Sblocca dati premium: Fino al 50% di sconto InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Meta, acquisizione HashiCorp di IBM, PIL USA: cosa sta muovendo i mercati

Pubblicato 25.04.2024, 11:42
© Reuters
NDX
-
US500
-
MSFT
-
GOOGL
-
IBM
-
META
-

Investing.com -- I futures azionari statunitensi si ritirano giovedì, con i mercati che si concentrano sui risultati di Meta Platforms (NASDAQ:META), società proprietaria di Facebook, e sui prossimi numeri di altri gruppi tecnologici a grande capitalizzazione. IBM presenta risultati contrastanti nel primo trimestre e annuncia che acquisirà l'azienda di software cloud HashiCorp (NASDAQ:HCP) in un'operazione da 6,4 miliardi di dollari. Altrove, si prevede che l'economia statunitense abbia subito un rallentamento nei primi tre mesi del 2024, pur rimanendo resistente a fronte di tassi d'interesse elevati e pressioni inflazionistiche persistenti.

1. I futures scendono

I futures azionari di New York sono scesi giovedì, mentre gli investitori valutavano gli utili delle grandi aziende tecnologiche e guardavano alla nuova lettura della crescita economica degli Stati Uniti.

Alle 03:30 ET (07:30 GMT), il contratto Dow futures aveva perso 95 punti o 0,2%, S&P 500 futures era sceso di 34 punti o 0,7%, e Nasdaq 100 futures era scivolato di 211 punti o 1,2%.

I principali indici di Wall Street hanno registrato una chiusura mista nella sessione precedente, a seguito di scambi incerti, con il benchmark S&P 500 che ha guadagnato lo 0,02% e il tech-heavy Nasdaq Composite che è salito dello 0,1%. L'indice a 30 titoli Dow Jones Industrial Average è sceso dello 0,1%.

Oltre ai risultati di Meta Platforms dopo la chiusura di mercoledì (vedi sotto), i trader saranno probabilmente interessati a esaminare i dati trimestrali del gigante del software Microsoft (NASDAQ:MSFT) e della società madre Alphabet (NASDAQ:GOOGL) nel corso della giornata. Giovedì saranno inoltre in primo piano i dati sul prodotto interno lordo del primo trimestre degli Stati Uniti, che potrebbero fornire indicazioni sullo stato di salute dell'economia più grande del mondo e potenzialmente influenzare l'approccio della Federal Reserve alle future decisioni di politica monetaria.

2. Le azioni di Meta scendono mentre il CEO Mark Zuckerberg delinea i piani di spesa per l'AI

Le azioni di Meta Platforms sono scese di oltre il 15% nelle ore di contrattazione prolungata negli Stati Uniti, cancellando miliardi di dollari dal suo valore di mercato, nonostante il gruppo di social media abbia registrato ricavi migliori delle stime nei primi tre mesi del 2024.

Meta, la cui famiglia di app comprende anche Instagram e WhatsApp, ha alzato le previsioni di spesa annuale in conto capitale a 40 miliardi di dollari da 37 miliardi, citando il desiderio di "accelerare" la spinta in corso per espandere le sue capacità di intelligenza artificiale. L'anno scorso Meta ha speso 28,1 miliardi di dollari.

In una telefonata con gli analisti, l'amministratore delegato Mark Zuckerberg, che in precedenza aveva appoggiato severe misure di riduzione dei costi per gran parte del 2023, ha affermato che i maggiori investimenti sono necessari per aiutare Meta a diventare "l'azienda leader nel settore dell'intelligenza artificiale nel mondo".

"Una tale affermazione si traduce in una leggera riduzione delle tendenze di fatturato", hanno dichiarato gli analisti di Goldman Sachs (NYSE:GS) in una nota ai clienti.

La spesa per lo sviluppo dell'IA sarà uno dei punti chiave quando le aziende del calibro di Meta, Microsoft e Alphabet, comunicheranno i loro ultimi risultati dopo la chiusura di giovedì.

3. Le azioni IBM calano dopo i risultati contrastanti e l'annuncio dell'accordo con HashiCorp

International Business Machines (NYSE:IBM) ha riportato una serie di risultati contrastanti nel primo trimestre e ha annunciato di aver raggiunto un accordo per l'acquisizione del fornitore di software cloud Hashicorp (NASDAQ:HCP) per 6,4 miliardi di dollari.

Il gruppo tecnologico ha registrato un utile per azione (EPS) di 1,68 dollari, battendo le stime di consenso di 1,58 dollari. Tuttavia, il fatturato del trimestre è stato leggermente inferiore alle aspettative, attestandosi a 14,46 miliardi di dollari e mancando le previsioni di 14,51 miliardi di dollari.

Nel frattempo, IBM ha anche dichiarato che acquisterà HashiCorp per 35 dollari per azione in contanti, in quanto l'azienda cerca di trarre vantaggio dal boom della domanda di prodotti software cloud alimentati dall'intelligenza artificiale. Il prezzo di acquisizione rappresenta un premio del 42,6% rispetto al prezzo di chiusura delle azioni di HashiCorp di lunedì.

Le azioni di IBM sono scese nelle contrattazioni after-hours.

4. La crescita economica degli Stati Uniti rallenta nel primo trimestre - previsioni

Si prevede che l'attività economica degli Stati Uniti sia rallentata ad un ritmo ancora solido nel primo trimestre, grazie soprattutto alla tenuta del mercato del lavoro e alla forte spesa dei consumatori.

La lettura del prodotto interno lordo del Dipartimento del Commercio è vista rallentare al 2,5% nei primi tre mesi dell'anno rispetto al 3,4% del quarto trimestre, a dimostrazione del fatto che gli Stati Uniti rimangono più solidi di altre economie avanzate nonostante un periodo di inflazione vischiosa e tassi di interesse elevati.

Secondo la Reuters, gli economisti sostengono che i consumatori americani si sono mossi per assicurarsi rate di mutuo più basse e le imprese hanno rifinanziato il debito prima del ciclo di inasprimento, contribuendo ad isolarsi dall'aumento dei tassi. Anche le aziende, diffidenti nel perdere lavoratori dopo un periodo di carenza di manodopera prima e dopo la pandemia COVID-19, sono state più reticenti a lasciare andare i dipendenti.

La stampa del PIL servirà come precursore della pubblicazione di venerdì dell'indice delle spese per i consumi personali al netto dei generi alimentari e dei carburanti, una misura attentamente osservata dai funzionari della Federal Reserve. I segnali di forza economica e le persistenti pressioni sui prezzi potrebbero avere un impatto sulle aspettative che la Fed decida di non tagliare i tassi dai massimi di oltre due decenni fino alla fine dell'anno.

5. Il petrolio sale

I prezzi del petrolio sono saliti leggermente negli scambi europei di giovedì, mentre gli operatori hanno digerito gli spunti medi dei dati sulle scorte statunitensi e le tensioni geopolitiche in Medio Oriente.

Brent oil futures Il prezzo del petrolio con scadenza a giugno è salito dello 0,2% a 88,16 dollari al barile, mentre i futures sul greggio West Texas Intermediate sono saliti dello 0,1% a 82,92 dollari al barile alle 03:29 ET.

I dati ufficiali sulle scorte degli Stati Uniti hanno mostrato mercoledì che le scorte di petrolio si sono ridotte di 6,4 milioni di barili nella settimana fino al 19 aprile, ignorando ampiamente le stime che prevedevano un aumento di 1,6 milioni di barili. Tuttavia, le scorte di distillati hanno registrato un aumento inaspettato di 1,6 milioni di barili, mentre le scorte di benzina si sono ridotte di 0,6 milioni di barili, meno del previsto.

Altrove, permane la speranza che le recenti ostilità tra Iran e Israele non degenerino in una guerra totale. Mentre entrambi i Paesi hanno effettuato attacchi reciproci nelle ultime due settimane, nessuna delle due parti ha dato indicazioni di voler intensificare ulteriormente la violenza.

Alcuni trader hanno poi ridimensionato le aspettative che il peggioramento delle tensioni geopolitiche in Medio Oriente possa interrompere le forniture di petrolio dalla regione ricca di petrolio.

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.