali, superiore a quella rilevata sull'S&P500.

Grafico giornaliero Nasdaq
Grafico giornaliero Nasdaq


Diversa la situazione per il Dow Jones Industrial, composto dai principali 30 titoli blue chip di Wall Street.
L'indice aveva già violato (il 23 settembre) al ribasso i minimi relativi del 17 giugno.
Venerdì ha segnato un nuovo minimo del 2022 a 28725$, distante 3 punti percentuali dalla oramai resistenza a 29650$ e 12 punti percentuali dalla media a 125 periodi:

Grafico giornaliero Dow Jones Industrial
Grafico giornaliero Dow Jones Industrial


Simile il comportamento del Dow Jones Transportation, che rappresenta il settore dei trasporti americano:

Grafico giornaliero Dow Jones Transportation
Grafico giornaliero Dow Jones Transportation


Rottura dei minimi del 17 giugno il 21 settembre e, ad ora, distanza da tale struttura (a 12750$) a 6 punti percentuali; quella rispetto alla media a 125 periodi si attesta al 16.4%.
L’unico indice a non aver ancora infranto i minimi di periodo di metà giugno è il Russell 2000, costituito da 2000 aziende a bassa capitalizzazione. Infatti:

Grafico giornaliero Russell 2000
Grafico giornaliero Russell 2000



La struttura a 1640$, ancora “integra”, costituisce una forte area di supporto dove il prezzo, da diverse sedute, sta rimbalzando. La distanza dello stesso dalla media mobile a 125 periodi è uguale a 12.3 punti percentuali.

IL CATALIZZATORE CHE SPINGE I MERCATI AZIONARI AL RIBASSO
Come vado a rimarcare da diversi mesi, i mercati azionari sono spinti al ribasso da un catalizzatore in particolare: la Federal Reserve. La sua politica aggressiva di rialzo dei tassi di interesse sta impattando negativamente sui benchmark azionari dagli inizi del 2022, e questo è dimostrato dalle seguenti correlazioni, in dei timeframe a 2 ore:

Correlazione tra future federal fund scadenza 2022 e rendimento del titolo di stato a 2 anni su timeframe a 2 ore
Correlazione tra future federal fund scadenza 2022 e rendimento del titolo di stato a 2 anni su timeframe a 2 ore


L’impatto della Federal Reserve sul rendimento del titolo di stato a due anni statunitense è notevole:

· Prendendo in esame il future Federal Fund scadenza dicembre 2022 possiamo avere delle informazioni riguardanti ciò che il mercato sconta in termini di tassi di interesse per la riunione di dicembre 2022; quanto più la linea di prezzo in nero segna nuovi minimi, tanto più gli attori del mercato scontano una FED più aggressiva e…tanto più il rendimento a 2 anni sale. Perché? Perché un rialzo aggressivo dei tassi impatta in positivo sul rendimento delle parti brevi della curva (dei rendimenti), facendoli apprezzare. La correlazione tra i due è pesantemente inversa.

Quindi, capito come il rendimento a due anni sia influenzato da Jerome Powell, passiamo alla grafica successiva:

Correlazione tra rendimento del titolo di stato a 2 anni ed S&P500 su timeframe a 2 ore
Correlazione tra rendimento del titolo di stato a 2 anni ed S&P500 su timeframe a 2 ore


L’S&P500 è correlato in maniera inversa con il rendimento a 2 anni dal 18 agosto, pochi giorni dopo l’inizio dell’ultimo impulso ribassista che venerdì ha segnato, come abbiamo visto in precedenza, nuovi minimi. Dal momento che il rialzo del rendimento a 2 anni è influenzato dall’aggressività della FED e l’S&P500, come mostra la grafica, è correlato in maniera inversa allo stesso, questo cosa significa? Che il benchmark azionario è influenzato anch’esso dall’aggressività della politica monetaria.
Il seguente grafico chiarirà il tutto:

Riepilogo correlazioni intermarket
Riepilogo correlazioni intermarket



DOLLARO STATUNITENSE
Ho rimarcato svariate volte come il dollaro statunitense, al pari del rendimento del titolo di stato a due anni, sia pesantemente influenzato dalla politica monetaria della FED:

Correlazione tra aggressività della FED e dollaro americano
Correlazione tra aggressività della FED e dollaro americano


È anche influenzato dal suo ruolo di bene rifugio, infatti:

Il dollaro americano come bene rifugio: la sua correlazione con il VIX
Il dollaro americano come bene rifugio: la sua correlazione con il VIX


Il grafico giornaliero mostra la correlazione diretta tra la currency e il VIX:

• Quanto più aumentano le incertezze e le paure da parte degli investitori, tanto più sale il VIX e, vista la correlazione positiva, tanto più si rafforza il dollaro, comportandosi dunque da bene rifugio.

Abbiamo assistito ad una settimana negativa sulla currency, infatti:

Grafico giornaliero dollaro americano
Grafico giornaliero dollaro americano


La settimana si è chiusa in negativo di -0.75%.
Il grafico a due ore mostra come il prezzo, dal massimo relativo del 28 settembre a 114.5, si trovi ora al test del supporto a 111.8.
La performance negativa è dovuta principalmente al fatto che:

Correlazione dollaro americano-VIX su timeframe a 2 ore
Correlazione dollaro americano-VIX su timeframe a 2 ore



Da mercoledì 28 le incertezze sui mercati sono andate ad affievolirsi e ciò ha causato dei massimi decrescenti sul VIX; per la correlazione positiva vista in precedenza, il dollaro ha intrapreso la medesima tendenza.

ORO

Grafico giornaliero oro
Grafico giornaliero oro


La grafica mostra come l’oro sia ribassista dai massimi dell’8 marzo 2022 a 2080$; dalla stessa data ai giorni nostri il prezzo ha creato 4 massimi via via decrescenti (cerchiati in blu) e la sua distanza dalla media a 125 periodi si attesta a 7.7 punti percentuali.
Il 23 settembre avevamo assistito al breakout del supporto a 1680$, con il raggiungimento di un nuovo minimo (che non si vedeva dal 2020) il 28 settembre a 1822$.

Grafico giornaliero oro
Grafico giornaliero oro



Il grafico dell’oro a livello settimanale dà l’idea della grande importanza del supporto:

Grafico settimanale oro
Grafico settimanale oro


La domanda che tutti si chiederanno è: “l’oro inizierà a muoversi tendenzialmente al ribasso o ritornerà al di sopra della oramai resistenza a 1680$”? A tal proposito vi consiglio di osservare la correlazione tra metallo prezioso e dollaro USA:

Correlazione dollaro-oro su timeframe a 2 ore
Correlazione dollaro-oro su timeframe a 2 ore



In questa grafica a timeframe a due ore è possibile osservare la forte correlazione inversa che lega i due asset:

· Ad un apprezzamento del dollaro corrisponde un indebolimento dell’oro
Il rimbalzo dell’oro datato 28 settembre è avvenuto proprio in concomitanza con l’indebolimento del dollaro. La forte correlazione indica che è utile capire quali siano le forze che governano il dollaro per avere una visione di più ampio raggio sul metallo prezioso.

Il mio punto di vista è senz’altro questo:

· La Federal Reserve non solo comanda tutt’ora il destino del dollaro, ma anche quello dell’oro.

OBBLIGAZIONI AMERICANE
Tutte le obbligazioni americane (governative, societarie investment grade e societarie high yield) continuano i loro ribassi:

Tutte le obbligazioni americane sono ribassiste
Tutte le obbligazioni americane sono ribassiste


Nella grafica ho utilizzato tre ETF:

· TLT: obbligazioni governative a lunga scadenza (20+ anni)
· VCLT: obbligazioni societarie investment grade (tra i 10 e i 25 anni)
· HYG: obbligazioni high yield a lunga scadenza (tra gli 1 e i 15 anni)

È possibile osservare come anche essi abbiano rotto i precedenti minimi relativi (al pari di S&P500, Nasdaq, Dow Jones Industrial & Transportation). Il motivo? La loro correlazione positiva con l’aggressività della FED:
Correlazione tra TLT e aggressività della FED
Correlazione tra TLT e aggressività della FED


Correlazione tra VCLT e aggressività della FED
Correlazione tra VCLT e aggressività della FED


Correlazione tra HYG e aggressività della FED
Correlazione tra HYG e aggressività della FED



Posso concludere dicendo che la Federal Reserve continua a dominare i mercati e questo è confermato dalle correlazioni intermarket illustrate. È quindi utile osservare da vicino le aspettative sulle future mosse di Jerome Powell; ricordate:
· I mercati non si muovono sulle certezze, bensì sulle aspettative

Grazie per l’attenzione, Matteo Farci.

L'analisi intermarket come chiave di lettura: la FED continua a dominare i mercati
 

Articoli Correlati

L'analisi intermarket come chiave di lettura: la FED continua a dominare i mercati

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
Commenti (2)
vixtre lonsa
vixtre lonsa 03.10.2022 11:19
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Personalità straordinaria con grandi doti di leadership......e in anticipo e successo è seguito, inizialmente ho depositato $ 500 e in un paio di giorni ho ottenuto $ 13300 la sua credibilità non può essere trascurata signora 🆃︎🅴︎🆂︎🆂︎🅰︎ 🅶🆁︎🅴︎🅶︎ La piattaforma su Fàcebook è la migliore che posso raccomandare 👉 🆃︎🅴︎🆂︎🆂︎🅰︎ 🅶︎🆁︎🅴︎🅶︎ 💥 F Fàcebook a qualsiasi ente che è desideroso di investire ed esplorare
Susan Mark
Susan Mark 03.10.2022 11:17
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo commento è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
Non sprecare i tuoi soldi in azioni o criptovalute quando non hai una guida adeguata. Ho perso 30.000 dollari cercando di fare trading da solo, ma da quando il signor Williams è intervenuto ho realizzato enormi profitti. Ho guadagnato oltre $ 450.000 da maggio. È sempre disponibile per dirti di più e darti una guida sul trading contattalo direttamente su 🅵🅰🅲🅴🅱🅾🅾🅺 Williams E. Morgan oppure << << What👤app >> +447576769392
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email