🔥 Premium Stock Picks potenziati dall’ IA dI InvestingPro Ora con uno sconto del 50%APPROFITTA DELLO SCONTO

Bce rispetta attese mercato con taglio tassi, nessun impegno su prossime mosse

Pubblicato 06.06.2024, 17:54
Aggiornato 06.06.2024, 18:01
© Reuters. Una vista mostra il logo della Banca Centrale europea ( BCE ) fuori dalla sua sede a Francoforte, Germania, 16 marzo 2023. REUTERS/Heiko Becker/file Photo
DBKGn
-
DE10YT=RR
-

MILANO (Reuters) - Non accadeva da settembre 2019 che la Banca centrale europea, la cui missione è garantire non soltanto la stabilità dei prezzi ma quella delle aspettative sulla stabilità dei prezzi, decidesse di abbassare il costo del denaro.

Ampiamente scontata e anticipata dai consiglieri Bce in maniera inconsuetamente quasi corale, la mossa porta il riferimento sui depositi a 3,75%, livello dell'agosto 2023.

Limati di un quarto di punto percentuale anche il tasso sulle operazioni principali di rifinanziamento - quelle a sette giorni - a 4,25% e quello sui prestiti marginali a 4,5%.

Altrettanto scontata tuttavia la ferma decisione a non prendere alcun impegno 'ex ante' sul futuro del costo del denaro della zona euro, che verrà determinato di volta in volta sulla base dei dati e soprattutto delle aspettative di inflazione.

Ed è con toni relativamente 'hawkish' che Christine Lagarde illustra la decisione, tenendo a sottolineare che la politica monetaria Bce resta restrittiva e Francoforte, che prende molto sul serio il contrasto all'inflazione, è ancora lontana da un livello 'neutrale' sui tassi.

Il voto sui tassi, avverte inoltre la presidente, non è avvenuto all'unanimità ma con il parere contrario di un consigliere.

Secondo tre fonti l'unico a opporsi al taglio è stato il governatore austriaco Robert Holzmann, fautore del mantenimento dell'attuale livello del costo del denaro.

RITOCCATE AL RIALZO STIME TRIMESTRALI

Con l'aggiornamento delle stime trimestrali dello staff, intanto, vengono ritoccate al rialzo le previsioni sia sulla crescita sia sull'inflazione per il 2024 e per il 2025, mentre restano invariate da marzo le aspettative sul 2026, a livello sia di crescita sia di inflazione.

Proprio da un eventuale aggiustamento della previsioni macro nell'orizzonte del 2026 il mercato avrebbe invece trovato eventuali spunti per riaggiustare le scommesse di politica monetaria.

"La Bce si è mossa esattamente come previsto, con un taglio da 25 punti base. Quello che possiamo sottolineare è che il comunicato dà ancora meno 'guidance' di quanto pensassimo su quello che ci si deve aspettare. Potremmo definirlo un taglio rialzista. Certamente la Bce non ha fretta di tagliare ancora" osserva Mark Wall, economista capo Deutsche Bank (ETR:DBKGn) per l'Europa.

Non stupisce quindi la reazione relativamente fredda dei mercati, dove l'iniziale pressione sui rendimenti - sia del Btp sia del Bund - si stempera però in fretta.

Sull'interbancario della zona euro le aspettative delle mosse espansive Bce incorporano un taglio complessivo di 59 punti base da qui a fine anno, contro i 65 punti base da prima della decisione odierna.

© Reuters. Una vista mostra il logo della Banca Centrale europea ( BCE ) fuori dalla sua sede a Francoforte, Germania, 16 marzo 2023. REUTERS/Heiko Becker/file Photo

A soli due giorni dall'apertura delle urne per il rinnovo del parlamento europeo, Giancarlo Giorgetti si augura che si tratti soltanto di un primo passo nella direzione auspicata.

"Era ora" commenta una nota del ministro, auspicando nuovi tagli dei tassi.

(Alessia Pé, editing Claudia Cristoferi)

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.