📖 Guida agli utili Q2: scopri i titoli ProPicks dell'AI pronti per il salto dopo la trimestraleLeggi ancora

Calendario economico - le cinque cose da seguire questa settimana

Pubblicato 21.10.2018, 11:16
© Reuters.  Calendario economico - le cinque cose da seguire questa settimana
US500
-
DJI
-
BA
-
T
-
CAT
-
INTC
-
MSFT
-
F
-
MCD
-
MMM
-
GOOGL
-
AMZN
-
LMT
-
LUV
-
HAL
-
VZ
-
GE
-
UPS
-
RTX
-
HOG
-
AMD
-
V
-
CMG
-
IRBT
-
TWTR
-
AAL
-
GOOG
-
GRUB
-
SHOP
-
SNAP
-

Investing.com – La settimana che sta per iniziare sarà la più importante di questa tornata di utili del terzo trimestre; in agenda i report di Amazon, Google Alphabet, Boeing e McDonald's.

Attesi anche i dati sulla crescita del terzo trimestre negli USA, che potrebbero avvalorare la tesi di una solida ripresa per l’economia statunitense.

Inoltre, sono attese le dichiarazioni di alcuni autorevoli membri della Fed, alla ricerca di indicazioni sulle previsioni di politica monetaria per i prossimi mesi.

I recenti dati positivi uniti alle dichiarazioni di alcuni membri della Fed hanno alimentato le aspettative di un aumento dei tassi di interesse a dicembre e anche oltre, facendo salire anche il rendimento dei bond del Tesoro.

Gli investitori attendono con impazienza anche gli aggiornamenti dalla sfera politica, con l’avvicinarsi delle elezioni di medio termine di novembre.

In Europa si attende il vertice della Banca Centrale Europea, per cercare di capire quando la banca deciderà di porre fine al programma di stimolo in atto e alzare i tassi di interesse.

Anche la politica sarà al centro dell’attenzione; gli investitori seguiranno gli sviluppi dell’accesa questione della legge di bilancio italiana.

Infine è atteso l’annuncio di politica monetaria della Banca del Canada e si prevede un aumento di 25 punti base, il primo aumento dei tassi da luglio.

In vista della prossima settimana, Investing.com ha compilato una lista dei cinque principali eventi che potrebbero influenzare i mercati.

1. Settimana importante per il rilascio degli utili, attesi Amazon e Google

Circa 150 delle aziende dell’indice S&P 500 e 10 dell’indice Dow rilasceranno gli utili in questa che sarà la settimana più importante per gli utili del terzo trimestre.

L’attenzione è concentrata soprattutto sui titoli cosiddetti FANG. Il colosso dell’e-commerce Amazon (NASDAQ:AMZN) e la controllante di Google Alphabet (NASDAQ:GOOGL) rilasceranno i dati dopo la chiusura di giovedì.

Tra i titoli tech questa settimana ci saranno Microsoft (NASDAQ:MSFT), Intel (NASDAQ:INTC), Advanced Micro Devices (NASDAQ:AMD), Twitter (NYSE:TWTR), Snap (NYSE:SNAP), Shopify (NYSE:SHOP), Grubhub (NYSE:GRUB), e iRobot (NASDAQ:IRBT).

Tra i titoli non tech Boeing (NYSE:BA), McDonald’s (NYSE:MCD), Caterpillar (NYSE:CAT), Halliburton (NYSE:HAL), Lockheed Martin (NYSE:LMT), Raytheon, 3M (NYSE:MMM), Verizon (NYSE:VZ), AT&T (NYSE:T), United Technologies (NYSE:UTX), Harley-Davidson (NYSE:HOG), United Parcel Service (NYSE:UPS), Visa (NYSE:V), Ford (NYSE:F), General Electric (NYSE:GE), American Airlines (NASDAQ:AAL), Southwest Airlines (NYSE:LUV), e Chipotle Mexican Grill (NYSE:CMG).

Finora la stagione sta andando benissimo, oltre il 15% delle aziende S&P 500 hanno rilasciato i dati e tra queste l’83% ha superato le stime degli analisti, secondo FactSet.

2. PIL USA terzo trimestre

Il Dipartimento per il Commercio USA pubblicherà i dati rivisti sulla crescita economica del terzo trimestre mercoledì alle 8:30 ET (12:30 GMT).

L’economia dovrebbe essere cresciuta al tasso annuo del 3,3% nel trimestre che va da luglio a settembre, con una revisione al ribasso dalla stima preliminare del 4,2%, la lettura migliore degli ultimi 4 anni.

In programma questa settimana anche i dati statunitensi sugli ordinativi di beni durevoli relativi al mese di settembre.

I dati rilasciati di recente mostrano che l’economia statunitense resta solida, nonostante l’aumento dei tassi di interesse e le tensioni per la guerra commerciale in corso.

3. Interventi dalla Fed

Sono attesi diversi interventi da autorevoli membri della Fed questa settimana, alla ricerca di indicazioni sul future andamento dei tassi.

Il primo a parlare sarà Richard Clarida che terrà il suo primo discorso da nuovo vice presidente nella giornata di giovedì. parlerà delle nuove previsioni economiche e della politica monetaria al Peterson Institute for International Economics Luncheon, a Washington DC alle 12:15PM ET (1615GMT).

Attesi anche gli interventi del Presidente della Fed di Minneapolis Neel Kashkari, del Presidente della Fed di Atlanta Raphael Bostic, della Presidente della Fed di Cleveland Loretta Mester e del Presidente della Fed di Dallas Robert Kaplan.

La Federal Reserve rilascerà inoltre il Beige Book nella giornata di mercoledì.

La Fed ha lazato i tassi il mese scorso, il terzo aumento dell’anno, e si prevede possa alzarli nuovamente entro dicembre, portandoli tra il 2,25-e il 2,50%.

4. Vertice di politica monetaria della Banca Centrale Europea

La Banca Centrale Europea annuncerà la decisione sui tassi di interesse giovedì alle 11:45 GMT, (7:45AM ET); si prevede che i tassi resteranno invariati al minimo storico.

La decisione sarà seguita 45 minuti dopo dalla conferenza stampa del Presidente Mario Draghi. Le sue dichiarazioni sono attese per capire se e quando la banca abbia intenzione di aumentare i tassi di interesse.

La BCE si era impegnata a terminare il programma di acquisti entro la fine dell’anno, mentre i tassi di interesse dovrebbero rimanere tali fino al 2019.

5. Decisione del tasso della Banca del Canada

La Banca del Canada annuncerà la decisione sul tasso di interesse mercoledì alle 10:00AM ET.
Si prevede che la banca deciderà di aumentare i tassi di 25 punti base all’1,75%.

Si tratterebbe del quinto aumento dal luglio 2017.

La BoC dovrebbe inasprire al politica altre due volte nel 2019, in quanto l’economia canadese continuerà a crescere nei prossimi trimestri grazie allo stimolo discale statunitense che aumenta la domanda per l’export.

L’accordo sul North American Free Trade Agreement (NAFTA) ha ridotto il rischio per l’export canadese, facendo aumentare le possibilità di ulteriori interventi sui tassi da parte della banca centrale.

Resta aggiornato su tutti gli eventi economici di questa settimana consultando il nostro calendario: http://it.investing.com/economic-calendar/

Ultimi commenti

Installa le nostre app
Avviso esplicito sui rischi: Il trading degli strumenti finanziari e/o di criptovalute comporta alti rischi, compreso quello di perdere in parte, o totalmente, l’importo dell’investimento, e potrebbe non essere adatto a tutti gli investitori. I prezzi delle criptovalute sono estremamente volatili e potrebbero essere influenzati da fattori esterni come eventi finanziari, normativi o politici. Il trading con margine aumenta i rischi finanziari.
Prima di decidere di fare trading con strumenti finanziari o criptovalute, è bene essere informati su rischi e costi associati al trading sui mercati finanziari, considerare attentamente i propri obiettivi di investimento, il livello di esperienza e la propensione al rischio e chiedere consigli agli esperti se necessario.
Fusion Media vi ricorda che i dati contenuti su questo sito web non sono necessariamente in tempo reale né accurati. I dati e i prezzi presenti sul sito web non sono necessariamente forniti da un mercato o da una piazza, ma possono essere forniti dai market maker; di conseguenza, i prezzi potrebbero non essere accurati ed essere differenti rispetto al prezzo reale su un dato mercato, il che significa che i prezzi sono indicativi e non adatti a scopi di trading. Fusion Media e qualunque fornitore dei dati contenuti su questo sito web non si assumono la responsabilità di eventuali perdite o danni dovuti al vostro trading né al fare affidamento sulle informazioni contenute all’interno del sito.
È vietato usare, conservare, riprodurre, mostrare, modificare, trasmettere o distribuire i dati contenuti su questo sito web senza l’esplicito consenso scritto emesso da Fusion Media e/o dal fornitore di dati. I diritti di proprietà intellettuale sono riservati da parte dei fornitori e/o dalle piazze che forniscono i dati contenuti su questo sito web.
Fusion Media può ricevere compensi da pubblicitari che compaiono sul sito web, in base alla vostra interazione con gli annunci pubblicitari o con i pubblicitari stessi.
La versione inglese di questa convenzione è da considerarsi quella ufficiale e preponderante nel caso di eventuali discrepanze rispetto a quella redatta in italiano.
© 2007-2024 - Fusion Media Limited. tutti i Diritti Riservati.