Unisciti ai +750k nuovi investitori che ogni mese copiano le azioni dai portafogli dei miliardariRegistrati gratis

Borsa Milano in netto calo su incertezza su tassi, crolla Mps, giù utility

Pubblicato 29.05.2024, 13:12
© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo
IT40
-
TLIT
-
ISP
-
CRDI
-
ENEI
-
BMPS
-
A2
-
TRN
-
IREE
-
BCU
-
DESI
-

MILANO (Reuters) - Seduta di generale storno per i mercati azionari europei, e anche Piazza Affari non si discosta da questa tendenza.

A pesare il balzo dei rendimenti dei titoli di Stato a livello globale che alimenta il timore che i tassi di interesse possano continuare a rimanere elevati.

Sul fronte europeo, i dati preliminari sull'inflazione degli Stati tedeschi hanno mostrato prezzi al consumo contenuti a livello mensile nei principali Stati nonostante l'incremento su base annua. Il dato complessivo sull'inflazione tedesca sarà pubblicato alle 14 e offrirà un'indicazione importante in vista della pubblicazione - venerdì - dell'analogo indicatore relativo all'intera zona euro. Nello stesso giorno verrà reso noto anche il dato dell'inflazione Pce Usa.

Il tutto nella settimana che precede la riunione della Bce il prossimo 6 giugno che dovrebbe iniziare a tagliare i tassi.

Intorno alle 12,50 il FTSE Mib è calo dello 0,89%. Volumi pari a 910 milioni di euro.

I titoli in evidenza oggi

Prese di beneficio sulle banche, in particolare su MPS (BIT:BMPS) che arretra del 7% a causa di prese di profitto dopo la notizia che il Gip ha ordinato alla procura nuove indagini con l'ipotesi di reato di truffa ai danni dello Stato in relazione ai 5,4 miliardi di euro di ricapitalizzazione nel 2017. Equita parla di "incertezza in merito alle tempistiche processuali". Secondo un trader, essendo il titolo salito parecchio da inizio anno, il rischio è che se dovesse emergere qualcosa di serio dall'indagine i realizzi potrebbero essere ancora maggiori.

Giù anche Intesa (BIT:ISP) (-1,45%) e UniCredit (BIT:CRDI), che perde lo 0,9%.

In lettera le utility, particolarmente colpite dalle vendite ultimamente. Enel (BIT:ENEI) perde lo 0,5%, Terna (BIT:TRN) lo 0,23%, piatte A2A (BIT:A2) e Iren (BIT:IREE).

Prosegue la correzione anche su Leonardo, in flessione del 2,2%. Anche in questo caso il titolo è salito molto da inizio anno e si assiste a prese di profitto.

Tim (BIT:TLIT) arretra dell'1,7% nel giorno dei risultati del primo trimestre a mercati chiusi.

© Reuters. Dettaglio dell'ingresso della Borsa di Milano.  REUTERS/Alessandro Garofalo

Realizzi su Newlat Food che arretra del 2,5% circa dopo il recente rally post annuncio dell'accordo per l'acquisizione del gruppo alimentare britannico Princes Limited.

Fra i pochi titoli positivi, Brunello Cucinelli (BIT:BCU) in crescita dell'1,14% e Banco Desio (BIT:DESI) e Della Brianza (+0,8%) sulle attese che il titolo possa entrare nell'indice midcap con la revisione di giugno, come riporta uno studio citato da Reuters.

 

(Giancarlo Navach, editing Stefano Bernabei, Francesca Piscioneri)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.