😎 Saldi d’estate esclusivi - Fino al 50% di sconto sugli stock picks di InvestingProAPPROFITTA DELLO SCONTO

Greggio poco mosso su probabile calo scorte Usa

Pubblicato 10.07.2024, 13:08
Aggiornato 10.07.2024, 13:09
© Reuters. Una vista della raffineria di Los Angeles della Phillips 66 Company (in primo piano), e dei serbatoi di stoccaggio per i prodotti petroliferi raffinati del Kinder Morgan Carson Terminal (sullo sfondo), al tramonto a Carson, California, Stati Uniti, 11 mar
CL
-

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono poco mossi sulle attese di un calo delle scorte di greggio e benzina negli Stati Uniti, benché i guadagni siano stati limitati dalla ripresa dell'estrazione del greggio nel Golfo del Messico con l'affievolirsi della minaccia dell'uragano Beryl e dalla debolezza della domanda cinese.

Alle 12,35 i futures del Brent sono fermi a 84,58 dollari al barile, dopo essere scesi dell'1,3% nella seduta di ieri.

Il greggio statunitense West Texas Intermediate (WTI) rimane a 81,45 dollari al barile, dopo il calo dell'1,1% di ieri.

Le scorte di greggio e benzina negli Stati Uniti sono calate rispettivamente di 1,923 milioni di barili e di 2,954 milioni di barili, secondo fonti di mercato che citano i dati dell'American Petroleum Institute (Api) di ieri. [API/S]

I dati ufficiali della U.S. Energy Information Administration saranno pubblicati oggi alle 16,30. [EIA/S]

Le compagnie petrolifere e del gas hanno riavviato alcune attività in Texas. Alcuni porti hanno riaperto e la maggior parte dei produttori e degli impianti stanno aumentando la produzione, anche se alcune strutture hanno subito danni e l'energia elettrica non è stata ancora completamente ripristinata.

Anche i timori per la domanda in Cina hanno pesato sui prezzi: i prezzi al consumo nella seconda economia mondiale sono cresciuti per il quinto mese di fila a giugno, rimanendo però al di sotto delle aspettative, mentre continua la deflazione dei prezzi alla produzione.

© Reuters. Una vista della raffineria di Los Angeles della Phillips 66 Company (in primo piano), e dei serbatoi di stoccaggio per i prodotti petroliferi raffinati del Kinder Morgan Carson Terminal (sullo sfondo), al tramonto a Carson, California, Stati Uniti, 11 marzo 2022. REUTERS/Bing Guan/Foto d'archivio

Nel frattempo, i commenti del presidente della Federal Reserve statunitense Jerome Powell hanno suggerito che l'ipotesi di un taglio dei tassi di interesse stia diventando più concreta.

La riduzione dei tassi di interesse dovrebbe stimolare la crescita economica e, di conseguenza, il consumo di petrolio.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Gianluca Semeraro)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.