📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

3 titoli delle rinnovabili che potrebbero registrare forti ritorni

Pubblicato 25.06.2024, 13:27
NDX
-
US500
-
TLIT
-
TTEF
-
NG
-
ES
-
IXIC
-
MT
-
CWENa
-
QCLN
-
CWEN
-
BEP
-
BAM
-

Sebbene le fonti di energia rinnovabile siano note per la loro intensità materiale e territoriale, è difficile battere la loro autosufficienza. Dalle caldaie a biomassa, al solare e all’eolico, offrono un percorso di riduzione pulita della dipendenza dalla rete elettrica. Inoltre, le iniziative normative aumentano l’accesso al capitale da parte delle società di energia rinnovabile.

Questi fattori, da soli, fanno sì che i titoli delle energie rinnovabili abbiano una capacità di tenuta su scala. Tuttavia, rispetto al mercato più ampio, hanno preso la piega opposta a causa della loro natura ciclica e della sensibilità al regime di tassi d’interesse più elevati.

Mentre l’indice S&P 500 è in rialzo del 15,5% su base annua, il First Trust NASDAQ® Clean Edge® Green Energy Index Fund (NASDAQ:QCLN) è in calo del 16%.

Tuttavia, i profitti vengono realizzati in questi momenti di flessione. Dato che i future sui fed fund prevedono tre tagli dei tassi entro la fine del 2024, questi titoli rinnovabili potrebbero portare guadagni a lungo termine.

Clearway Energy

Clearway Energy Inc (NYSE:CWENa) (NYSE:CWEN) si è diversificata negli Stati Uniti nei settori dell’accumulo di energia, dell’eolico e del solare, con circa 6.200 MW di potenza. A questi si aggiungono 2.500 MW provenienti dalle attività di gas naturale. Nel settore delle energie rinnovabili, l’azienda è al quinto posto per quota di mercato.

Nel maggio 2022, il consorzio guidato dall’UE e composto da TotalEnergies (EPA:TTEF), ArcelorMittal (NYSE:MT), Axens e IFP Energies Nouvelles ha acquisito il 50% di Clearway Energy Group (CEG). Nei risultati del primo trimestre consegnati a maggio, Clearway ha registrato una perdita netta di 46 milioni di dollari, di cui una perdita di 44 milioni di dollari per le energie rinnovabili è stata compensata dalla generazione convenzionale con un utile netto di 16 milioni di dollari.

Tuttavia, rispetto al trimestre dell’anno precedente, la società ha ridotto solo leggermente le disponibilità liquide, rispettivamente di 963 milioni di dollari e di 1 miliardo di dollari. A fronte di un passivo totale di 9,8 miliardi di dollari, Clearway possiede azioni per 5 miliardi di dollari. Con un rapporto debito/patrimonio netto di 1,5, la società ha confermato la sua guidance di 395 milioni di dollari di CAFD per l’intero anno 2024 e ha aumentato i dividendi dell’1,7%.

Questo perché Clearway ha effettuato diversi investimenti a lungo termine. I soli investimenti di 65 milioni di dollari su Dan’s Mountain e Rosamond South dovrebbero fruttare il 10% di CAFD (Cash Available for Distributions Per Share). La società ha aumentato le previsioni sul CAFD futuro da 415 a 420 milioni di dollari.

Con un rendimento da dividendo attuale del 6,34% e un dividendo annuo per azione di 1,6408 dollari, il titolo CWEN è ora a 25,95 dollari. Si avvicina alla media delle 52 settimane di 24,43 dollari. L’obiettivo di prezzo medio del Nasdaq per CWEN è di 31 dollari, con il target inferiore allineato al prezzo attuale di 26 dollari per azione.

Brookfield Renewable Partners L.P.

Brookfield Renewable Partners LP (NYSE:BEP) ha un accesso ancora più facile al capitale sotto la sua società madre, Brookfield Asset Management (TSX:BAM). A maggio, la società detiene quasi 200.000 MW di attività nel settore delle energie rinnovabili: idroelettrico, eolico, solare e stoccaggio distribuito.

Entro il 2028, Brookfield prevede una crescita annua del 10% dei fondi delle operazioni (FFO). Oltre all’acquisizione di asset come modello strategico, questa previsione è avvalorata da un CAGR del 12% del FFO per unità tra il 2016 e il 2024. Inoltre, circa il 70% dei ricavi di Brookfield è indicizzato all’inflazione con un contratto medio di 13 anni.

Brookfield ha aumentato i fatturati da 1,3 a 1,5 miliardi di dollari rispetto al trimestre precedente. La società ha un rendimento dei dividendi del 5,79% con un dividendo annuo di 1,42 dollari. Al prezzo attuale di 25 dollari, il titolo BEP è allineato alla sua media di 52 settimane, ma è ancora lontano dal suo massimo di 52 settimane di 30,32 dollari per azione.

Questo livello corrisponde all’obiettivo di prezzo medio del Nasdaq, pari a 30,4 dollari. Allo stesso tempo, la stima bassa di 27 dollari è ancora superiore all’attuale livello di prezzo di BEP.

Eversource Energy

Questa holding di servizi pubblici, che opera in Massachusetts, Connecticut e New Hampshire, mira a diventare neutrale dal punto di vista delle emissioni di carbonio entro il 2030. Entro la fine del 2024, Eversource Energy (NYSE:ES) è in grado di completare i progetti offshore Revolution Wind, Sunrise Wind e South Fork Wind, quest’ultimo già in grado di generare energia.

L’obiettivo di crescita dell’FFO della società è compreso tra il 14 e il 15% per il 2025, dopo un tasso di crescita degli utili per azione (EPS) del 6% a 10 anni dal 2014. Eversource Energy offre un rendimento da dividendo del 5% con un dividendo annuo di 2,86 dollari per azione.

Al prezzo attuale di 57,18 dollari, il titolo ES è ancora sotto la media delle 52 settimane di 60,52 dollari per azione. L’obiettivo di prezzo medio del Nasdaq per ES è di 65,9 dollari, con la stima più bassa che si allinea al prezzo attuale del titolo di 57 dollari per azione.

***

Né l’autore, Tim (BIT:TLIT) Fries, né questo sito web, The Tokenist, forniscono consulenza finanziaria. Vi invitiamo a consultare la nostra politica del sito web prima di prendere decisioni finanziarie.

Ultimi commenti

Prossimo articolo in arrivo...
Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.