😎 Saldi d’estate esclusivi - Fino al 50% di sconto sugli stock picks di InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

2 tipi di Bear Market e nuovo scenario: come affrontarlo al meglio

Pubblicato 17.05.2022, 08:59

Me li ricordo ancora i video dei Tiktokers, migliaia e migliaia di followers impazziti per Chad e Sally, che dicevano essenzialmente “io compro, e questa azione sale subito, ormai guadagno così”.

Non li vedo più oggi, spariti insieme ad altri fantaguru da meme stocks o cripto, che dopo la bordata su UST/USD che si è praticamente azzerata in pochissimi giorni hanno chiuso gli account e sono tornati probabilmente a fare un lavoro vero.

Anche perché date le performance recenti, tutto il guadagno del periodo Covid è evaporato, perciò non possono nemmeno vivere di rendita.

Nella foto sotto, i Drawdown dai massimi storici, dal -50% in giù probabilmente riconoscerai molti dei titoli che andavano tanto di moda qualche mese fa, ora non ne parla più nessuno…come sempre succede in questi casi.

Fonte: Ycharts

In 4 mesi i mercati sono scesi dal 15 al 30% a seconda degli indici, mandando in fumo i sogni di molti piccoli investitori che già immaginavano che trend di crescita continua durano per sempre.

Dall’altro lato tuttavia, si esagera come sempre nel pessimismo, e credo che alla fine la via migliore per restare sui mercati e non venirne sbattuti fuori, sia un ottimismo consapevole.

Con ciò intendo che anche ora che si parla di Bear Market, dobbiamo capire a cosa facciamo riferimento.

Nella foto sotto, vediamo innanzitutto che ci sono diversi tipi di Bear market, alcuni che si presentano in periodi recessivi, altri che si presentano in periodi non recessivi.

La differenza storica tra le due tipologie è di circa un 13%, ovvero i cali sono molti più ampi durante i periodi recessivi.

Analizziamo quindi la situazione attuale in un contesto più ampio, uscendo dal panico generalizzato per un secondo.

Cominciamo con un dato di fatto: NON TUTTI I CALI DEVONO PER FORZA ESSERE UN 2008 O UN 1930!

Non è che ogni volta che i mercati calano, siamo per forza davanti ad un mercato da -60%, questo è bene comprenderlo.

Seconda cosa, se guardiamo il grafico sotto, l’indice S&P 500 è arrivato a toccare nel suo minimo di qualche giorno fa, un -19.88%, perciò anche se ci trovassimo in periodo recessivo (da monitorare il dato sul PIL del prossimo trimestre) potremmo aspettarci un calo di altrettanta intensità per metterci in una posizione emotivamente preparata.

Fonte: Investing.com

Ma se ciò non accadesse, quindi se non andassimo in recessione, o se anche il mercato reagisse come già accaduto in passato, allora potremmo ritrovarci paradossalmente nella situazione vista sotto, ovvero di performance positive da qui a fine anno (ma quanti investitori sono pienamente posizionati per beneficiarne nell’eventualità?).

La cosa importante quindi, come dico sempre, e non trovarsi nella situazione di dire “e adesso cosa faccio?”.

Ovvero, potrei utilizzare la liquidità residua in portafoglio per pianificare degli ingressi periodici, magari su asset strategici come un azionario America, globale, Europa, Cina ecc…ad ogni 5 o 10% di calo del mercato, nel caso si andasse nella direzione di un bear market più corposo.

Oppure ancora, potrei posizionarmi con una percentuale maggiore di azionario in portafoglio, rispetto alle altre asset class (bond e materie prime) perché qualora ci fosse davvero una ripresa del trend rialzista potrei raccoglierne maggiormente i benefici, mantenendo sempre una quota di liquidità in un approccio più in stile Barbell.

Questi sono solo degli esempi di cosa si potrebbe fare (penso anche ai piani di accumulo o ingressi periodici ad esempio ogni 3-6 mesi), l’importante come sempre è avere una strategia, e sapere dove devo arrivare.

Mettendo insieme queste cose, nessun Bear Market sarà mai abbastanza serio da metterci fuori gioco, poi se vi avanzerà del tempo, potrete anche fare dei video su TikTok per dire quanto sarete stati bravi!

Alla prossima!

Se ritieni utili le mie analisi, e vuoi ricevere gli aggiornamenti quando le pubblico in tempo reale, clicca sul pulsante SEGUI del mio profilo!

"Quest'articolo è stato scritto a titolo esclusivamente informativo; non costituisce sollecitazione, offerta, consigli, consulenza o raccomandazione all'investimento in quanto tale non vuole incentivare in nessun modo l'acquisto di assets. Ricordo che qualsiasi tipo di assets, viene valutato da più punti di vista ed è altamente rischioso e pertanto, ogni decisione di investimento e il relativo rischio rimangono a carico"

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.