Ultime Notizie
0
Versione senza annunci pubblicitari. Migliora la tua esperienza con Investing.com. Risparmia fino al 40% Ulteriori informazioni

Alibaba si crea da sola i nuovi chip per l’AI. Un segnale per la ripartenza?

Da OraFinanza.it (Antonio Gamma)Panoramica mercato19.10.2021 14:12
it.investing.com/analysis/alibaba-si-crea-da-sola-i-nuovi-chip-per-lai-un-segnale-per-la-ripartenza-200448718
Alibaba si crea da sola i nuovi chip per l’AI. Un segnale per la ripartenza?
Da OraFinanza.it (Antonio Gamma)   |  19.10.2021 14:12
Salvato. Vedi tutti gli Elementi salvati.
Questo articolo è già stato salvato nei tuoi Elementi salvati
 

I nuovi semiconduttori 5-nm disegnati in casa serviranno a potenziare i servizi di intelligenza artificiale su cloud (8% del fatturato del gruppo). La mossa è anche politica, perché va nella direzione auspicata dal governo cinese che vuole ridurre la dipendenza del Paese dall’alta tecnologia straniera.

Alibaba è il primo fornitore di cloud in Cina e il terzo al mondo.

Alibaba produrrà in casa un nuovo chip ad altissima tecnologia per potenziare il suo servizio di cloud computing. Lo ha annunciato oggi il colosso cinese dell’e-commerce, precisando che il chip, basato sulla tecnologia avanzata 5 nanometri, non è destinato alla vendita al pubblico, ma supporterà i suoi server nelle applicazioni di “storage” e intelligenza artificiale (AI).

Secondo la società di ricerca Gartner, Alibaba è il primo fornitore di cloud in Cina e il terzo nel mondo. L’anno scorso i servizi cloud di Alibaba hanno realizzato una crescita dei ricavi del 54% arrivando a 8,8 miliardi di dollari, pari all’8% del fatturato totale del gruppo Alibaba.

Alibaba disegnerà i nuovi semiconduttori, ma non li produrrà fisicamente. La società non ha rivelato a quale fonderia si rivolgerà per la produzione, anche se attualmente esistono al mondo soltanto due aziende in grado di realizzare una produzione di massa di chip 5-nm: la taiwanese Taiwan Semiconductor Manufacturing e la coreana Samsung Electronics.

Anche Amazon (NASDAQ:AMZN) e Google (NASDAQ:GOOGL) si disegnano da soli i chip per il cloud.


Anche in America i due grandi fornitori di cloud, Amazon e Google, si stanno disegnando da soli i chip. Per i fornitori di cloud investire nella realizzazione di propri chip è la strada maestra per potenziare specifiche applicazioni e differenziare i propri servizi da quelli dei concorrenti.

“Personalizzare i nostri chip server è coerente con i nostri sforzi per aumentare le nostre capacità di calcolo con prestazioni migliori e una migliore efficienza energetica”, ha detto Jeff Zhang, presidente di Alibaba Cloud Intelligence e capo di Damo Academy, l’entità che raggruppa le attività di ricerca di Alibaba. “Abbiamo intenzione di utilizzare i chip per supportare le attività attuali e future in tutto l'ecosistema del gruppo Alibaba”.

Il nuovo chip di Alibaba si chiama Yitian 710 e si basa su un’architettura di Arm, l’azienda britannica controllata dalla giapponese SoftBank. Non è il primo chip prodotto da Alibaba, che già due anni fa aveva creato l’Hanguang 800, un chip per intelligenza artificiale.

Piace a Pechino il chip fatto in casa. Le scelte di Baidu, Xiaomi (HK:1810) e Huawei.


Investendo nella realizzazione di chip, Alibaba non solo cerca di migliorare i propri servizi, ma aderisce anche agli inviti del governo di Pechino che vede con preoccupazione la dipendenza dell’industria cinese dall’alta tecnologia straniera, americana in particolare. Sono sempre di più le società cinesi che disegnano da sole i propri chip. Huawei, l’ex numero uno al mondo dei cellulari, ci è stata costretta dopo che le sanzioni americane l’hanno lasciata a secco dei chip made in Usa, indispensabili per realizzare gli smartphone. Sulla stessa strada si stanno muovendo Baidu e Xiaomi.

I rapporti fra Alibaba e il governo sembrano oggi migliorati, dopo il duro confronto iniziato esattamente un anno fa. Alibaba è stata la prima impresa tech entrata nel mirino del governo che vedeva come un pericolo la sua espansione nei servizi finanziari. Nell’autunno scorso Pechino ha bloccato l’Ipo di Ant, la società dei pagamenti e dei servizi finanziari del colosso dell’e-commerce. Mesi dopo è arrivata la maxi-multa da 2,8 miliardi di dollari per violazione delle norme sulla concorrenza, e intanto ci si interrogava su dove fosse sparito il fondatore Jack Ma, scomparso per mesi senza lasciare tracce.

Il titolo dimezzato in un anno, ma dal minimo ha già recuperato il 20%.


Da lì è iniziato il brusco calo delle quotazioni di Borsa di Alibaba: un anno fa, il 27 ottobre 2020, il gruppo segnava il suo massimo storico a 319 dollari. In 12 mesi le quotazioni sono cadute del 56% arrivando il 4 ottobre 2021 a segnare un minimo di 138 dollari. Da lì il titolo è risalito del 20% arrivando all’attuale quotazione di 166,8 dollari.

Se Alibaba e il governo tornano a sorridersi, le quotazioni di Borsa possono tornare a salire. Ne sono convinti gli analisti, unanimi nel giudicare la società dell’e-commerce un titolo da comprare: su 46 esperti censiti da MarketScreener, 43 hanno giudizio Buy. La media dei target price è 246 dollari, con un upside del 48%.

Alibaba si crea da sola i nuovi chip per l’AI. Un segnale per la ripartenza?
 

Articoli Correlati

Alibaba si crea da sola i nuovi chip per l’AI. Un segnale per la ripartenza?

Inserisci un commento

Guida sui Commenti

Ti consigliamo di utilizzare i commenti per interagire con gli utenti, condividere il tuo punto di vista e porre domande agli autori e agli altri iscritti. Comunque, per mantenere alto il livello del discorso, ti preghiamo di tenere a mente i seguenti criteri :

  • Arricchisci la conversazione
  • Rimani concentrato. Pubblica solo materiale che è rilevante all'argomento in discussione.
  • Sii rispettoso. Anche le opinioni negative possono essere trattate in modo positivo e diplomatico.
  • Utilizza lo stile standard di scrittura. Includi la punteggiatura,con lettere maiuscole e minuscole.
  • NOTA: messaggi contenenti spam, messaggi promozionali, link o riferimenti a siti esterni verranno rimossi.
  • Evita bestemmie, calunnie e gli attacchi personali rivolti a un autore o ad un altro utente.
  • Saranno consentiti solo commenti in Italiano.

Autori di spam o abuso verranno eliminati dal sito e vietati dalla registrazione futura a discrezione di Investing.com.

Scrivi I tuoi pensieri qui
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
Pubblica anche su
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Grazie per aver commentato. Il commento è in attesa di approvazione da parte dei moderatori. Il commento sarà pubblicato sul nostro sito non appena approvato.
 
Sei sicuro di voler cancellare questo grafico?
 
Posta
 
Sostituire il grafico allegato con un nuovo grafico?
1000
La tua possibilità di commentare è stata sospesa per via di report negativi da parte di altri utenti. La tua situazione sarà controllata dai nostri moderatori.
Attendi un minuto prima di commentare di nuovo.
Allega un Grafico ai Commenti
Conferma blocco

Sei sicuro di voler bloccare %USER_NAME%?

Confermando il blocco tu e %USER_NAME% non potrete più vedere reciprocamente i vostri post su Investing.com.

%USER_NAME% è stato aggiunto correttamente alla lista di utenti bloccati

Poiché hai appena sbloccato questa persona, devi aspettare 48 ore prima di bloccarla nuovamente.

Segnala questo commento

Considero questo commento come:

Commento contrassegnato

Grazie!

La tua segnalazione è stata inviata ai nostri moderatori che la esamineranno
Responsabilità: Fusion Media would like to remind you that the data contained in this website is not necessarily real-time nor accurate. All CFDs (stocks, indexes, futures) and Forex prices are not provided by exchanges but rather by market makers, and so prices may not be accurate and may differ from the actual market price, meaning prices are indicative and not appropriate for trading purposes. Therefore Fusion Media doesn`t bear any responsibility for any trading losses you might incur as a result of using this data.

Fusion Media or anyone involved with Fusion Media will not accept any liability for loss or damage as a result of reliance on the information including data, quotes, charts and buy/sell signals contained within this website. Please be fully informed regarding the risks and costs associated with trading the financial markets, it is one of the riskiest investment forms possible.
Registrati tramite Google
o
Registrati tramite email