Ricevi uno sconto del 40%
🚀 I rialzi di maggio: l'AI li ha anticipati: PRFT+55% in soli 16 giorni! I valori di giugno sono in arrivo.Vedi lista

Prove tecniche di rimbalzo

Pubblicato 09.04.2024, 08:54
XAU/USD
-
US500
-
US2000
-
IT40
-
JPM
-
DBKGn
-
GC
-
TSLA
-


JP Morgan (NYSE:JPM) durerà più del Partito comunista cinese” (Jamie Dimon)

Prove tecniche di rimbalzo. Nella settimana in cui si riunisce la Bce (scontato che non verranno toccati i tassi di interesse), i mercati tentano il recupero dopo le perdite della scorsa settimana. Il peggiore inizio del mese da marzo 2023 per l’MSCI World, che ieri ha invece chiuso al rialzo dello 0,24%, in ripresa anche l’Eurostoxx 50, +0,37%, mentre si sono mosse a lungo intorno alla parità le Borse statunitensi. Bene Piazza Affari, maglia rosa in Europa con l’FTSE Mib in rialzo di quasi l’1%, così come gli indici delle small cap: Russell 2000 +0,46%, S&P 600 Small Cap +0,42%, FTSE Italia STAR +1,05%. Si prende una pausa di riflessione anche il petrolio in calo dello 0,7%, lontano dalla soglia di $9, anche se, secondo Bloomberg, potrebbe raggiungere il traguardo di $100 nel corso dell’anno a causa di una serie di fattori di carattere geopolitico e della riduzione dell’offerta su base “volontaria” da parte di alcuni Paesi Opec (in primis il Messico). Continua a salire invece l’Oro, vicino alla soglia di $2.400, così come il bitcoin che punta di nuovo verso i massimi storici posti in area $80mila. Il calendario macro di oggi è “scarno” in attesa dei dati sull’inflazione Usa a marzo in uscita mercoledì che insieme alla riunione del board della Bce (giovedì) faranno da market mover.



Parola di Jamie

Transizione green, rimilitarizzazione e ristrutturazione del commercio sono fattori che incidono sull’inflazione, destinata quindi a rimanere su livelli mediamente più alti di quelli ai quali ci siamo abituati dall’inizio del secolo, e che hanno portato i tassi di interesse a zero. Concetti riportati da Jamie Dimon, amministratore delegato di JP Morgan nella consueta lettera annuale agli azionisti. Secondo il banchiere più famoso al mondo: “l’enorme spesa fiscale, i miliardi di dollari necessari ogni anno per l’economia verde, la rimilitarizzazione del mondo e la ristrutturazione del commercio globale sono tutti fattori inflazionistici”. Dimon si è anche espresso sull’intelligenza artificiale che avrà un impatto profondo sulla società: “verrà trasformata come in passato è accaduto con la stampa, l’elettricità e internet". JP Morgan ha oltre 2.000 dipendenti sull'IA e il machine learning: "Prevediamo che il nostro uso dell'intelligenza artificiale abbia il potenziale per migliorare virtualmente ogni lavoro e che avrà un impatto sulla composizione della forza lavoro. Potrebbe ridurre determinate categorie di lavori o ruoli, ma potrebbe crearne allo stesso tempo delle altre", si legge nella lettera di Dimon.

Robotaxi

Dopo avere perso il 30% da inizio anno ed essere con un piede fuori dal club dei Magnifici di Wall Street, le azioni di Tesla (NASDAQ:TSLA) tornano a correre. A innescare gli acquisti l’annuncio di venerdì scorso su X circa la presentazione del robotaxi a guida autonoma il prossimo 8 agosto. "Tesla Robotaxi reveal on 8/8", questo il sintetico messaggio lasciato da Elon Musk che ha ravvivato le speranze degli investitori. In passato, Musk ha affermato che i modelli Tesla con Fsd (Full Self-Driving) “saranno sovrumani a tal punto che sembrerà strano in futuro che gli esseri umani guidino automobili, anche se esausti e ubriachi!”. Per gli analisti di Deutsche Bank (ETR:DBKGn) le ultime novità potrebbero rappresentare un punto di svolta per il futuro della società, anche se è ancora presto per stabilire in quale direzione. Non dimentichiamo infatti che poco prima dell’annuncio di Musk, Reuters aveva riportato la notizia secondo la quale Tesla avrebbe deciso di abbandonare il piano di produrre modelli di auto elettriche a basso prezzo, ovvero sotto i $25mila dollari. Notizia smentita dallo stesso Musk. L’iniziativa sul robotaxi potrebbe quindi essere mirata a creare hype sul titolo che negli ultimi mesi ha sofferto particolarmente la concorrenza della cinese Byd. Il differenziale tra produzione e ordini, che indica il livello di magazzino, è sui massimi storici. Un segnale della perdita di appeal dei prodotti di Tesla che resta tuttavia ancora al primo posto al mondo per produzione di auto elettriche.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.